Rimedi naturali per il morbo di Crohn

DiAlessandra Zarone

Rimedi naturali per il morbo di Crohn

Rimedi naturali,  cause e suggermenti:

Il morbo di Crohn e’ provocato dal fumo, infezioni virali e batteriche, alterazioni della flora intestinale e possono influire fattori psicosomatici, come stress, traumi, allergie alimentari. La malattia può essere gestita modificando le abitudini errate e adottando un giusto regime alimentare per cui: non fumate, limitate il consumo di alcol, mangiate una grande quantità di frutta e verdura che sono facilmente digeribili e sono delicati per il colon e l’intestino; consumare molte fibre, in modo da contrastare la stitichezza e consentire alle viscere di funzionare correttamente; seguire una dieta povera di grassi, ridurre lo zucchero, rimanere attivi, praticando un regolare esercizio fisico che mantiene il corpo bilanciato, brucia le calorie, aumenta l’energia e aiuta la digestione.

Apparato digestivo

Alcuni esempi di rimedi naturali:

 

 

Morbo di crohnLa vite comune o vite euroasiatica (Vitis vinifera L., 1753). In Oceania in Australia e Nuova Zelanda. Oltre alle note proprietà diuretiche, rinfrescanti, dietetiche e antinfiammatorie, le foglie e i viticci raccolti durante l’estate sono ritenuti un ottimo depurativo del sangue, particolarmente adatto ai sofferenti di gotta e artrosi, mentre i fiori e i frutti spesso sono utilizzati per aromatizzare le tisane.

 

Morbo di CrohnLa liquirizia (Glycyrrhiza glabra L., 1758). La tradizione popolare attribuisce alla radice di liquirizia diverse proprietà digestive, antinfiammatorie, depurative, diuretiche e protettive della mucosa. Le foglie dalle proprietà cicatrizzanti, antibatteriche e antinfiammatorie vanno usate fresche.

Morbo di Crohn cipollaLa cipolla (Allium cepa L.). Nel medioevo le cipolle avevano grande importanza come cibo, tanto che erano usate per pagare gli affitti e come doni. I medici prescrivevano le cipolle per alleviare il mal di capo, per curare i morsi di serpente e la perdita dei capelli. Il suo contenuto in quercetina , aiuta a ridurre l’infiammazione.

Morbo di crohn altea comuneL’altea comune (Althaea officinalis L., 1753).La sua ricchezza di mucillagini la rende adatta per trattare le mucose irritate.

  • morbo di crohn primulaOlio di Primula: È stato verificato che gli acidi grassi essenziali hanno la capacità di ridurre i livelli di prostaglandina. L’olio di Primula è ricco di questo acido linoleico.

 

Se ti interessa approfondire questo argomento o chiedere informazioni rispondi a questo articolo, oppure contattami comodamente anche da casa tua tramite skype per un consulto naturopatico nel quale possiamo prevenire e risolvere il tuo problema.

 

Se questo articolo è stato interessante condividi. Basta un click.Share on Google+
Google+
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Pin on Pinterest
Pinterest

Info sull'autore

Alessandra Zarone administrator

Dott.ssa Alessandra Zarone Laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso IULM, Milano. Diploma in Naturopatia Psicosomatica presso Riza, Milano, con una tesi dal titolo: “Dagli antichi erbari alla floriterapia: influsso greco-romano e celtico in Edward Bach, druido e medico di Myddvai”, con votazione 30 e lode. Nel Dicembre 2012 mi sono specializzata in Floriterapia conseguendo un Master in Floriterapia Psicosomatica, condotto dalla Dott.ssa Marilena Zanardi . Ciò che mi piace approfondire è la Floriterapia vibrazionale psicosomatica: "Per me è importante ritornare all'origine della Floriterapia e dell'Erboristeria, studiando approfonditamente gli antichi erbari per riapplicare con la conoscenza di oggi l'esperienza persa nei secoli, ma soprattutto mettendo in pratica il metodo di Bach, tramite solarizzazione dei fiori, nella preparazione delle mie miscele attraverso un metodo dedicato alla persona".

1 commento finora

Rimedi naturali per il morbo di Crohn – Studio …Pubblicato il4:53 pm - Gen 23, 2016

[…] Rimedi naturali per il morbo di Crohn. Se ti interessa conoscere di cosa si tratta e come prevenirlo leggi questo articolo.  […]

Per pubblicare un commento, devi accedere

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

In base alla normativa in materia di privacy, si informa l’utente che questo sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari mirati, tuttavia utilizza cookie per l'analisi della navigazione nel sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Ok" permetti al loro utilizzo.

Chiudi