Archivio dei tag prevenzione naturale

DiAlessandra Zarone

Perchè rivolgersi a me?

Perchè rivolgersi a me?

Caro lettore, oggi ti spiegherò perchè rivolgersi a me, in qualità di Naturopata .Le consulenze mi permettono di fare domande specifiche e tu puoi fare qualsiasi domanda per comprendere meglio i tuoi disagi.


Il naturopata non si sostituisce al medico, una volta che hai una diagnosi, potrò istruirti su tutte le opzioni di trattamento disponibili . Potro’ darti  consigli dietetici, supplementi nutrizionali, rimedi a base di erbe, tutti finalizzati all’ottimizzazione della salute, attraverso un approccio olistico.
Quando si visita un naturopata, è importante determinare la causa principale dei problemi di salute. Senza conoscere la fonte, è più probabile che maschererai solo i sintomi e i tuoi disturbi potrebbero persistere.

Approccio olistico

Il mio approccio ai tuoi disagi è sempre delicato e rispettoso, valuterò i messaggi del tuo corpo e non mi limiterò ai sintomi, poichè il corpo è una rete complessa dove, in piena salute, ogni cosa è in sinergia. Quando un singolo aspetto della rete del corpo è fuori equilibrio, tende a influenzare l’intero sistema. Con la mia formazione olistica, sarò in grado di vedere dove c’è uno squilibrio e dove il trattamento può aiutarti a ritrovare a una salute ottimale.

Le persone spesso cercano un naturopata quando hanno provato ogni altra possibile via senza successo.Ti informo che nelle malattie croniche, i trattamenti potrebbero richiedere del tempo per avere un cambiamento visibile, i trattamenti sono mirati alla causa principale dei tuoi problemi di salute, e la guarigione i può richiedere del tempo. Se puoi avere pazienza, allora sentiti sicuro di essere nelle mani giuste quando prendi appuntamento da me.

Quando ci vedremo, avrai l’opportunità di sederti e prenderti del tempo per farmi sapere come ti senti, cosa stai passando e cosa sta succedendo al tuo corpo. Il colloquio e’ il momento in cui parlare loro delle tue preoccupazioni, quali sono state le tue esperienze passate e che

cosa esattamente stai cercando. Sarai trattato come persona e non cliente, potrai rilassarti e ti dedicherò tutto il tempo necessario, senza fretta .

Quando occorre rivolgersi a un naturopata?

  • Stai sempre male

Sembra che ogni due settimane hai una specie di raffreddore o infezione. Se sembra che il tuo sistema immunitario non funzioni correttamente, è probabile che non lo sia. Contattami per migliorare il tuo sistema immunitario, attraverso alimenti e rimedi erboristici.

  • Il tuo stomaco è sempre sottosopra

Una cattiva salute digestiva può essere un sintomo di molti problemi potrò aiutarti a scoprire. Che si tratti di una costante sensazione di gonfiore o di un bisogno urgente di usare il bagno, approfondiremo insieme per giungere scoprire le cause e trovare le soluzioni adatte alla tua

costituzione.

  • Ti senti depresso o ansioso

Vorrei precisare che non mi occupo di patologie psichiatriche ma posso fornirti rimedi naturali per migliorare il tuo stato emotivo, identificando le cause dello stress e suggerendoti rimedi a base di erbe.

  • I tuoi ormoni sono fuori controllo

L’acne adulta o un ciclo mestruale irregolare indicano che i tuoi ormoni sono in disequilibrio. La naturopatia ti offre rimedi a base di erbe e integratori nutrizionali che possono aiutare.

  • Vuoi un consiglio sugli integratori in base alle tue esigenze specifiche

I multivitaminici non sono una soluzione adatta a tutte le tue esigenze specifiche del corpo . Potrò aiutarti a conoscere quali oligoelementi aggiungere alla tua alimentazione e fornirti spunti per la tua alimentazione quotidiana.

  •  Vuoi una seconda opinione

Se la medicina convenzionale non sembra fornire terapie sono vantaggiose per te o contrarie alla tua ideologia, puoi rivolgerti a me per una consulenza e avere un punto di vista diverso su ciò che ti affligge.

  • Vuoi stabilire basi a lungo termine per la tua salute

Creare un insieme salutare di abitudini quotidiane è un passo necessario nella cura preventiva che ti porta sulla buona strada per la salute a lungo termine. Lavorare con un naturopata ti consente di creare un piano di trattamento personalizzato per raggiungere i tuoi obiettivi di salute anche in chiave futura.

  • Vuoi adottare un approccio naturale alla guarigione

Non tutti i disturbi richiedono una prescrizione di farmaci o antibiotici per essere curati. Se vuoi conoscere i rimedi naturali dell’antica tradizione ayurvedica o cinese, contattami.

  • Vuoi capire quali cibi sono adatti a te

Non sei sicuro di cosa mangiare. Non riesci proprio a limitarti nel cibo .

Posso aiutarti a mantenere uno stile di vita sano e ti sosterrò, con la corretta alimentazione, durante le fasi difficili della vita e i periodi di stress.Ti aiuterò a prenderti cura di te. Chiarirò i tuoi dubbi sulla salute e ti suggerirò come vivere in modo sano.

  • Soffri di problemi ciclici

Hai frequenti emicranie ma non vuoi assumere farmaci. Tendi a gonfiarti. I tuoi muscoli sono tesi . Il tuo cervello  è annebbiato.  Hai meno energia di quanto desideri. La naturopatia ha una soluzione per tutti. Solo perché il tuo sintomo non è un problema “reale”, secondo la medicina ufficiale,  non significa che devi imparare a conviverci.

  • Vuoi gestire una malattia cronica

Ti è già stata diagnosticata una condizione cronica e stai assumendo farmaci.

La naturopatia può aiutarti a gestire la tua malattia e aiutare il tuo corpo a ripristinare l’equilibrio, riducendo al minimo i sintomi ed evitando l’aggravamento dello stato cronico. Posso risalire alla causa della malattia e ridurre i disagi, aiutandoti a gestire i sintomi in modo naturale per rendere la tua vita più piacevole.

  • Sindrome Premestruale

Che ci crediate o no, il ciclo non dovrebbe essere doloroso, i crampi sono intensificati da una dieta sbilanciata e possono essere alleviati attraverso un programma di disintossicazione naturopatica.

  • Sollievo dalle allergie

Forse non sai che esistono alimenti e rimedi fitoterapici in grado di ridurre le allergie.

Ciò che ti chiedo…

Avrai bisogno di essere paziente poiché si tratta di un approccio olistico, molti trattamenti richiedono un cambiamento dello stile di vita e una iniziale disintossicazione del tuo corpo, in modo che il corpo possa iniziare un processo di guarigione. Potrebbero essere necessarie 6

settimane o più prima di iniziare a vedere miglioramenti  nei sintomi cronici, ma ne vale davvero la pena.

Ti aspetto!

Per approfondimenti e prenotazioni clicca  qui

 

DiAlessandra Zarone

L’antica via della guarigione

L’antica via della guarigione

La medicina egiziana  conosceva l’antica via della guarigione. Essa è racchiusa in diversi manoscritti di papiro relativi alla dodicesima dinastia, 2000 a.C. In questi scritti si afferma che era dovere dei faraoni mantenere la salute dei sudditi. Dall’antico scrittore Manetone, apprendiamo che il re Athotis della prima dinastia dei Thinites praticò la guarigione e scrisse opere di Anatomia. Tutti i grandi centri medici si trovavano nei capoluoghi lungo il Nilo, i santuari erano depositi di medicine, e in essi erano conservate liste di malattie e delle loro relative cure: quarantadue erano i libri ermetici conservati nel tempio di Ermopoli, di cui sei erano testi medici, contenenti formule e rimedi. Sulle pareti dei santuari sono state trovate iscrizioni e tavolette, allo scopo di commemorare  guarigioni miracolose, insieme a   statue e stele erette da ex pazienti,  riconoscenti per le cure ricevute dalla divinità . I metodi di guarigione nei giorni antichi consistevano in riti religiosi, cerimonie e formule speciali. Il tema della guarigione si concentrava intorno all’idea di espellere le azioni invisibili e malevoli che avevano causato le malattie.

Appelli agli dèi per ottenere  la cura della malattia erano fatti oralmente o per iscritto. Il prete / medico faceva l’esame e formulava una diagnosi, attraverso un cerimoniale. Il paziente formulava una dichiarazione sul problema, come ad esempio “Io (nome del paziente), sono un malato (con la denominazione della malattia o del problema)”. Il trattamento consisteva in incantesimi, preghiere e  qualche rimedio vegetale. Tutto ciò  aveva un significato simbolico che serviva a “colpire”la mente del paziente. Gli egiziani presumevano che il corpo fosse diviso in 36 parti, ognuna delle quali era sotto l’influenza di un certo dio:” Non c’è arto senza dio “(Papiro di Leida ) e invocavano questi di guarire le malattie degli arti.

La medicina greca

Dopo la caduta dell’Impero Romano nel V secolo, la maggior parte delle opere dei medici greci era andata perduta .

Nel XIV e nel XV secolo, tuttavia, gli europei occidentali hanno cominciato a riscoprire i testi scientifici e medici greci. Ciò è dovuto in parte alla scoperta di magazzini arabi di apprendimento, ubicati in Spagna e altrove durante le Crociate, così come all’immigrazione in Italia da parte di studiosi bizantini, in seguito alla caduta di Costantinopoli nel 1453.

A partire dalla fine del XI secolo, si nota l’arricchimento graduale dell’armadietto del medico bizantino con piante farmacologiche, come galanga, zedoaria e sandalo originarie di luoghi lontani come l’Himalaya e l’isola di Java. Ciò suggerisce che la medicina bizantina era estremamente dinamica e aperta all’influenza esterna.

Gli antichi greci pensavano che ammalarsi  fosse una forma di punizione degli dèi per qualcosa che avevano o non avevano fatto. Questa mentalità rimase vera fino a quando il medico greco classico Ippocrate non spostò la visione della medicina greca antica dalla spiritualità alla logica scientifica.

Antiche vie  di guarigione

Olivo per l’acne
I greci affermano che in Grecia i primi alberi di olio crescevano quando la dea Atena piantò un seme nel terreno che subito germogliò in un bel olivo. Le donne antiche greche utilizzavano l’olio per proteggere dai danni del sole oppure schiacciavano le foglie degli ulivi per farne una maschera per la pelle. La maschera ha contribuito a curare l’acne e altre irritazioni cutanee.

 

 

La barbabietola per l’anemia
Poiché la barbabietola ha un’elevata quantità di ferro, gli antichi greci l’ hanno usata per curare l’anemia. Consigliavano di mangiare regolarmente barbabietole e berne il succo per aumentare il numero di globuli rossi.

Menta per emicranie
Non solo utilizzarono la menta in aromaterapia, a causa del suo aroma rilassante, ma anche per alleviare le emicranie e i dolori allo stomaco.

Trattamenti con alcol, miele e cannella per freddo e influenza
Consumavano una bevanda alcolica chiamata “tsipouro”. Aggiungevano cannella e miele per alleviare i sintomi del freddo e dell’influenza. Questo è ancora oggi praticato in alcune famiglie.

Fieno greco per disturbi respiratori
Utilizzavano questa erba per stimolare la digestione del loro bestiame e dei loro cavalli. Il saggio e innovativo Ippocrate aveva intuito altri usi per questa erba e ne incoraggiò l’uso per il trattamento di emorragie respiratorie, tosse e tubercolosi.

Finocchio per perdita di peso e dolore articolare
Il finocchio era considerato un espettorante naturale per combattere la tosse.

Sotto forma di tisana a base di erbe aiutava nella perdita di peso, crampi e u dolori muscolari e articolari.

Cumino per colica
Il Cumino era una delle spezie più popolari per cucinare e contrastare la formazione di gas .

Semi di lino per i gas intestinali
Utilizzati comunemente nei tempi antichi come ai giorni odierni, i semi di lino aiutavano  la digestione ed erano prescritti dai medici greci dell’antichità.

Se vuoi approfondire la tematica  salute naturale, liberarti da piccoli disturbi come quelli citati , prevenire malanni di stagione, sentirti bene con il tuo corpo, prenota una Consulenza Naturopatica nel mio Studio o comodamente via Skype.

DiAlessandra Zarone

La Curcuma in Ayurveda e Medicina Cinese

La Curcuma in Ayurveda e Medicina Cinese

Caro lettore, oggi ti parlerò degli utilizzi della Curcuma in Ayurveda e Medicina Cinese.

Curcuma L., 1753 è un genere di pianta appartenente alla famiglia Zingiberaceae, comprendente oltre 90 specie.

 

Curcuma in Medicina Cinese

La Curcuma, chiamata Jiang Huang in Medicina Cinese, cura i meridiani di milza, stomaco e fegato. Rinvigorisce il sangue, favorendone il movimento, sblocca la mestruazione e il dolore addominale, allevia amenorrea e dismenorrea con dolore o gonfiore. Espelle il vento.

Curcuma in Ayurveda

La Curcuma è usata in Ayurveda per equilibrare vata, pitta e capha, anche se in eccesso, può aggravare però pitta e vata. Ha un particolare effetto benefico per rasa e rakta dhatu (sistema circolatorio). Accelera anche agni (fuoco), aiutando a ridurre kapha e ama (tossine e muco). Il suo gusto amaro, pungente e riscaldante, permettono di far fluire l’energia ristagnante, rimuovendo le scorie. La Curcuma, conosciuta anche come Haridra, si dice dia l’energia della Madre Divina e infonda la prosperità. Spesso in India la radice di curcuma viene scolpita con l’effigie di Ganesha, divinità che invoca la forza per superare gli ostacoli, conferendo prosperità e successo . La curcuma è anche popolare nelle tradizioni yogiche, in quanto viene usata per pulire i canali sottili e i chakra ed è tradizionalmente utilizzata per sostenere i legamenti nelle pratiche Hatha Yoga.
Molti indiani iniziano la loro giornata spazzolando i denti, strappando la lingua e poi bevendo un bicchiere di acqua calda con un cucchiaino di curcuma come misura preventiva.
E’ pratica comune in India applicare la Curcuma sulla pelle come trattamento di bellezza .
La Curcuma è disponibile in polvere, compresse ed estratti liquidi. La polvere è versatile in quanto può essere usata nella cottura, come integratore o come pasta. La Curcuma è nella maggior parte dei piatti indiani. Brucia facilmente quando viene aggiunta direttamente all’olio caldo e dà al cibo un colore dorato scuro e un forte gusto amaro.

Organi e funzioni principali :

Gli organi principali che tratta curcuma sono il cuore, il fegato e i polmoni. Ha funzione anti ipertensiva, anti-tumorale, antiallergica, antiossidante, antisettica, antispasmodica, astringente, cardiovascolare, carminativa, colagoga, digestiva, diuretica, stimolante.

Usi terapeutici della curcuma:

  • anemia
  • cancro
  • diabete
  • digestione
  • avvelenamento alimentare
  • calcoli biliari
  • indigestione
  • parassiti
  • cattiva circolazione
  • infezioni
  • ferite
  • tosse
  • leucorrea
  • pus nelle orecchie
  • aiuta a regolare il sistema riproduttivo femminile, purifica l’utero e il latte materno.
  • purifica il seme maschile
  • detossifica il fegato
  • riequilibra i livelli di colesterolo
  • combatte le allergie
  • potenzia il sistema immunitario
  • migliora la carnagione

Anemia

Prendere ogni giorno 1 cucchiaino di succo di Curcuma mescolato al miele.

Asma

Bollire 1 tazza di latte con 1 cucchiaino di polvere di Curcuma. Bere caldo.

Scottature
Mescolare 1 cucchiaino di Curcuma con 1 cucchiaio di gel di aloe e applicare sulla parte bruciata.

Congiuntivite

Mescolare 1 cucchiaio di curcuma cruda e grezzo in 1/3 tazza d’acqua. Fare bollire e filtrare, . 2-3 gocce di questa miscela possono essere inserite in ogni occhio fino a 3 volte al giorno.

Carnagione

Applicare una pasta di curcuma sulla pelle prima di coricarsi letto e lavare dopo alcuni minuti. Al mattino, rimuovere tutte le tinte gialle rimanenti con una pasta di farina di ceci e olio.

Problemi dentali

Mescolare 1 cucchiaino di curcuma con ½ cucchiaino di sale. Aggiungere olio di senape per fare una pasta. Strofinare i denti e le gengive con questa pasta due volte al giorno.

Diabete

½-1 cucchiaino di curcuma deve essere assunta ad ogni bevanda 3 volte al giorno.

Diarrea

Prendere 1/2 cucchiaino di polvere e o di succo in acqua, 3 volte al giorno.

Dolore
Mescolare 1 cucchiaino di Curcuma e 2 cucchiaini di zenzero con acqua e farne una pasta. Spalmare sull’area interessata e fasciare.

Altri usi

  • È un ingrediente cosmetico in quanto migliora la la pelle.
  • Respinge gli  insetti.
  • L’inalazione del fumo calma tosse, asma e raffreddamento nasale

Orecchie, Occhi, Naso e Bocca

La polvere curcuma, con allumina, viene soffiata nell’orecchio per trattare l’otorrea cronica.
Aiuta a purificare la mente e il cervello. Un decotto a base di curcuma e acqua, viene usata per curare la congiuntivite. Immergere un panno nel decotto e coprire l’occhio, ciò aiuta ad alleviare anche il dolore.

E’ utile in caso di:

  • dispepsia
  • metabolismo lento
  • aiuta a digerire le proteine
  • calma il sistema digestivo, liberandolo da di gas e distensione: basta prendere un cucchiaio di curcuma e mescolare in una tazza di yogurt subito dopo il pranzo.

Sanguinamento rettale:

Per interrompere il sanguinamento rettale, prendere 2 o 3 cucchiai di curcuma ogni mezz’ora finché il sanguinamento non si arresta, di solito in un’ora.

E utile perchè:

  1. invigorisce e purifica il sangue.
  2. lenisce i disturbi, soprattutto di Pitta e Kapha. Il suo calore allevia Vata e Kapha. Una dose elevata aggrava Pitta.
  3. aiuta a trattare i legamenti e riparare lesioni. Difatti il calore del fegato è legato alla debolezza dei tendini e dei legamenti.
  4. pulisce il sistema linfatico
  5. asciuga l’umidità e aumenta il calore
  6. e’ un potente rimedio per l’artrite
  7. stimola il flusso biliare e ne previene i calcoli
  8. elimina eczema, orticaria, psoriasi e acne, prurito e problemi cutanei, in caso di pelle secca e atona.
  9. è un tonico cardiaco, la sua attività anti-piastrinica impedisce la coagulazione del sangue.
  10. è un antisettico che libera l’intestino da batteri e muco.
    cura ulcere e coliti
  11. e’ un rimedio per prevenire l’Alzheimer.
  12. distrugge tutti gli accumuli addominali.
  13. cura endometriosi e fibromi, cancro e cisti.
  14. previene la gotta,l’artrite reumatoide, l’osteoartrite.
  15. riduce il dolore localmente in caso di contusioni.
  16. le inalazioni di fumo di curcuma riducono il singhiozzo.
  17. è un anti-veleno per i morsi di serpente Cobra.
  18. ha potenti proprietà antiossidanti.
  19. mantiene in equilibrio la flora dell’intestino

Controidicazioni:

Non utilizzare in gravidanza, con altri anti-coagulanti, anti-piastrinici e inibitori. Fare attenzione quando sono presenti i calcoli biliari. Attenzione in caso di eccesso di Pitta / Vata.

Alessandra Zarone Donadoni

E vietata la riproduzione anche parziale del suddetto articolo. Qualsiasi versione diffusa nel web non è stata autorizzata.

In base alla normativa in materia di privacy, si informa l’utente che questo sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari mirati, tuttavia utilizza cookie per l'analisi della navigazione nel sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Ok" permetti al loro utilizzo.

Chiudi