Archivio dei tag fertilità maschile

DiAlessandra Zarone

Le numerose proprietà dell’inositolo

Le numerose proprietà dell’inositolo

Gli Studi clinici effettuati sulla vitamina B, vitamina D e metilfolato hanno scoperto l’utilità dell’inositolo sui disturbi umorali, insieme agli acidi grassi omega-3, acido eicosapentaenoico e acido docosaesaenoico nella depressione unipolare e bipolare. Gli acidi grassi Omega-3 sono utili nelle donne in gravidanza con depressione maggiore e non hanno effetti avversi sul feto. Colina, inositolo, 5-idrossi-L-triptofano e N-acetilcisteina sono efficaci nei pazienti bipolari. Le terapie ayurvediche,  omeopatiche e le terapie olistiche migliorano i sintomi della depressione  da lieve a moderata. Alcuni esperimenti hanno mostrato che dosi farmacologiche di inositolo periferico invertono gli effetti comportamentali del litio negli animali e gli effetti collaterali del litio nell’uomo. In un successivo studio di 1 mese, a gruppi paralleli, in doppio cieco e controllato con placebo su 28 pazienti, l’inositolo è risultato  efficace come terapia unica per la depressione.

Attacchi di panico

Il mio-inositolo è un isomero naturale di glucosio . Uno studio incrociato in doppio cieco, controllato ha confrontato l’effetto dell’inositolo con quello della fluvoxamina nell’attacco  di panico. Venti pazienti hanno completato 1 mese di inositolo fino a 18 g/giorno e 1 mese di fluvoxamina fino a 150 mg/giorno. Nel primo mese, l’inositolo ha ridotto il numero di attacchi di panico a settimana (media e SD) di 4,0 (2) rispetto a una riduzione di 2,4 (2) con fluvoxamina (p = 0,049).

Ovaio policistico

Studi condotti nell’ultimo decennio hanno dimostrato che alcuni pazienti con sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) hanno una sensibilità all’insulina anomala (resistenza all’insulina), indipendentemente dal sovrappeso o dall’obesità. Ciò induce il rischio di sviluppare diabete di tipo 2 in tali pazienti PCOS. L’uso di sensibilizzanti all’insulina (cioè metformina), riduce tali compromissioni metaboliche e più ormonali. Poiché la metformina spesso induce effetti collaterali, sono state proposte nuove strategie integrative per trattare la resistenza all’insulina, come l’uso di inositoli. Tali composti sono rappresentati principalmente nell’uomo da due stereoisomeri inositolo: mio-inositolo (MYO) e d-chiro-inositolo (DCI). MYO è il precursore del trifosfato di inositolo, un secondo messaggero che regola l’ormone stimolante della tiroide (TSH) e fsh così come l’insulina. Il DCI deriva dalla conversione del mio-inositolo attraverso una via insulino-dipendente.

La sindrome dell’ovaio policistico (PCOS) è caratterizzata da iperandrogenismo. È stata prestata attenzione al ruolo dei mediatori inositolo-fosfoglicano (IPG) dell’azione insulinica e prove crescenti suggeriscono che una carenza di D-chiro-inositolo (DCI) contenente IPG potrebbe essere alla base della resistenza all’insulina, frequente nei pazienti PCOS. E stato effettuato un trattamento di 8 settimane con mio-inositolo (MYO) al dosaggio di 2 g di giorno in un gruppo di pazienti PCOS obesi. Dopo l’intervallo di trattamento l’indice di massa corporea (BMI) e la resistenza all’insulina sono diminuiti insieme all’ormone luteinizzante (LH), LH / FSH e insulina.

Infertilità maschile

Nel corso degli anni sono stati effettuati diversi studi, sia in vitro che in vivo. Il mio- inositolo è stato utilizzato principalmente per trattare i problemi di fertilità negli uomini con oligoasthenoteratozoospermia (OAT), un disturbo che include tutte e tre le principali alterazioni dello sperma, vale a dire basso numero di spermatozoi (oligozoospermia), ridotto movimento dello sperma (Asthenozoospermia) e spermatozoi malformati (teratozoospermia. Il mio-inositolo  può agire direttamente a livello mitocondriale  e aumentando il numero di spermatozoi .Come conseguenza correlata, è stato osservato che l’MI ha diversi effetti benefici sui parametri degli spermatozoi di coppia, come motilità, morfologia, capacità. Studi clinici hanno dimostrato che il completamento dell’MI aumenta il numero di spermatozoi, la motilità progressiva e il conteggio degli spermatozoi, sia nei pazienti normospermici che in quello OAT sottoposti a procedure di fecondazione in vitro.

Inositolo e alimentazione

L’inositolo è una sostanza che si trova naturalmente nel melone, negli agrumi e in molti alimenti ricchi di fibre (come fagioli, riso integrale, mais, semi di sesamo e crusca di grano).

L’inositolo non è ufficialmente riconosciuto come vitamina, perché è sintetizzato dal glucosio dai batteri all’interno del nostro intestino. Sebbene l’inositolo venga sintetizzato dal corpo, gli esseri umani hanno bisogno di fonti esterne:  il mio-inositolo e il d-chiro inositolo. Gli studi indicano che la maggior quantità di mio-inositolo si trova in frutta e verdura fresca (al contrario dei prodotti alimentari congelati o in scatola).

L’inositolo è spesso indicato come vitamina B8, ma in realtà non è una vitamina. È un tipo di zucchero che :

  • Influenza la risposta all’insulina e diversi ormoni associati all’umore e al sistema cognitivo.
  • Ha anche proprietà antiossidanti che combattono gli effetti dannosi dei radicali liberi nel cervello, nel sistema circolatorio e in altri tessuti corporei.

 Si trova  nella carne e nelle uova, arance, pesche e pere, banane, nei cereali e nel grano non raffinato, legumi e germogli, peperoni, pomodori, patate e asparagi,  verdure a foglia verde, noci e semi.

Il D-chiro-inositolo, esafosfato di inositolo (spesso indicato come “IP6”) e il mio-inositolo composto sono gli integratori di inositolo più utilizzati. Sono generalmente considerati sicuri se assunti  in modo appropriato.

Colesterolo

Inositolo è indicato per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue o per avere capelli sani. Se assunto con vitamina E, l’inositolo riduce i danni al sistema nervoso, causato dal diabete. Questo rimedio è stato anche identificato come agente anti ansia, utilizzato nel  trattamento dell’irritabilità e della schizofrenia.

Inoltre, alcuni ritengono che l’inositolo rallenti la progressione del morbo di Alzheimer e prevenga determinati tumori .

Insonnia

L’insonnia è spesso legata a varie condizioni psichiche  come depressione e disturbi d’ansia. In uno studio su 100 individui sani, sono stati valutati i livelli di serotonina in relazione ai gradi di insonnia e depressione. È stata riscontrata una forte correlazione tra insonnia, depressione e bassi livelli di serotonina. La serotonina è chiaramente il denominatore comune poiché svolge ruoli sia nei cicli dell’umore che in quello del sonno / veglia. Pertanto, la capacità dell’inositolo di aumentare la sensibilità del recettore della serotonina può essere la ragione per cui è in grado di indurre sonno e migliorare determinate condizioni psichiche. La sicurezza dell’inositolo lo rende una raccomandazione primaria per tutte le fasce d’età. L’inositolo ha la capacità di influenzare positivamente la serotonina .

 

Inositolo è indicato in caso di:

  • ansia
  • depressione
  • diabete
  • sindrome metabolica
  • attacchi di panico
  • sindrome dell’ovaio policistico
  • fertilità maschile

A tua disposizione con un percorso naturopatico

 

Un ottimo prodotto è Alato 13, disponibile qui o in farmacia

 

In base alla normativa in materia di privacy, si informa l’utente che questo sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari mirati, tuttavia utilizza cookie per l'analisi della navigazione nel sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Ok" permetti al loro utilizzo.

Chiudi