Griffonia nella medicina tradizionale e folclorica

DiAlessandra Zarone

Griffonia nella medicina tradizionale e folclorica

Griffonia nella medicina tradizionale e folclorica

Griffonia simplicifolia (M. Vahl ex DC.) Baill., comunemente noto come Griffonia, è un legume africano di significativa attività farmacologica. È originario dell’Africa occidentale e centrale, ma si trova principalmente in Ghana, Costa d’Avorio e Togo. Il seme di G. simplicifolia ha occupato l’attenzione in tutto il mondo per diversi decenni e ha trovato moderne applicazioni terapeutiche grazie alla sua alta concentrazione di 5-idrossil-Ltriptofano (5-HTP), un precursore diretto della serotonina. È usato nel trattamento della depressione, dell’obesità, dell’insonnia, della fibromialgia, dell’emicrania e migliora le funzioni cognitive. Oltre al seme, l’estratto fogliare di G. simplicifolia è anche usato per il trattamento della malaria, dei problemi alla vescica e ai reni, per alleviare la stitichezza, come afrodisiaco e rimedio per la tosse.

Nella medicina tradizionale, un decotto delle foglie viene preso contro i problemi di stomaco e la blenorrea. Le foglie macerate sono usate come condimento sopra gli edemi e sono prese come afrodisiaco. La cenere di foglie viene applicata esternamente per trattare le fratture ossee.

La corteccia viene applicata alle piaghe sifilitiche, le foglie sono usate come afrodisiaci, per tosse, stitichezza, occhi infiammati, radici in polvere per trattare l’anemia falciforme e masticazione dello stelo per afrodisiaco; il colorante nero è ottenuto dalle foglie. Le foglie macinate l’infertilità maschile. Protegge la pelle dagli insetti.

Antiossidante

I radicali liberi svolgono ruoli fisiologici vitali nel corpo umano, ad alte concentrazioni, provocano stress ossidativo e deterioramento delle biomolecole cellulari. Il sistema di difesa antiossidante aiuta ad eliminare i radicali liberi in eccesso per proteggere l’organismo dagli insulti ossidativi. Griffonia elimina i radicali liberi.

Il 5-idrossitriptofano (5-HTP) è un farmaco clinicamente efficace contro depressione, insonnia, obesità, mal di testa cronico, ecc. È prodotto commercialmente solo dall’estrazione dai semi di Griffonia simplicifolia.

I semi di Griffonia simplicifolia Baill., un arbusto tropicale originario dell’Africa occidentale, sono ricchi di 5-idrossi-L-triptofano (5-HTP), un precursore diretto nella sintesi della serotonina (5-HT).

L’estratto di semi di Griffonia simplicifolia esercita un effetto ansiolitico.

Rimedio adatto per coloro che soffrono di depressione e insonnia, in quanto aumenta il sonno REM.

 

Un ottimo rimedio che contiene  Griffonia è Alato 24, disponibile qui o in farmacia.

ALATO 24 (lafenicesas.it)

 

Info sull'autore

Alessandra Zarone administrator

Dott.ssa Alessandra Zarone Laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso IULM, Milano. Diploma in Naturopatia Psicosomatica presso Riza, Milano, con una tesi dal titolo: “Dagli antichi erbari alla floriterapia: influsso greco-romano e celtico in Edward Bach, druido e medico di Myddvai”, con votazione 30 e lode. Nel Dicembre 2012 mi sono specializzata in Floriterapia conseguendo un Master in Floriterapia Psicosomatica, condotto dalla Dott.ssa Marilena Zanardi . Ciò che mi piace approfondire è la Floriterapia vibrazionale psicosomatica: "Per me è importante ritornare all'origine della Floriterapia e dell'Erboristeria, studiando approfonditamente gli antichi erbari per riapplicare con la conoscenza di oggi l'esperienza persa nei secoli, ma soprattutto mettendo in pratica il metodo di Bach, tramite solarizzazione dei fiori, nella preparazione delle mie miscele attraverso un metodo dedicato alla persona".

Lascia una risposta