Archivio dei tag rabbia

DiAlessandra Zarone

Le emozioni determinano la nostra salute

Le emozioni determinano la nostra salute

Ti spiego come le emozioni determinano la nostra salute .

Premessa

In Medicina Cinese ci sono dodici meridiani principali, o canali invisibili, in tutto il corpo con Qi o flussi di energia. Ogni arto è attraversato da sei canali, tre canali Yin all’interno e tre canali Yang all’esterno. Ognuno dei dodici canali regolari corrisponde ai cinque organi Yin, i sei organi Yang, così come il Pericardio e Triplice Riscaldatore. Si tratta di organi che non hanno alcuna controparte anatomica nella medicina occidentale, ma si riferiscono anche ai processi nel corpo. È anche importante ricordare che gli organi non devono essere pensati come identici agli organi fisici e anatomici del corpo.

Ogni meridiano è una coppia Yin Yang, il che significa che ogni organo Yin è accoppiato con il corrispondente organo Yang: l’organo Yin Lung, ad esempio, corrisponde all’intestino crasso Yang.

Ci sono “Meridiani Straordinari” che non sono direttamente collegati al sistema di organi principali, ma hanno varie funzioni specifiche:

1) agiscono come serbatoi di Qi e sangue per i dodici canali regolari, riempimento e svuotamento .

2) fanno circolare Jing o ‘essenza’ nel corpo perché hanno una forte connessione con i Reni.

3) aiutano a far circolare il Wei Qi difensivo sul tronco del corpo e, come tale, svolgono un ruolo importante nel mantenimento della buona salute.

4) forniscono ulteriori collegamenti tra i dodici canali regolari

Pexels, download e utilizzo gratuito

Le  emozioni

Sono considerate  come la principale causa di malattia e causa di debolezza, che porta a malattie.

Gli antichi pensatori cinesi hanno stabilito che desideri e passioni, sono il principale ostacolo alla vera realizzazione di una vita umana.

Lo stress emotivo sul corpo influisce sul flusso e sulla direzione del Qi.

La rabbia lo fa salire, la tristezza la esaurisce, ecc.

Tutte le emozioni causano qualche cambiamento del flusso Qi nei meridiani del corpo.

La stagnazione del Qi può portare al calore, e la maggior parte delle emozioni può dare origine a calore o fuoco.

Poiché il corretto movimento del Qi è essenziale per trasformare, trasportare ed espellere i fluidi, l’interruzione del movimento si traduce nella formazione di catarro. Flegma (catarro, muco), a sua volta, ostacola gli orifizi e diventa un’ulteriore causa di disturbo fisico, emotivo e mentale.

Le emozioni di rabbia un’ora o due dopo i pasti influenzeranno gli Intestini e lo stomaco. Questo accade, per esempio, quando torniamo subito a un lavoro stressante e frustrante dopo pranzo.  In questo caso, il  Qi di Fegato stagnante invade l’Intestino, il Qi degli Intestini ristagna e provoca dolore addominale, distensione e alternanza di costipazione con diarrea.

Infine, la rabbia, come tutte le altre emozioni, colpisce anche il Cuore. Con il tempo, questo porta a un eccesso di  calore del sangue che colpisce il cuore e quindi la mente.

Pexels,download e utilizzo gratuito

 

Organi,  emozioni e Psicosomatica:

  • Polmone: accettazione, comunicazione, controllo, coraggio, dolore, giustizia, lasciarsi andare, manifestarsi, reattività, ricevere, rilasciare, arrendersi, reattività, soffocamento, vitalità, vulnerabilità.
  • Intestino: compulsione, confusione, controllo, dolore, colpa, lasciar andare, rimpianto, rilascio, rigidità, auto-avvelenamento, caparbietà.
  • Stomaco: assimilazione, mente cosciente, critica, ingenua, digestione del cibo, digestione della vita, alimentazione, nutrimento, messa a terra, intolleranza, apertura mentale, ricezione, rifiuto, stabilità, forza.
  • Milza: abbondanza, adattabilità, chiarezza, pulizia, confusione, digestione, messa a fuoco, integrità, nutrizione, protezione, purificazione, ricezione,  amore di sé, autostima, mente subconscia, Pensiero, Preoccupazione.
  • Cuore: accettazione, consapevolezza, equilibrio, centrato, connessione, depressione, armonia, gioia, amore di sé e degli altri, pace, percezione, proprietà, protezione, rispetto, tristezza.
  • Vescica: rabbia, ansia, fiducia, controllo, coraggio, entusiasmo, espressione, paura, intimità, gelosia, rilascio, risentimento, sensualità, sessualità, sospetto, volontà.
  • Reni: ansia, appartenenza, attenzione, chiarezza, coraggio, guida, energia, paura, memoria, paranoia, autostima, sensualità, sessualità, fiducia, vitalità, volontà, saggezza.

 

Organi, emozioni e Medicina Cinese

Rabbia

La rabbia colpisce il fegato più di qualsiasi altro organo.

Sintomi:

  • Mal di testa
  • Pelle pruriginosa

-Problemi epidermici

  • Irritabilità
  • Lentezza
  • Bassa energia

 

Il Su-Wen e le emozioni connesse al Qi

 

“So che le cento malattie sono generate dal qi.

Quando uno è arrabbiato, allora il qi sale.

Quando uno è gioioso, allora il qi si rilassa.

Quando uno è triste, allora il qi si dissipa.

Quando si è nella paura, poi il qi si muove verso il basso.

In caso di freddo il qi raccoglie; in caso di calore, il qi fuoriescono.

Quando uno è spaventato, allora il qi è in disordine.

Quando uno è esausto, allora il qi viene sprecato.

Quando uno è pensieroso, allora il qi grumi insieme.

 

Dolore

 Il dolore è immagazzinato nei polmoni e, quando prolungato, può provocare:

  • Stretta nel petto
  • Bronchite ricorrente
  • Asma
  • Dolore alla spalla e alla schiena al torace
  • Tosse
  • Bocca e gola asciutte
  • Raucedine
  • Perdita di peso

 

Preoccupazione

La preoccupazione provoca l’ostruzione di Qi in modo che Qi ristagna.

Alcune persone sembrano essere molto tese e si preoccupano  eccessivamente delle banali attività quotidiane e tendono a fare tutto in fretta e a essere costantemente stressati .  Ciò può essere dovuto a una debolezza costituzionale della Milza, del Cuore o dei Polmoni o a una combinazione di tutti questi fattori. La preoccupazione colpisce la Milza e può causare scarso appetito, problemi gastrici. Infine, come tutte le emozioni, la preoccupazione colpisce il Cuore causando ristagno di Cuore, con conseguenti  palpitazioni, pressione toracica  e insonnia.

La preoccupazione è la controparte emotiva dell’energia mentale della Milza che è responsabile della concentrazione e della memorizzazione. Quando la Milza è sana possiamo concentrarci, mentre quando siamo preoccupati, pensiamo  costantemente e ci preoccupiamo troppo per certi eventi della vita.

La preoccupazione annoda Qi, ossia  provoca ristagno di Qi, colpisce sia i Polmoni che la  Milza ( i Polmoni perché quando si è preoccupati la respirazione è superficiale e la Milza  perché questo organo è responsabile del pensiero e delle idee).

I sintomi e i segni causati dalla preoccupazione variano a seconda che colpiscano i Polmoni o la Milza. Se la preoccupazione colpisce i Polmoni, si verificherà  una sensazione di disagio al petto, lieve mancanza di respiro, tensione delle spalle, a volte una tosse secca, voce debole, sospiri e  carnagione pallida.

Le preoccupazioni, a lungo termine danneggiano lo Stomaco, in quanto il fuoco digestivo è indebolito, difatti si  riduce la produzione di acido cloridrico e ciò può causare gonfiore, gas e problemi  intestinali con assottigliamento del rivestimento intestinale.

Stress

Lo stress peggiora tutto, a colpisce il cuore e il cervello, portando a disturbi d’ansia, palpitazioni cardiache, insonnia, crampi muscolari e nebbia cerebrale.

Paura

La paura vive nei reni e può manifestarsi come stanchezza surrenale cronica con minzione frequente, infezioni delle vie urinarie, mal di schiena, e insonnia a causa dell’incapacità di “lasciare andare” e di non sentirsi al sicuro.

La paura include sia uno stato cronico di paura e ansia, sia un improvviso spavento. La paura esaurisce il Qi di  Rene e fa scendere Qi.  Esempi di Qi discendente è l’incontinenza notturna nei bambini e l’incontinenza o la diarrea negli adulti a seguito di un improvviso spavento.

Negli adulti paura e ansia cronica causano carenza di Yin di Rene e aumento di Calore all’interno del Cuore, con una sensazione di calore in faccia, sudorazione notturna, palpitazioni, bocca e gola secca.

Shock

Lo shock mentale “sospende” Qi e colpisce il Cuore. Provoca un improvviso esaurimento del Qi di Cuore, rende il Cuore più piccolo e porta a palpitazioni, disattenzione e insonnia.

 

Suggerimenti 

  • Mangiare con gioia e divertimento in un’atmosfera piacevole e rilassata e senza alcun disturbo esterno.
  • Le distrazioni creano ottime condizioni per una buona rigenerazione del Qi dal cibo. Sensazioni positive e stati d’animo promuovono un buon flusso di Qi.
  • Durante i pasti, i sentimenti positivi consentono il libero flusso del Qi a stomaco e milza, ciò supporta la lavorazione degli alimenti e l’ integrazione del Qi alimentare nel corpo.
  • I discorsi estenuanti, le discussioni e le distrazioni (TV, radio, lettura) gravano sullo stomaco e sulla milza, che sono particolarmente sensibili alle tensioni emotive come il rimuginare, le preoccupazioni, la rabbia e la paura.
  • Le emozioni negative bloccano e indeboliscono il Qi degli organi digestivi, con conseguente perdita di appetito, gonfiore addominale, rigurgito e mal di stomaco. Il continuo stress provoca danni a  stomaco e milza  con conseguente  obesità,  bulimia, anoressia,   ulcere gastriche.

Pexels, download e utilizzo gratuito.

La Dietetica Cinese si occupa di prevenire e ripristinare uno stile di vita sano. Stati di disarmonia che sono comuni nella vita di tutti i giorni, per esempio quelli causati da fattori bio climatici come il freddo o il calore, o causati da stress ed emozioni quali rabbia, tristezza, ansia, paura e shock, possono essere riequilibrati bilanciati con la preparazione appropriata e la scelta degli alimenti. La scelta di alimenti, che è sempre in armonia con le stagioni, protegge il corpo dai disturbi e lo aiuta a vivere in sintonia con i ritmi naturali.

 

Gli obiettivi della Dietetica Cinese:

  • Rigenerare  Qi, sangue (Xue), fluidi corporei (Jin ye) e spirito (Shen).
  • Stabilizzare, rinvigorire o calmare lo spirito (Shen).
  • Preservare l’essenza (Jing) con cibi di alta qualità e abitudini alimentari regolari.
  • Integrare ed equilibrare le reti degli organi e i visceri .
  • Bilanciare milza,pancreas e stomaco.
  • Bilanciare gli effetti creati dalle condizioni atmosferiche o da altri fattori esterni.
  • Armonizzare il corpo con le stagioni.

 

Autunno

L’autunno è caratterizzato dal declino esterno della natura e, in molti climi, dall’essiccazione e dal raffreddamento. Il movimento naturale dell’autunno è diretto verso l’interno. L’energia dello Yang diminuisce e le energie del corpo si radunano all’interno.

Indicazioni importanti

  • Utilizzare alimenti di alta qualità, puliti e non trasformati, coltivati biologicamente quando possibile.
  • Creare un’atmosfera piacevole e rilassata in cui si può gustare il pasto.
  • Mangiare con piacere.
  • Mangiare regolarmente, da tre a cinque volte al giorno.
  • Non affrettare i pasti e masticare bene ogni boccone (tra 10 e 15 volte)!
  • Mangiare la colazione come un re, il pranzo come un imperatore, e la cena come un mendicante.
  • Bere solo piccole quantità di liquidi durante i pasti; troppo liquido con i pasti, o subito prima e subito dopo un pasto può indebolire il fuoco digestivo.
  • Scegliere gli alimenti che sono appropriati per la stagione .
  • Quando si segue una dieta vegetariana, assicurarsi che la dieta contenga abbastanza alimenti che si riscaldano energeticamente; aumentare l’uso di spezie acri quando c’è clima freddo.
  • Troppo olio, cibo grasso: Blocca il flusso di Qi e provoca calore, umidità, e catarro.
  • Troppo zucchero, sapori dolci: provoca calore, umidità e catarro.
  • Troppo alcol: provoca calore umido, promuove la formazione di catarro e fa male al Jing, insieme a una serie di altri effetti spiacevoli.
  • Troppa carne: causa umidità e catarro.
  • Pasti serali: bloccano il flusso di Qi, causano ostruzione alimentare, indebolimento di milza/pancreas e portano all’aumento di peso.
  • Pasti eccessivamente abbondanti : bloccano  del flusso di Qi, causano ristagno alimentare, appesantiscono milza/pancreas, causano umidità e catarro e portano all’aumento di peso.
  • Digiuno eccessivo e prolungato: indebolisce il Triplice Riscaldatore, così come yin, sangue (Xue), e Jing.

 

Pexels, download e utilizzo gratuito.

Siamo a tua disposizione con un percorso personalizzato con Dietetica Cinese in sinergia a Fitoterapia, Floriterapia, Tecniche di Rilassamento a Mediazione Corporea, Terapia Craniosacrale .

Prenota qui 

 

 

DiAlessandra Zarone

Intestino e rimedi naturali

Intestino e rimedi naturali

 

La lettura simbolica dell’intestino rimanda all’immagine del cervello, secondo la Psicosomatica. Questi due organi sono speculari, il cervello assorbe stimoli dal mondo esterno, ed elimina in forma di sogni e tutto ciò che è scarto. Allo stesso modo, l’intestino riceve il cibo, lo filtra ed elimina i residui.

L’intestino racchiude in sè gli istinti, i desideri trasgressivi, spesso inaccettabili per la coscienza. Nel bambino, la defecazione è l’espressione creativa di sè. L’intestino è connesso alla dimensione del dare e del trattenere, del donare e del negare, del dire sì o no.

Ecco dunque la colite o la stipsi, metafora della difficoltà da parte del soggetto, di affrontare e risolvere conflitti che vertono su queste tematiche citate. I problemi intestinali sono inerenti alla rimozione di istinti, pensieri trasgressivi o scomodi, che dipendono da una moralità rigida e da una dimensione inconscia poco esplorata .

Nella medicina tradizionale cinese, il sistema energetico definito Grande Intestino, come tutti i nostri sistemi, è definito dal ruolo che l’energia svolge nel corpo, non da un organo fisico o da un tessuto.  Il grande sistema energetico dell’ Intestino ( “Da Chang” o “Grande Intestino”), è incaricato di funzioni fondamentali , come la ricezione di materiale di scarto dal sistema del Piccolo Intestino, assorbendo il contenuto di liquidi, e espellendo i rifiuti.

pexels, download e utilizzo gratuito

La medicina tradizionale cinese ci insegna che il sistema energetico del Grande Intestino è molto  più di una semplice regolazione dei nostri visceri – ed è solo quando cominciamo a comprendere questi altri aspetti che possiamo realmente apportare un vero cambiamento.

La medicina tradizionale cinese guarda l’interazione e connessione tra gli aspetti fisici, mentali, emotivi e psico-spirituali dell’esistenza umana.

Una patologia in un dato sistema energetico può manifestarsi in qualsiasi di questi livelli o livelli multipli. Uno squilibrio emozionale nell’energia dell’ Intestino Grande potrebbe manifestarsi come stipsi cronica, ma potrebbe anche manifestarsi come una tendenza emotiva a non lasciare che le cose fluiscano o vengano espulse. La costipazione cronica può dipendere ad esempio, da schemi mentali distruttivi ed emozioni negative congeste. Questi aspetti non sono separati e distinti, ma costituiscono manifestazioni diverse di uno stesso squilibrio.

La funzione del Grosso Intestino nel corpo è lasciar andare quelle cose che non ci servono. A livello fisico, si tratta di lasciare andare dei rifiuti dopo che il nostro sistema digestivo ha assorbito tutte le sostanze nutritive dal cibo ingerito. A livello emotivo, l’Intestino Crasso fa la stessa identica cosa.

L’energia del Grosso Intestino sano ci permette di lasciare andare i modelli di pensiero negativi, emozioni distruttive, blocchi spirituali che creiamo, che ci impediscono di essere felici e di stare bene, in maniera armonica.

Quando viene compromessa la funzione dell’energia dell’ Intestino Grande, le persone hanno difficoltà a sorpassare situazioni difficili, trattenendo molto strettamente le emozioni che fanno loro del male. Ciò può manifestarsi anche come una mancanza di volontà di condividere le emozioni o essere aperti con gli altri . Le emozioni sono “imbottigliate”, imprigionate da anni, molto spesso ciò porta alla costipazione cronica.

In medicina tradizionale cinese, l’Intestino Crasso è associato all’ elemento metallo. Il metallo è associato all’ emozione del dolore. Spesso vediamo il dolore danneggiare il sistema polmonare (l’altro centro di energia Metallo) – Un esempio comune è quando qualcuno ha polmonite o bronchite o anche un comune raffreddore dopo aver perso una persona cara o la perdita di un partner. Il dolore può coinvolgere troppo profondamente l’Intestino Crasso, soprattutto quando la persona si attacca al dolore in sé, o è troppo attaccata ad una ricordo del passato.

Questo attaccamento indica, inoltre, un coinvolgimento di energia da parte del Grosso Intestino, a causa  delle emozioni negative connesse e accumulate. Infatti, tutti i  disequilibri energetici a carico del Grosso Intestino si riferiscono a emozioni stagnanti quali rabbia, paura, possessività, con conseguente incapacità di attuare un cambiamento.

Il Huang Di Neijing, uno dei testi più antichi di medicina cinese, parla dell’importanza spirituale ed emotiva del Grosso Intestino: “. L’Intestino Crasso è responsabile della trasmissione della Via, il cambiamento e la trasformazione emergono da esso” .

Riassumendo, cambiamento e trasformazione provengono dall’ essere aperti al nuovo, pronti e disposti a lasciar andare il vecchio. Quando saremo  in grado di oltrepassare i modelli che ci trattengono al punto in cui siamo ora, ci sarà  solo spazio  per la trasformazione al nuovo e al positivo.

Ripristinando la salute dell’energia dell’Intestino Crasso, saremo in grado  di fare ciò.

Pexels, download e utilizzo gratuito.


Una corretta alimentazione, in base alla Dietetica Cinese, in sinergia con Floriterapia e Fitoterapia, offrono un insostituibile supporto ai disagi descritti. Se ti ritrovi nelle problematiche descritte, contattami per un Consulto Naturopatico.

 

DiAlessandra Zarone

Disarmonia del corpo e significato

La visione della Grecia antica

I Greci furono i primi a riconoscere l’obesità come un disturbo medico:Ippocrate scrisse che «la corpulenza non è solo una malattia in sé, ma il presagio di altre». Il chirurgo indiano Susruta collegò l’obesità alle malattie cardiache e al diabete: egli raccomandava il lavoro fisico per curare i suoi effetti collaterali.

 

Visione medievale e rinascimentale

Nel corso della storia dell’umanità, la maggior parte delle popolazioni ha lottato contro la scarsità di cibo: l’obesità è pertanto rimasta storicamente circoscritta a una minoranza, venendo considerata come un segno di ricchezza e di prosperità. Il sovrappeso era comune tra gli alti funzionari europei nel Medioevo e nel Rinascimento, così come nelle antiche civiltà dell’Asia orientale.

 

Il corpo nell’arte

Fra le prime riproduzioni scultoree del corpo umano, risalenti a un periodo compreso fra i 35 000 e i 20 000 anni fa, si annoverano le cosiddette Veneri paleolitiche, statuine raffiguranti donne obese che secondo alcuni rappresenterebbero un simbolo idealizzato della fertilità, mentre a parere di altri costituiscono una descrizione realistica della femminilità dell’epoca. La corpulenza è invece del tutto assente nell’arte greca e romana, in ossequio al canone di bellezza classico.

Durante il Rinascimento, alcuni esponenti delle classi sociali più elevate iniziarono a ostentare le loro imponenti dimensioni, come si può constatare per esempio nei ritratti di Enrico VIII e di Alessandro dal Borro.

Simbologia del cibo

Il cibo diventa il sostituto di una gratificazione autentica e l’effetto collaterale non può che essere l’aumento di peso. Il grasso accumulato si trasforma in una gabbia nella quale ci siamo imprigionati con le nostre mani non vedendo che la zavorra più pesante non è nel corpo ma nella mente.

 

Perchè si ingrassa

Chi ingrassa spesso indossa una maschera di apparente felicità, ma dentro di sé cova una grande rabbia verso se stesso e verso il mondo. Risentimento e frustrazione producono un grande dolore psichico che viene compensato con altro cibo in un circolo vizioso senza via d’uscita.

Gli esperti riuniti a Parigi per l’ottavo congresso internazionale sull’obesità nel 1998 avvertivano: l’obesità classica degli uomini, “a mela”, con il grasso che si deposita nell’addome.

Chi è stressato tende a mangiare di più perché il cervello stimola la produzione di sostanze che condizionano la regolazione del senso di fame e di sazietà ma non solo: gli ormoni dello stress regolano la distribuzione del grasso favorendo i depositi di adipe nell’addome.

Pixabay

 

La rabbia è un atteggiamento mentale, una condizione dell’essere che, se limitata ed episodica, rappresenta un disagio comune, doloroso da gestire poiché comporta un notevole dispendio energetico e un impegno mentale non indifferente.

Un aiuto naturale: le essenze floreali

Le essenze floreali aiutano a contrastare gli stati d’ansia, favoriscono il rilassamento, attenuano i disagi fisici causati dallo stress, armonizzando i ritmi biologici e migliorando la qualità del sonno negli adulti e nei bambini, consentendo di raggiungere il rilassamento necessario per un buon sonno ristoratore. Permettono di imparare a delegare le mansioni, a dedicare tempo e spazio a sé stessi senza lasciarsi travolgere da agitazione e preoccupazioni.

Contattami per una Consulenza in Floriterapia Vibrazionale Psicosomatica.

 

In base alla normativa in materia di privacy, si informa l’utente che questo sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari mirati, tuttavia utilizza cookie per l'analisi della navigazione nel sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Ok" permetti al loro utilizzo.

Chiudi