Archivio dei tag mal di testa

DiAlessandra Zarone

Le molteplici virtù della Valeriana

Preparazioni folcloriche o galeniche di radici di valeriana e rizomi sono state usate come sedativi / ansiolitici e induttori del sonno fin dai tempi antichi. Le radici e i rizomi di diverse specie di valeriane e di altre piante correlate (ad esempio Nardus) sono stati la fonte di una fragranza peculiare menzionata nel nuovo Testamento, e di un sedativo naturale e registrato da Galeno, Dioscoride e Plinio il Vecchio. Le proprietà terapeutiche della valeriana, tuttavia, erano già menzionate nei farmaci ayurvedici e cinesi (da 800 B.C. a 1000 d.C.).

Valeriana  era usata  per trattare disturbi dei polmoni, stomaco, fegato, reni, dolore alla vita e mal di schiena e per il decadimento , come analgesico e sedativo, per trattare i reumatismi, l’insonnia, e i disturbi legati al cuore e alla vescica .

Valeriana officinalis (valeriana) è una pianta fiorita perenne che si trova in Europa e in Asia. Fin dall’antichità, questa pianta è stata utilizzata come erba medicinale. È ben noto per i suoi effetti sedativi e antispasmodici in tutto il mondo. Il tè alla radice di valeriana è famoso per i suoi effetti che inducono il sonno. Ci sono molte sostanze chimiche naturali presenti nella radice, nel gambo e nella foglia della pianta V. officinalis.

Per il trattamento del morbo di Alzheimer (AD), ci sono molte piante medicinali utilizzate per migliorare la memoria. Alcune piante medicinali utilizzate per il trattamento dell’AD sono Withania somnifera, Curcuma longa, Convolvulus pluricaulis, V. officinalis, Centella asiatica e Nardoastachys jatamansi. La valeriana è disponibile come radice intera in polvere ed estratto acquoso o etanolarico. Nei pazienti affetti da AD, la valeriana viene utilizzata per il rilassamento, la promozione del sonno e gli effetti neuroprotettivi.

La valeriana è famosa per le sue proprietà ansiolitiche, sedative, anticonvulsive, antibatteriche, antidiuretiche, antisettiche, antispasmodiche e antinfiammatorie. È usata nel trattamento naturale di ansia, pressione sanguigna, menopausa, crampi mestruali, mal di testa, dolori articolari e disturbi del sonno, sindrome da affaticamento cronico, epilessia, disturbo da deficit di attenzione-iperattività, mal di stomaco

La radice di valeriana ti aiuta a ridurre il dolore e mantenere i muscoli rilassati. La valeriana è anche efficace nel trattamento del dolore sciatico legato a uno spasmo muscolare. Questo perché la radice di valeriana contiene l’olio volatile che aiuta a rilassare i muscoli e ridurre la tensione.

La valeriana contiene una sostanza chimica chiamata linarina, che crea un effetto sedativo.

L’estratto di valeriana può causare sedazione aumentando il livello GABA del cervello. L’acido gamma-ammino butirrico (GABA) è un neurotrasmettitore inibitorio nel sistema nervoso centrale. In quantità abbastanza grandi può causare un effetto sedativo, calmando l’attività nervosa.

I risultati di uno studio in vitro suggeriscono che l’estratto di valeriana può causare il rilascio di GABA dalle terminazioni nervose cerebrali e quindi impedire al GABA di essere riportato nelle cellule nervose.

Ansia

Gli scienziati hanno scoperto che la radice di valeriana aumenta la quantità di una sostanza chimica chiamata acido amminobutirrico gamma (GABA) attraverso i recettori GABA. GABA aiuta a regolare le cellule nervose e calma l’ansia.

Abbassa la pressione sanguigna

Ora che sai che la radice di valeriana può essere così calmante per la mente e il corpo, può anche aiutare a ridurre la pressione sanguigna, migliorando la salute del cuore. Gli stessi componenti attivi che rendono la radice di valeriana così efficace per la gestione dello stress e dell’ansia possono anche aiutare il corpo a regolare correttamente la sua pressione sanguigna. Gli studi indicano che gli integratori di radici di valeriana possono aiutare a ridurre naturalmente la pressione sanguigna e mantenerla a un livello sano.

Crampi mestruali

La natura rilassante della radice di valeriana può renderlo una scelta intelligente per il sollievo naturale dei crampi mestruali.

Rilassante muscolare

È un sedativo naturale e antispasmodico, elimina  gli spasmi muscolari e agisce come un rilassante muscolare naturale.

Migliora la gestione dello stress

Riducendo l’ansia e migliorando la lunghezza e la qualità del sonno, la radice di valeriana può aiutare significativamente nella la gestione quotidiana dello stress. La radice di valeriana è un ottimo modo naturale per aiutare a mantenere basso lo stress e la qualità della vita. La radice di valeriana elimina lo stress fisico e psicologico aiutando a mantenere i livelli di serotonina. I lievi effetti sedativi della valeriana sono utilizzati per promuovere il rilassamento e il sonno da almeno 2.000 anni.

Una meta-analisi di 16 studi e 1.093 persone ha scoperto che la valeriana ha migliorato la velocità di addormentarsi, la profondità e la qualità complessiva del sonno . In uno studio di 2 giorni su 27 pazienti anziani con problemi mentali, il 44% ha riportato un sonno perfetto e l’89% ha riportato un sonno migliorato utilizzando una preparazione di valeriana (contenente sesquiterpeni)

Inoltre, uno studio di un mese su 16 persone con insonnia ha scoperto che una singola dose di valeriana ha migliorato il tempo per raggiungere il sonno profondo e la sua durata.

Sono a tua disposizione con un Percorso Naturopatico

Insonnia

L’insonnia colpisce circa un terzo della popolazione adulta. Estratti delle radici della valeriana (Valeriana officinalis) sono ampiamente utilizzati per indurre il sonno e migliorare la qualità del sonno.

La ricerca si è concentrata su valutazioni soggettive dei modelli di sonno, in particolare la mancanza del sonno. La valeriana migliora il sonno se assunta di notte per periodi da una a due settimane negli individui con insonnia da lieve a moderata. Il trattamento con un estratto di erbe di radix valerianae ha dimostrato effetti positivi sulla struttura del sonno e sulla percezione del sonno dei pazienti con insonnia e può quindi essere raccomandato per il trattamento di pazienti con lieve insonnia psicofisiologia.

 

Effetto della valeriana sulla qualità del sonno nelle donne in post menopausa:

I disturbi del sonno riducono la qualità della vita. Circa il 50% delle donne in post menopausa sperimenta disturbi del sonno come l’insonnia. Terapie mediche complementari e alternative possono essere utili per la gestione dei disturbi del sonno tra le donne in post menopausa. Lo scopo del presente studio era quello di valutare gli effetti dell’estratto di valeriana prelevato di notte sul miglioramento della qualità del sonno nelle donne in post menopausa che sperimentano l’insonnia.

È stato segnalato un cambiamento statisticamente significativo nella qualità del sonno del gruppo d’intervento rispetto al gruppo placebo (P < 0,001). Inoltre, il 30% dei partecipanti al gruppo d’intervento e il 4% del gruppo placebo hanno mostrato un miglioramento della qualità del sonno (P < 0,001).

La valeriana migliora la qualità del sonno nelle donne con menopausa che stanno vivendo l’insonnia. I risultati di questo studio aggiungono supporto all’efficacia riportata della valeriana nella gestione clinica dell’insonnia.

Depressione

La radice di valeriana (Valeriana officinalis) contiene mono- e sesquiterpeni, e iridoidi. La valeriana non ha usi specifici nelle madri che allattano, ma è più comunemente usata per trattare l’ansia e i disturbi del sonno, e occasionalmente per l’autotrattamento della depressione  postpartum o della depressione. Non esistono dati sulla sicurezza e l’efficacia della valeriana nelle madri che allattano o nei neonati. In generale, la valeriana è ben tollerata, con effetti collaterali come vertigini, sbornia o mal di testa riportati occasionalmente. Poiché non esiste un’esperienza pubblicata con la valeriana durante l’allattamento al seno, può essere preferita una terapia alternativa, specialmente durante l’allattamento di un neonato .

Altri utilizzi :

 

  • Artrite reumatoide
  • Menopausa
  • HIV
  • Fibromialgia
  • Problemi digestivi: la valeriana viene utilizzata come rimedio casalingo per i crampi allo stomaco. Sebbene possa ridurre gli spasmi muscolari, le prove attuali non supportano l’uso della valeriana come aiuto digestivo .
  • Sindrome delle gambe senza riposo (RLS): uno studio di 8 settimane su 37 persone con Sindrome delle Gambe senza Riposo (RLS) ha scoperto che la valeriana ha migliorato significativamente i sintomi di RLS .
  • Salute cardiaca, rafforza i vasi sanguigni e migliora la loro elasticità .
  • Mal di testa

 

Non va assunta in concomitanza con :

  • Benzodiazepine, come il lorazepam
  • Barbiturici, come fenobarbital
  • Narcotici, come la codeina
  • Antidepressivi, come la fluoxetina (Prozac)
  • Antistaminici, come la difenidramina
  • Alcol

 

Un ottimo prodotto è Alato 17, disponibile qui ALATO 17 (lafenicesas.it)  o in farmacia

DiAlessandra Zarone

Il Garofano in Erboristeria e Floriterapia

Il Garofano in Erboristeria e Floriterapia

 

Mitologia:

Il garofano è  ampiamente  diffuso già in epoca rinascimentale. Una leggenda narra  che il garofano nacque da un capriccio di Diana: la dea cacciatrice, che si era innamorata di un pastore ma non poteva unirsi a lui poiché era votata alla verginità gli strappò gli occhi per impedirgli di vedere le altre donne e li gettò sul terreno dove spuntarono due garofani bianchi. Non a caso in francese garofano si dice proprio oeillet, occhiello.

Tradizione e Folklore:

Una leggenda cristiana vuole a sua volta che le lacrime di Maria, piangente alla vista del figlio crocifisso, si trasformassero cadendo al suolo in garofani bianchi. Un’altra racconta che i crociati di Luigi IX vennero decimati nel 1270 da un’epidemia mentre si trovavano a Tunisi: a molti di loro il re portò un liquore a base di garofano che ne alleviò le sofferenze. Il garofano (Dianthus, un genere che comprende 300 specie) ha genericamente simboleggiato Fedeltà Amore vivissimo, Eleganza. Ogni suo colore allude invece a un sentimento amoroso: il rosso vivo all’Amore impetuoso, lo screziato dice: Fidati di me, il rosa simboleggia l’Amore reciproco, il giallo lo Sdegno, il bianco la Fedeltà.

Garofano e utilizzi rinascimentali:

Nel 1500, medici senesi decantarono i loro effetti benefici sull’organismo tanto da asserire che i chiodi di garofano potessero curare stomaco, fegato e cuore.

Il nome deriva dalla forma che i boccioli della pianta di Eugenia caryphyllata assumono una volta essiccati, che ricordano appunto il garofano.

 

Le proprietà medicamentose del Garofano, Dhiantus:

  • Antiossidanti: contrastano l’invecchiamento e il formarsi dei radicali liberi, circa 80 volte di più di una mela.
  • Analgesiche e disinfettanti: viene utilizzato per lenire il mal di denti e disinfettare il cavo orale.
  • Antimicotiche :per combattere micosi delle pelle.Inoltre aiutano a conservare più a lungo il cibo e sono un’alternativa naturale alla canfora e altre sostanze chimiche contro le tarme.
  • Stimolante per la circolazione sanguigna, riduce il mal di testa, è un un potente antiossidante naturale contro l’azione dei radicali liberi.

Infuso di chiodi di garofano:

  • L’infuso di chiodi di garofano viene utilizzato per attenuare la nausea, l‘indigestione ed i disturbi intestinali, mentre l’olio essenziale, oltre a essere un valido antisettico contro i virus e le micosi, svolge un’efficace, azione anestetica.
  • Per un infuso dall’azione antibatterica più efficace aggiungete ai chiodi di garofano, timo, coriandolo, cumino e vaniglia e utilizzatelo per trattare micosi alle mani o ai piedi tramite pediluvi o maniluvi.

Tintura madre di chiodi di garofano:

  •  La tintura madre di Chiodi di Garofano è ottima per il mal di denti.
  • L’infuso di chiodi di garofano viene utilizzato sia per uso interno sia per uso esterno in caso di parassiti intestinali, micosi della pelle e delle membrane mucose.

Come preparare la Tintura Madre di Chiodi di Garofano:

Ingredienti:

20 gr di Chiodi di Garofano
100 ml di alcool 75° (formato da 78,1 ml di alcool 90° + 32,3ml di acqua)
Preparazione:

Il rapporto tra la la spezia e il solvente è di 1: 10.
Preparate la soluzione alcolica unendo l’alcool all’acqua, in modo che la gradazione scenda a 75°,come spiegato sopra.
In un recipiente ermetico mettete i chiodi di Garofano e ricopriteli con la soluzione idro-alcolica.Capovolgete il recipiente una volta al giorno per mescolare la soluzione. Lasciatela macerare per 10-15 giorni.
Infine con un colino setacciate la soluzione e conservatela in un recipiente di vetro preferibilmente scuro o comunque lontano dalla luce e fonti di calore.

Essenza floreale di Garofano:

L’essenza floreale di Garofano, libera dalle energie esterne parassitanti, creando uno scudo di protezione sull’aura e chiudendo i buchi eterici.
forza negli stati di debolezza, anche dopo lunga malattia, rinvigorisce cuore, fegato e stomaco.

Se vuoi approfondire questa tematica, commenta il mio articolo, se invece  necessiti di una consulenza naturopatica, clicca il link.

In base alla normativa in materia di privacy, si informa l’utente che questo sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari mirati, tuttavia utilizza cookie per l'analisi della navigazione nel sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Ok" permetti al loro utilizzo.

Chiudi