Sorbus, varietà e tradizione folclorica

DiAlessandra Zarone

Sorbus, varietà e tradizione folclorica

Sorbus, varietà e tradizione folclorica

Sorbus americana Marsh., American mountain Ash

Gli indiani d’America usavano il tè di frutta matura per lo scorbuto, i vermi, un tè a base di corteccia interna o gemme per raffreddori, debilitazione, bolle, diarrea, tonsillite, come purificatore del sangue, stimolante dell’appetito, astringente, tonico.

I frutti di una specie correlata, Sorbus aucuparia sono stati usati in modo simile, per emorroidi, difficoltà urinarie, indigestione.

Sorbus cashmiriana

È un albero che si trova nel Kashmir e nell’Himalaya occidentale, la sua corteccia è usata nella medicina popolare per curare nausea e malattie cardiache. Le bacche di questa pianta sono un rimedio per lo scorbuto.

Sorbus  commixta, distribuita principalmente in Corea, Giappone e Cina ha anche un uso popolare di lunga data. La sua corteccia viene usata per bronchite, asma o tosse, i frutti sono usati come gargarismi per le infezioni della gola o come lassativo, mentre la corteccia del gambo è un agente anti-aterosclerosi ed espettorante. Inoltre, nelle comunità locali nella Corea del Sud, foglie, gambo e frutti sono tradizionalmente usati come decotto o tè nei disturbi del fegato. La gente della provincia di North Jeolla (Corea) raccomanda il o decotto di gambo nell’asma e nella tubercolosi polmonare. I frutti sono indicati nella tosse e nel comune raffreddore.

Oltre a S. commixta, la corteccia di un’altra specie che cresce in Corea, vale a dire S. amurensis, usata in questa regione come espettorante. In Cina, due specie sono state apprezzate come agenti medicinali soprattutto nei disturbi delle vie respiratorie: S. tianschanica è una medicina tradizionale nel trattamento di asma, dispnea, miociti ventricolari e gastrite. Un’altra specie che si trova a crescere spontaneamente nel nord della Cina, S. pohuashanensis, è raccomandata nella tracheite cronica, nell’edema e nella tubercolosi polmonare.

Europa

Sorbus domestica, ha un uso medicinale tradizionale ben documentato nell’area del bacino del Mediterraneo. Questa specie è anche una pianta medicinale popolare della Turchia. Nella provincia di Kırklareli, il decotto di foglie di S. domestica è usato per trattare prostatite, diabete, nefrite , disturbi della cistifellea, diarrea, calcoli renali, colesterolo. Inoltre, il decotto di corteccia è un rimedio per il mal di stomaco o le ulcere e, infine, la frutta fresca viene applicata come agente antidiarroico. In Anatolia centrale, la popolazione beve un tè di foglie di S. domestica per trattare bradiuria e calcoli renali. I frutti sono usati come agenti astringenti, diarroici e antidiabetici dal popolo di Xanthi, mentre in Serbia sono usati come tonico.

Un’altra specie, rimedio naturale molto popolare contro vari disturbi sia in Europa che in Asia è S. aucuparia, comunemente chiamato albero di sorbo. Le bacche rosse sono raccomandate nella medicina popolare per trattare emorroidi, ipertensione, infezioni del tratto respiratorio, reumatismi e gotta. In Lituania (distretto di Kaišiadorys) i preparati delle bacche venivano somministrati per via orale in caso di costipazione e tosse, mentre il decotto di corteccia veniva usato come lavaggio delle ferite. La corteccia di S. aucuparia è stata utilizzata in Estonia per trattare le malattie tumorali.

I preparati fatti dalle foglie dell’albero di sorbo, oltre ad essere indicati nella cura del   cancro, sono stati utilizzati anche in problemi gastrointestinali o prostatite. Infine, le infiorescenze sono state utilizzate come agenti diuretici e antinfiammatori.

Altre due specie di Sorbus, apprezzate nella medicina tradizionale europea, sono S. torminalis e S. aria (whitebeam). In entrambi i casi, le foglie sono utilizzate come medicinale, il decotto ricavato dalla prima specie è tradizionalmente usato in Turchia per curare il diabete o il mal di stomaco, mentre li secondo è usato come agente antidiarroico.

Nord America

La corteccia di S. decora, una specie originaria del Nord America, viene utilizzata per alleviare i sintomi legati al diabete dalle popolazioni Eeyou Istchee Cree del Quebec, in   Canada.

Anche la corteccia di S. americana è un rimedio tradizionale nelle regioni boreali del Canada, dove è raccomandato nel trattamento del diabete e delle sue complicanze. Le bacche ottenute da diverse specie di Sorbus, oltre al loro uso medicinale, sono note per il loro valore nutrizionale che è anche ben documentato. I frutti di S. commixta e S. pohuashanensis sono consumati in Asia come rinfresco o in conserve, il primo è usato per produrre vino di campagna. Le bacche di S. aucuparia sono prodotte commestibili molto popolari soprattutto in Europa. Sono spesso consumati crudi o trasformati in marmellate, vini ecc. I frutti di S. aucuparia, S. intermedia e S. rupicola sono ingredienti del pane in Estonia. Le bacche di S. torminalis e S. intermedia vengono consumate in conserve o crude, dopo fermentazione naturale o conservazione. I frutti di S. aria vengono trasformati in bevande alcoliche, aceto e marmellate. Infine, S. domestica ha valore nutrizionale in Spagna, Erzegovina meridionale e Xanthi.

E un rimedio utile in caso di disturbi della vescica, angina e altri problemi coronarici.

Sorbus aucuparia (Rosaceae) Cenere di montagna orientale . Ha corteccia rossastra, foglie composte, grappoli di piccoli fiori bianchi e grappoli di frutta arrossata-arancia rotonda (bacche). Conosciuto anche come Rowan.

La cenere di montagna cresce nei boschi di tutto l’emisfero settentrionale. Viene anche coltivato come albero ornamentale. Parte usata: frutti. Il frutto contiene tannini, sorbitolo, acidi malico e sorbico, zuccheri e vitamina C. I semi contengono glicosidi cianogenici, che, in una reazione a contatto con l’acqua, producono l’acido prussico estremamente velenoso.

Nelle Highlands scozzesi, si credeva che questo albero fosse un antidoto affidabile alla stregoneria. Gli Highlander lo piantavano vicino alle loro case e i mandriani credevano che proteggesse il loro bestiame potessero proteggerli dalle influenze malvagie. Il frutto è stato a lungo utilizzato per fare conserve e bevande alcoliche.

Azioni e usi medicinali

Rimedio astringente, viene spesso consumato come marmellata o infuso, per trattare la diarrea e le emorroidi. Inoltre, gli infusi possono essere utilizzati come gargarismi per il mal di gola e come lavaggio per trattare le emorroidi e le perdite vaginali eccessive.

Attenzione: Rimuovere i semi tossici prima di utilizzare il frutto come medicinale o alimento.

Un ottimo prodotto, contenente Sorbus, è Alato 32, utile in caso di stasi venosa, varicosità, varici, tromboflebiti, emorroidi. Stasi linfatica arti inferiori. Ulcere varicose. Sensazione di gambe dure, pesanti, gonfie.

E’ disponibile qui ALATO 32 (lafenicesas.it) o in farmacia

Info sull'autore

Alessandra Zarone administrator

Dott.ssa Alessandra Zarone Laureata in Lingue e Letterature Straniere Moderne presso IULM, Milano. Diploma in Naturopatia Psicosomatica presso Riza, Milano, con una tesi dal titolo: “Dagli antichi erbari alla floriterapia: influsso greco-romano e celtico in Edward Bach, druido e medico di Myddvai”, con votazione 30 e lode. Nel Dicembre 2012 mi sono specializzata in Floriterapia conseguendo un Master in Floriterapia Psicosomatica, condotto dalla Dott.ssa Marilena Zanardi . Ciò che mi piace approfondire è la Floriterapia vibrazionale psicosomatica: "Per me è importante ritornare all'origine della Floriterapia e dell'Erboristeria, studiando approfonditamente gli antichi erbari per riapplicare con la conoscenza di oggi l'esperienza persa nei secoli, ma soprattutto mettendo in pratica il metodo di Bach, tramite solarizzazione dei fiori, nella preparazione delle mie miscele attraverso un metodo dedicato alla persona".

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: