Archivio per Categoria Uncategorized

DiAlessandra Zarone

A Natale regalati o regala Armonia con un Consulto Naturopatico Olistico

A Natale regalati o regala Armonia con un Consulto Naturopatico Olistico

In medicina cinese, Jing è l’essenza che incarna in sè l’origine e la meta del nostro essere. Si tratta di una sostanza o di energia che viene dai nostri genitori e da esso, la nostra crescita e lo sviluppo si verificano. Il cofanetto energetico vene conservato nei reni, se questi sono deboli, Jing sarà debole e si potrà soffrire di l’infertilità, avere aborti spontanei, spermatozoi di bassa qualità, impotenza, libido bassa, così come mal di schiena, incanutimento precoce dei capelli, o scarsa memoria e concentrazione.
Ciò che è necessario è una tranquillità interiore in mezzo a qualsiasi frenesia esterna nella vostra vita. Questo correre tutto il tempo non solo ci rende stressati ma ci esaurisce e consuma Jing.
Jing è consumato anche attraverso traumi importanti come infortuni o gravi malattie. Eventi come questi attingono profondamente alle riserve vitali.
Gli uomini possono consumare Jing attraverso l’eiaculazione perché Jing è legato strettamente ai processi riproduttivi. In Medicina Cinese, agli uomini con scarso Jing e debolezza renale, è raccomandato di limitare l’attività sessuale, compresa la masturbazione, e ad avere rapporti sessuali con il loro partner durante il periodo fertile.

consulto naturopatico olistico desio

Come recuperare l’energia vitale e conservarla:

La disintossicazione è importante perché può letteralmente invertire i sintomi della malattia e cambiare la nostra vita. Ci sono molti diversi tipi di protocolli di disintossicazione ed è importante trovare uno che funziona bene per noi, a seconda della nostra tipologia, dell’organo dominante, si seguiranno programmi detox differenti.
Il fegato, intestino piccolo, i reni, e del colon sono i principali organi coinvolti nel sistema di disintossicazione del corpo.

Non è necessario fare una pulizia corporea drastica, a base di succhi, della durata di 30 giorni o di qualche bevanda composta da acqua e frutta, per ottenere i benefici della disintossicazione.
A seconda delle dimensione d’organo a cui apparteniamo, seguiremo un programma ad ogni cambio di stagione, con modalità diverse, coadiuvati da fitoterapici diversi .

Rene :

Se soffri di aumento della produzione di urine, infezioni urinarie ricorrenti, nausea , stanchezza immotivata, i tuo reni stanno comunicandoti un disagio che non va sottovalutato, necessiti di un periodi detossinante.

 

Puoi scegliere un programma detossinante personalizzato per :

  1. Rimuovere i rifiuti / detriti e sostanze chimiche tossiche (conservanti, coloranti artificiali, pesticidi, erbicidi, ecc) dal colon e altre cellule del corpo.
    2. Migliorare la digestione (rimozione di materiale putrido associata a gas, e cattivi odori corporei.
    3. Riequilibrare l’apparato intestinale.
    4. Aumentare i livelli di energia e favorire una sensazione di benessere.
    5. Aumentare l’assorbimento dei cibi.
    6. Aumentare l’efficienza dei sistemi del corpo e funzioni degli organi.

Intestino:

Sintomi di disagio intestinale :
Stanchezza, sovrappeso, allergie alimentari, irritabilità d’umore, alito cattivo, raffreddore frequente, gonfiore addominale, sapore metallico in bocca, emorroidi, infezioni quali candida.
per depurare l’intestino occorre ripristinare la flora batterica.

Polmoni:

Sintomi di intossicazione :

Naso che cola spesso, tosse secca o grassa costante, senso di oppressione al petto, febbre, occhi arrossati. I  tuoi polmoni stanno dicendoti che è necessario un periodo detossinante.

Pelle:

Se la tua pelle manifesta gonfiori, sudorazione diffusa, mani e piedi costantemente sudati, desquamazioni, forfora, acne, eczema, orticaria, verruche, psoriasi, herpes labiale e genitale, dermatite.
La tua pelle sta manifestando la necessità di seguire un programma depurativo.

Quando il nostro corpo è intasato di scorie, lo manifesta anche con :

Dolori ai legamenti, alle ossa, contratture, dolori muscolari, artriti, periartriti, tendiniti, fibromialgia, osteoporosi, ernia del disco.

E’ necessario drenare con una corretta alimentazione , in sinergia a corretti rimedi erboristici, che aiutano gli organi emuntori a liberarsi dalle impurità accumulate, facilitando di conseguenza, anche la digestione.

E’ fondamentale riequilibrare il ph , ossia, l’acidità o la basicità dei liquidi, all’interno del nostro organismo.

Quando il nostro corpo è in eccesso di acidità manifesteremo infezioni croniche, dermatiti, stanchezza immotivata e scarsa concentrazione, frequenti cefalee, insonnia, gonfiore e stipsi, problemi circolatori, colesterolo alto, rischio di infarto, problemi ossei e articolari, emicrania, diabete, nervosismo, caduta dei capelli, disturbi renali.

consulto naturopatico olistico Alessandra Zarone naturopata desio in studio o via Skype

I fattori inquinanti:

Prodotti per la casa, tra cui detergenti, candeggianti, detergenti ammoniaca, e deodoranti che contengono sostanze chimiche potenti.
I prodotti per la cura personale spesso contengono sostanze pericolose.
Il tuo prato: i trattamenti che uccidono gli insetti e le erbacce possono danneggiare le cellule del corpo.
Il vostro ambiente di lavoro: questo può includere fumi di benzina, gasolio, vernici, diluenti, detergenti industriali e simili, insieme a gas apparentemente innocui su pavimento e mobili.
Le componenti degli imballi :queste sostanze chimiche possono buttare fuori equilibrio i livelli ormonali.

Se ti ritrovi in alcuni disagi descritti e desideri purificare i tuoi organi, prenota una Consulenza in Promozione , da GIOVEDI’ 6 DICEMBRE A Giovedì 27 DICEMBRE , a sole 39,90 euro in Studio presso Associazione Culturale La Via Del Bambu’ a Desio oppure via Skype.

DiAlessandra Zarone

Disarmonia di Swadhisthana chakra e disturbi femminili

Disarmonia di Swadhisthana chakra e disturbi femminili

ll surrene è talvolta coinvolto nella disarmonia di Swadhisthana chakra e nei disturbi femminili. E’ una ghiandola endocrina che, come suggerito dal nome, è situata sopra il rene. Si tratta, in realtà, di due piccole ghiandole (4-6 grammi), di forma piramidale, presenti bilateralmente a destra e a sinistra.
Le ghiandole surrenaliche sono costituite per il 90% da una zona più esterna (zona corticale) e per il 10% da una più interna (zona midollare). La zona corticale produce determinati ormoni (aldosterone, cortisolo e ormoni sessuali); la zona midollare, invece, produce altri ormoni (adrenalina e noradrenalina).
Tutti questi ormoni svolgono delle funzioni molto importanti; sono fondamentali, infatti, nelle risposte acute agli eventi stressanti e improvvisi, nello sviluppo dei caratteri sessuali, o addirittura nell’impedire una caduta per terra quando si passa dalla posizione sdraiata a quella eretta.

Le ghiandole surrenaliche, quindi, sono indispensabili per la sopravvivenza. Infatti, chi è stato sottoposto ad asportazione chirurgica di entrambi i surreni deve necessariamente effettuare una terapia sostitutiva, cioè deve prendere dei farmaci che sostituiscano, in tutto e per tutto, gli ormoni che normalmente vengono prodotti dai surreni.
Le ghiandole surrenaliche, inoltre, possono causare dei disturbi, nel caso in cui funzionino o troppo o troppo poco; le cause di queste disfunzioni sono molteplici, variano dalle condizioni più benigne a quelle più aggressive.
L’iperfunzione dei surreni si può manifestare in diversi modi. Nel caso della Sindrome di Cushing prevalgono l’obesità addominale con arti sottili, volto lunare, presenza di smagliature rosse sull’addome, ipertensione arteriosa e astenia.
L’iperproduzione di ormoni sessuali può verificarsi sia in età infantile che adulta (sindromi adrenogenitali) e, nelle donne, si manifesta con irregolarità mestruali e con la comparsa di peli in aree dove quest’ultimi normalmente non dovrebbero essere presenti.

E’ importante riportare in equilibrio queste funzioni ghiandolari, attraverso oligoterapia, fitoterapia, floriterapia, cromoterapia e alimenti adatti al riequilibrio psicofisico.

Sintomi di stanchezza surrenalica :

I sintomi includono svogliatezza e mancanza di energia, specialmente al mattino. Le persone che soffrono di affaticamento surrenalico amano anche fare un sonnellino pomeridiano per “ricaricare le batterie”. Sembrano sempre mancare l’energia di cui hanno bisogno per svolgere i compiti quotidiani della vita. Spesso bramano cibi ricchi di carboidrati, zucchero e caffeina. Un altro sintomo della stanchezza surrenalica è non riuscire a dormire abbastanza. Per qualche ragione, l’affaticamento surrenale si presenta più spesso nelle donne rispetto agli uomini. Alcuni studi dimostrano che l’affaticamento surrenalico può anche essere collegato alla fibromialgia e all’ipotiroidismo.

L’affaticamento surrenale è una condizione fisica in cui le ghiandole surrenali non sono in grado di produrre quantità adeguate di ormoni necessari per una corretta funzione del corpo. Questa mancanza di ormoni provoca cambiamenti nel metabolismo dei carboidrati, delle proteine ​​e dei grassi del corpo, nell’equilibrio dei liquidi e degli elettroliti, nel cuore e nel sistema cardiovascolare e persino nel desiderio sessuale. Il risultato di questo squilibrio comporta che l’individuo viva le normali sollecitazioni quotidiane come opprimenti, con conseguente esaurimento che non sembra mai essere alleviato, indipendentemente dal riposo. Non è possibile vedere la stanchezza surrenalica, poiché non ci sono sintomi visibili, tuttavia si tratta di una condizione paralizzante e devastante. Gli individui che soffrono di affaticamento surrenale possono sembrare e sembrare sani, ma si sentono come la loro energia e la vita sta scivolando via.

Cause di affaticamento surrenale

La causa alla base dell’affaticamento surrenale è uno stress continuo non risolto. Lo stress può essere emotivo, mentale, fisico o esterno, così come cattiva alimentazione, tossicità da metalli pesanti, shock estremi e traumi emotivi, eccessivo esercizio fisico, traumi fisici, lavoro troppo duro senza abbastanza riposo, eccessivo consumo di stimolanti come caffè, tè, tabacco e droghe, uso eccessivo di terapie cortisoniche, mancanza di sonno o infezioni. Sfortunatamente, il corpo reagisce allo stesso modo alle minacce reali e immaginarie. Per esempio, la costante preoccupazione per la fine di una relazione può causare eccessivo stress alle ghiandole surrenali con conseguente soppressione del sistema immunitario . Il pensiero ha un impatto importante sulla salute surrenale e quindi sul benessere generale. Quando il cervello interpreta un evento come minaccioso (stressante) le ghiandole surrenali iniziano a funzionare e segnalano al sistema nervoso di prepararsi a combattere o fuggire. Anche se l’evento stressante può essere finito, il corpo continua a combattere. Quando questo stato di emergenza viene mantenuto per lunghi periodi di tempo, le riserve corporee si esauriscono, il sistema immunitario e le ghiandole surrenali sono indeboliti.

Durante le prime fasi di affaticamento surrenale, il corpo produce una quantità eccessiva di cortisolo per far fronte alla costante lotta o risposta allo stress. Livelli elevati di cortisolo possono causare obesità, aumento del colesterolo e della pressione sanguigna, alterazioni della chimica del cervello che causano depressione e ansia, insulinoresistenza e osteoporosi. Se non si riesce ad affrontare lo stress, le ghiandole surrenali diventano così esauste che non sono più in grado di produrre una quantità adeguata di cortisolo o altri ormoni necessari per mantenere la normale funzione fisiologica. L’affaticamento surrenale può diventare una condizione cronica, quindi per evitarlo, in primo luogo, è importante ascoltare il proprio corpo. In caso di stanchezza, è inutile cercare di ribellarsi a ciò che il corpo sta dicendo. Bisogna fermarsi e riposare.

Medicina Cinese

In Medicina Cinese, le ghiandole surrenali fanno parte dell’elemento acqua e sono correlate all’energia dei reni che “immagazzinano l’Essenza”. L’Essenza presiede allo sviluppo, alla salute, alla riproduzione. Ciò che può essere definito genetico è sinonimo di ancestrale. Però oltre alla genetica il Qi e l’Essenza vengono influenzati dall’età e dalla salute dei genitori, dalle condizioni in gravidanza e durante il parto, dal periodo post-parto in cui si è legati con un filo invisibile al Qi materno (primi 6 mesi). Tutto ciò influisce sul Qi originario e sull’Essenza del neonato. Perciò la salute sarà influenzata in modo vario dalle circostanze. Il Qi originario e l’Essenza non possono essere accresciuti, ma possono essere conservati e integrati tramite la respirazione e l’alimentazione. Perciò per conservare l’Essenza è necessaria la moderazione: evitare di sovraffaticarsi, evitare lo stress, evitare le droghe e gli eccitanti, mangiare e fare attività fisica moderata e regolare, respirare correttamente e mantenersi mentalmente tranquilli.

I Reni controllano l’Acqua:

lo yang del rene controlla lo scarico dell’acqua in eccesso da parte della Vescica.
Lo yin consente agli organi e ai tessuti di trattenere l’acqua necessaria per mantenerli lubrificati e idratati.

Lo Yang del Rene ha il compito di promuovere l’azione :

  • Dà calore e attiva lo yang di Milza e Cuore.

Lo Yin del Rene ha il compito di promuovere il rilassamento :

  • Dà freschezza e stabilità e attiva lo yin di Fegato, Cuore e Polmone

In Psicosomatica, la paura dei reni è quella della fuga, è la paura animale di essere mangiati, di essere aggrediti, uccisi, che si tratti di un serpente, un drago o qualsiasi altra forma di vita non importa, essa è la prima paura fondamentale del corpo fisico, quella su cui si lavora in questo seminario. E questa trascina con sé tutta un’altra serie di paure che sono paure di emozioni, paure di ricordi, che sono però di tipo secondario.

Sintomi di stanchezza surrenale:

Sensazione di freddo
Ansia
Infezioni croniche di basso grado
Diminuzione del desiderio sessuale
Sudorazioni notturne
Minzione notte
Depressione
Fibromialgia
Mal di testa
Ipoglicemia
Incapacità di concentrarsi
Aumento delle allergie
Insonnia
Sensazione di testa vuota
Dolore lombare nella zona renale e sacro
Bassa pressione sanguigna
Debolezza muscolare
Scarsa memoria
Scarsa traspirazione
Sensibilità alla luce, rumore, tocco, movimento.
Sensazione totale di esaurimento
Aumento di peso o perdita.
Sentirsi sopraffatto da piccole cose
Nausea

Un approccio fitoterapico:

Il secondo chakra è chiamato Svadhishthana, che significa “dimora del sé”. È associato al colore arancione, all’elemento acqua e al senso del gusto. Questo chakra allinea la persona con gli organi procreativi, il bacino, il sacro e le piante dei piedi. I modelli di squilibrio associati a questo centro energetico sono stagnazione creativa, paura, sterilità, lussuria, inerzia e ricordi somatici inconsci.

Se desideri una Consulenza in  Naturopatia con Medicina Cinese, Fitoterapia, Floriterapia, Oligoelementi , volto alla soluzione di questi disagi psicofisici, contattami.

DiAlessandra Zarone

Autostima e Floriterapia

Caro lettore,

oggi parliamo di Autostima e di come la Floriterapia possa aiutare ad affrontare questo problema.Un’essenza a me molto cara è Ranuncolo Il suo nome, nella lingua latina, significa piccola rana. Una connotazione dovuta, è abbastanza chiaro, al fatto che i ranuncoli spesso nascono in luoghi umidi e paludosi. Nel linguaggio dei fiori vengono associati sia ad un fascino di tipo malinconico che ad una bellezza languida. Tutto ciò è dovuto al loro  aspetto: le diverse specie, sebbene presentino diverse disposizioni di petali, posseggono tutte un lato comune: la capacità di ammaliare con la loro lucentezza una volta esposte al sole.

Ranuncolo, Bouton D’Or, Buttercup:

E’ indicato per poca autostima che si esprime con timidezza e insicurezza, poca sicurezza nell’esprimere sentimenti e convinzioni interiori.Si tratta di un senso di inconsapevolezza delle proprie capacità, svalutazione di sè stessi, complessi di inferiorità dovuti alla non consapevolezza del proprio valore. Sono persone che se non corrispondono agli standard che la società presuppone, diventano complessate. È importante che non si giudichino gli standard convenzionali al conseguimento del successo, piuttosto bisogna riconoscere ed accettare la propria unicità di individuo.

Questa insicurezza e sottovalutazione fa in modo che si assumano atteggiamenti per attirare l’attenzione degli altri e la loro approvazione, quindi si diventa dipendenti dal giudizio altrui. Oppure può succedere che si inibiscano i propri desideri ed aspirazioni per vergogna, timidezza, paura del fallimento. L’essenza floreale è utile anche in caso di handicap fisici che si vivono come complessi. Buttercup è l’essenza floreale che aiuta l’anima a comprendere e sostenere la sua bella luce interiore che diviene una fonte di guarigione e pace. Si giunge così all’ accettazione del valore della propria vita, della propria vocazione o del proprio stile di vita fino a sentirsi all’altezza degli altri e degli standard sociali.

 

Ranuncolo è ..

  1. Per chi si sminuisce, non crede nel proprio valore, esprime timidezza nel mostrare le proprie doti con gli altri.Utile per il bambino che ha scarsa stima di sè, soprattutto quando si sente di poca importanza per la propria famiglia. Utile anche per chi – per chi ha la tendenza continua a mostrarsi come un bambino piccolo e vulnerabile .
  2. Per le donne che considerano inferiore il ruolo tradizionale femminile in base ai modelli della società attuale.
  3. Per accettare il proprio destino soprattutto quando si pensa di non aver raggiunto una posizione sociale importante.L’essenza aiuta a sentirsi più fiduciosi e degni di avere qualche cosa da esprimere quando si comunica con gli altri, quando si crede che il proprio lavoro o il proprio contributo “non contino” .
  4. Adatto in menopausa quando ci si sente “prosciugate”, senza valore, con scarsa stima di sè stesse perchè si ha un’immagine di sè di donna vecchia.

Se desideri affrontare in modo naturale le tematiche descritte, prenota ora una Consulenza in Floriterapia Psicosomatica.

 

 

DiAlessandra Zarone

Tutto ciò che non sai sull’olio di Palma

Tutto ciò che non sai sull’olio di Palma

 

L’olio di palma è vitale nella vita delle popolazioni che vivono ai tropici, così come l’olio di oliva per i popoli mediterranei.

Utilizzi terapeutici:

L’olio di palma fresco è l’antidoto più comune per i veleni ingeriti dai popoli indigeni della Nigeria sud. È efficace solo prima che il veleno sia assorbito nella circolazione sistemica. L’olio di palma è l’ingrediente di cottura più diffuso in questa zona. Di conseguenza, diventa il primo aiuto in caso di avvelenamento. I bambini sono costretti a bere una grande quantità di olio per rigurgitare il veleno o neutralizzare il suo effetto.
Già nel tardo 1980, l’olio di palma rosso era ancora in uso per il trattamento delle ferite e dei tagli freschi. Qui i metalli di ferro vengono riscaldati a caldo, tenuti vicino alla ferita e l’olio di palma rosso viene versato sul ferro caldo e fatto gocciolare molto caldo sulle ferite. Le eruzioni cutanee, morbillo, bolle e pruriti sono alcune delle infezioni cutanee trattate con l’ olio di palma rossa. Gli abitanti  locali strofinano l’olio di palma rossa per ridurre i dolori associati ad ascessi. A volte l’olio viene applicato da solo, altre volte, viene miscelato con alcune erbe e altri materiali . Per generazioni l’olio di palma rosso è stato utilizzato sia come alimento sia come rimedio medicinale . Anche ora, gli scienziati stanno cominciando a riconoscere il valore della preziosa pianta nel trattamento e nella prevenzione di diverse malattie.

L’albero di palma è conosciuto come Elaeis Guineensis, si pensa che l’olio di palma provenga dall’Africa occidentale. Tuttavia, i consumi di olio di palma in Egitto risalgono a oltre 5000 anni fa.
Contiene una miscela equilibrata di grassi mono insaturi e polinsaturi saturi, che forniscono sostanze nutritive superiori a qualsiasi altra fonte vegetale. Come l’olio di cocco, l’olio di palma è ricco di Trigliceridi che mobilitano i depositi di grasso corporeo, aumentano il tasso metabolico e sono una grande fonte di energia.
L’olio di palma è una ricca fonte di antiossidanti, specialmente di vitamina C e la salute della vitamina E sono ampiamente conosciuti, è meno noto il fatto che contenga  la vitamina E.
Questi antiossidanti naturali combattono i radicali liberi, l’artrite, l’aterosclerosi, il cancro, l’ Alzheimer, limitano i danni durante un attacco cardiaco.

L’olio di palma rosso fornisce non solo acidi grassi essenziali per una corretta crescita e sviluppo, ma è ricco di vitamine, antiossidanti e altri fitonutrienti importanti per una buona salute. Ad esempio, il colore rosso deriva dai caroteni come il beta carotene e il licopene – le stesse sostanze nutritive contenute nei pomodori e nelle carote .
I caroteni sono importanti nutrienti e potenti antiossidanti. Sono anche importanti perché il corpo può trasformarli in vitamina A, nutriente essenziale. La carenza di vitamina A può causare cecità di notte, indebolire le ossa, ridurre l’immunità e alterare negativamente l’abilità di apprendimento e la funzione mentale.
Secondo il Dr. Egbuehi, l’olio rosso è la fonte dietetica più ricca di carotene, alfa-carotene pro vitamina A. Ha 15 volte più caroteni delle carote e 300 volte più rispetto ai pomodori. Questo lo ha reso una risorsa valida nel trattamento della carenza di vitamina A. Un cucchiaino al  giorno di olio di palma rosso fornisce ai bambini la quantità quotidiana di vitamina A.

Gli studi mostrano che l’aggiunta di olio di palma rossa nella dieta può raddoppiare o triplicare la quantità di vitamina A nel latte materno. I bambini non solo assumono la vitamina A ma anche altri importanti nutrienti. Oltre al beta-carotene e al licopene, contiene almeno 20 altri caroteni insieme alla vitamina E, alla vitamina K e al Co10, acidi fenolici e glico lipidi.
L’olio di palma rosso è un integratore alimentare naturale. L’esaurimento della quantità di antiossidanti aumenta il rischio di diabete e cancro.
L’olio di olio di palma riduce i danni ossidativi ed aumenta aumenta il numero di antiossidanti ed gli enzimi nel corpo.
Gli enzimi antiossidanti sono la principale componente di difesa dei sistemi biologici sia negli esseri umani che negli animali. Gli antiossidanti endogeni sono sistemi di difesa che  proteggono le cellule dai danni da radicali liberi.

L’olio di palma e gli ingredienti a base di olio di palma da palmo si trovano in circa il 50% dei prodotti sugli scaffali dei supermercati, compresi gli alimenti e i prodotti non alimentari. L’olio di palma in molti paesi viene utilizzato come semplice olio da frittura.

Noccioli di palma

Le persone che attraversano le regioni costiere dell’Africa Occidentale e Centrale e dell’America Centrale e del Sud si nutrono di noccioli, considerati cibo sacro da oltre 4.000 anni e per buona ragione.

Secondo la storia del cibo di Cambridge World “Il dibattito sul fatto che   l’olio di palma è un grasso tropicale malsano, continua a persistere in alcuni circoli ..è difficile per i produttori di olio di palma contrastare questa concezione poiché il prodotto aveva poca o nessuna immagine pubblica tra i paesi occidentali e asiatici ..”

Tuttavia, questa immagine sembra stia  cambiando, in quanto l’olio di palma ha guadagnato notevole attenzione negli ultimi anni negli ambienti naturali e nella ricerca.

Gli inconvenienti dell’olio di palma rossa:

Tutto è iniziato circa un decennio fa nei primi anni 2000, in quella che sembra essere la ricerca indipendente. I ricercatori dell’Università di Monash (Australia) e dell’Università di Uyoin (Nigeria) hanno iniziato ad analizzare i componenti chiave che rendono l’olio di palma così unico ed entrambi hanno tratto conclusioni straordinariamente simili:
È uno dei pochi frutti grassi in esistenza, ha un ruolo sostanziale nella dieta umana ed è il secondo olio vegetale più consumato al mondo. È diverso dagli altri oli vegetali e animali nella sua composizione di acidi grassi (50% saturi, 40% insaturi e 10% polinsaturi) in quanto non promuove l’aterosclerosi o la trombosi arteriosa.

L’ olio di palma è anche caricato con i seguenti fitonutrienti: Carotenoidi (caroteni alfa, beta e gamma) Gli steroli (sitosterolo, stigmasterolo e campesterolo) La vitamina E (tocoferoli e tocotrienoli) antiossidanti, acidi fenolici e flavonoidi . I benefici per la salute derivanti dall’ olio di palma includono il rischio ridotto di una varietà malattie, tra cui: Il morbo di Alzheimer, trombosi arteriosa, aterosclerosi, cancro, cataratta, decadimento cognitivo degenerazione maculare, aggregazione piastrinica (coagulazione del sangue),
ipercolesterolemia (livelli di colesterolo elevato), ipertensione (pressione sanguigna alta), carenza di vitamina A.

Olio di palma fresco e ossidazione

L’olio di palma può essere venduto fresco o a diversi livelli di ossidazione. L’ossidazione è il risultato dell’elaborazione dell’olio per vari scopi culinari. Tuttavia, una considerevole quantità di olio di palma comunemente usata è nello stato ossidato, che pone potenziali pericoli alle funzioni biochimiche e fisiologiche del corpo.
A differenza dell’olio di palma fresco, l’olio di palma ossidato comporta tossicità , problemi al sistema riproduttivo, intossicazione del rene, del polmone, del fegato e del cuore. In contrasto con l’olio di palma ossidato, l’ olio di palma rosso  raffinato a livelli moderati nella dieta degli animali da laboratorio, ha dimostrato di promuovere sostanze nutritive, causa un aumento del peso corporeo, dà energia agli  enzimi metabolizzanti epatici (fegato), consente l’emoglobinizzazione delle cellule rosse e migliora il sistema immunitario.
E’ importante evitare l’olio di palma trattato e idrogenato perchè gli incredibili vantaggi sanitari dell’olio di palma sono completamente annullati a causa di questo processo dannoso che prolunga la durata di conservazione.

Effetti positivi sull’infiammazione e lo stress ossidativo

Alla fine del 2013, la rivista BMC Complementary and Alternative Medicine ha pubblicato uno studio che ha valutato l’attività antiossidante tramite l’applicazione orale di estratto di foglie di palma da olio (OPLE) nei topi con diabete. Solo 4 settimane dopo l’assunzione di una dose relativamente alta negli animali, gli scienziati hanno osservato che OPLE ha cominciato a migliorare la disfunzione renale e la fibrosi, che sono comunemente associati al diabete.
Hanno anche notato che i marcatori di stress ossidativo el’ infiammazione, direttamente correlati a cancro e malattie cardiache, hanno cominciato a diminuire. Anche se i medici sono esitanti ad annunciare che l’olio di palma è il nuovo trattamento per queste malattie mortali, questo tipo di ricerca sta facendo scalpore.
Nel 2011, i ricercatori dell’Ohio State University Medical Center hanno deciso di determinare la potenza dell’ α-tocotrienolo, la più potente componente neuroprotettiva della Vitamina E. Hanno osservato alcuni risultati piuttosto sorprendenti. Hanno hanno scoperto che un integratore arricchito da tocotrienolo da 200 mg ha significativamente ridotto le lesioni indotte da ictus nel cervello. Questo ci dice che gli alimenti ricchi di vitamina E come l’olio di palma rossa possono aiutare a proteggere il cervello dall’attacco ischemico. Gli scienziati hanno anche notato che l’olio di palma rosso ha indotto una nuova crescita dei vasi sanguigni, che a sua volta fornisce un’ulteriore protezione per il cervello e il cuore durante un attacco.

Alessandra Zarone Donadoni

E vietata la riproduzione anche parziale del suddetto articolo. Qualsiasi versione diffusa nel web non è stata autorizzata.

DiAlessandra Zarone

Convolvolo, rimedio per riequilibrio del sistema nervoso

Convolvolo, rimedio  per riequilibrio del sistema nervoso

Un tema a me molto caro, per motivi di famiglia, che mi ha indotto ad approfondire studi specifici, dalla Medicina Cinese all’Ayurveda, su queste problematiche tanto diffuse.

Convolvolo, è un rimedio per le malattie degenerative, Il cui nome scientifico convolvulus deriva dal latino convolvere, arrotolarsi; il nome della specie
sepium chiarisce le sue preferenze, le siepi . Da questa specie sono derivate le belle varietà a fiori colorati che trovano impiego nei giardini per mascherare le reti di recinzione .Convolvolo e malattie del fegato, epilessia, batteri, malattie virali, indicata per il sistema nervoso centrale (SNC) consulto naturopatico www.blognaturopatia.com

Medicina popolare 

Dai tempi più lontani il convolvolo è ricercato, perché si usano le radici e foglie per la loro proprietà lassative. I medici arabi del medioevo usavano la radice per curare l’itterizia . Un autore dell’XI secolo considera il convolvolo un rimedio contro le febbri infettive. In Germania , ancora oggi, viene usato per preparare un infuso, con le foglie, efficace per curare la leucorrea ; inoltre, le foglie essiccate e ridotte in polvere, conservano per lungo tempo le proprietà curative.
In Spagyria, il onvolvolo ha funzionalità primaria lunare e verginiana.

  • E’ un purgante intestinale e si utilizza nelle insufficienze epatiche
  • E’ un ottimo calmante del sistema neurovegetativo: si lasciano cinque grammi di foglie in un litro di acqua bollente per cinque minuti. Se ne bevono quindi tre tazze al giorno, di cui una a digiuno.

convolvolo e malattie degenerative ,prevenzione, consulto naturopatico e floreale www.blognaturopatia.com

Il Convolvulus pluricaulis Choisy ( C. pluricaulis ) è una pianta perenne che sembra manifesti la gloria mattutina . Tutte le parti della pianta sono note per possedere benefici terapeutici .

Convolvolo è utilizzato a livello locale nella medicina indiana e cinese per la cura di vari disequilibri :

 

 In Ayurveda per :

  •  tosse cronica
  •  insonnia
  •  epilessia
  •  allucinazioni
  •  ansia

convolvolo e malattie degenerative ,prevenzione, consulto naturopatico e floreale www.blognaturopatia.com

Il C. pluricaulis è un rimedio nella medicina indigena, che lo utilizza per disequilibri  del fegato, epilessia, batteri, citotossici e malattie virali, indicata per il sistema nervoso centrale (SNC) . I metaboliti isolati in laboratorio hanno mostrato un vivo effetto farmacologico, tanto che questo rimedio è risultato molto valido per il SNC, in sostituzione di ansiolitici, tranquillanti, antidepressivi, antistress, malattie neurodegenerative, amnesie, antiossidante, ipolipemizzante, immunomodulante, analgesico, antimicotico, antibatterico, antidiabetico, antiulcera , anticatatonico, tonico cardiovascolare. Tutte le parti della pianta sono noti per le proprietà terapeutiche .

convolvolo e malattie degenerative ,prevenzione, consulto naturopatico e floreale www.blognaturopatia.com

Essenza floreale di Convolvolo:

 

  • E’ indicata per il sistema neurovegetativo. Questa essenza agisce ristrutturando il sistema neuro vegetativo danneggiato, nella sclerosi multipla, ALS, Alzheimer, Parkinson, autismo, paralisi.
  • Per persone che sono state costrette a ascrivere con la mano destra, pur non essendo destrimani. 
  • Aiuta a compiere scelte difficili, in casi in cui la persona ha un blocco psicosomatico a livello di stomaco, difficoltà a metabolizzare gli eventi.
  • Dovrebbe essere assunta in casi in cui il sistema nervoso simpatico domina su quello parasimpatico, poiché ciò porta a lesioni e accumuli di adrenalina in tutto il corpo.
  • Adatta per donne che hanno subito violenze domestiche
  • Per coloro che sono affetti dalla  Sindrome di Stoccolma
  • Fobie per ragni possono essere curate con questa essenza
  • Fa emergere la vera natura della persona, la parte non conformista
  • Per gli adolescenti che devono uscire dall’infanzia, l’essenza aiuta ad  assumere un ruolo più adulto, consentendo di fare sentire la loro voce.
  • Per coloro che necessitano sostegno, poiché pressati da situazioni sociali stagnanti, l’essenza permette di acquisire una  nuova visione sugli eventi esterni.
  • Adatto per ambientalisti e attivisti sociali.

convolvolo e malattie degenerative ,prevenzione, consulto naturopatico e floreale www.blognaturopatia.com

Se desideri approfondire le tematiche trattate, prenota una Consulenza Naturopatica in Studio o via Skype, in omaggio una miscela floreale adatta a te.

DiAlessandra Zarone

Centaurea, rimedio indicato nella prevenzione delle neoplasie

Centaurea, rimedio indicato nella prevenzione delle neoplasie

Questo articolo può esservi utile nella prevenzione delle neoplasie. Non è scritto a caso ma dedicato a mia zia Rita, che purtroppo è mancata anni fa… quando ancora non ero a conoscenza di certi rimedi…

Centaurea nella Mitologia

 

ll nome botanico, centaurea, fu attribuito alla pianta da Linneo nel 1737, tale nome trova la genesi nella figura mitologica del centauro Chirone, creatura metà uomo e metà cavallo, caro amico del re degli dei, Zeus, e maestro di molte divinità.
Secondo l’antica leggenda Chirone era il centauro a cui Zeus aveva donato l’immortalità, un giorno, però, venne colpito con una freccia avvelenata, ad una zampa, da Hercules. Chirone che non poteva morire, per via della sua immortalità, e non poteva più rimettersi in piedi, a causa del veleno che aveva in corpo, riuscì, dopo una lunghissima sofferenza grazie alle sue sconfinate conoscenze a guarire, sul finire della primavera, preparando un impacco di fiori di fiordaliso appena sbocciati.

Centaurea, rimedio indicato nella prevenzione delle neoplasie www.blognaturopatia.com
Nel linguaggio dei fiori e delle piante simboleggia la leggerezza e la dolcezza. Secondo la tradizione europea donare un fiordaliso vuol dire amicizia sincera, mentre secondo le tradizioni orientali il fiordaliso è il fiore che gli innamorati donano alle loro amate come in augurio di ottenere la felicità.

Centaurea, rimedio indicato nella prevenzione delle neoplasie www.blognaturopatia.com

La concezione spagyrica e le proprietà terapeutiche della Centaurea

 

La funzione primaria è gioviniana, agisce su:

  • organi maschili
  • vene
  • fegato
  • ipofisi

La funzione secondaria sagittariana governa l‘Ipotalamo. In Spagyria viene utilizzata come febbrifigo .

Nella tradizione popolare viene definita “scacciafebbre”,”erba china”,”fiele di terra”, poichè ha sapore amaro.

Centaurea, rimedio indicato nella prevenzione delle neoplasie www.blognaturopatia.com

  • E ‘un ottimo decongestionante de fegato, in quanto appartiene al segno del Sagittario, di conseguenza le sue proprietà si ripercuotono sulll’ipotalamo- che regolarizza le secrezioni ormonali  e la sua azione benefica agisce sugli organi genitali.
  • E’una pianta antisettica, cura il tetano, la peste, la difterite, il bacillo di Loeffler (ossia la difterite).
  • Si utilizza nella prevenzione  di neoplasie

Centaurea, rimedio indicato nella prevenzione delle neoplasie www.blognaturopatia.com

Essenza floreale di Centaurea

 

Adatta a chi è:

  • Amorevole
  • Servizievole
  • Rischia di farsi sfruttare e dominare dagli altri
  • Scarsa autostima
  • Facilmente manipolabile

L’essenza  permette di :

  • Imparare a dire di no quando serve
  • Esser forti ed integri
  • Agire in base ai propri voleri
  • Essere saldi e fermi con se stessi

Centaurea, rimedio indicato nella prevenzione delle neoplasie www.blognaturopatia.com

 

Se desideri approfondire le tematiche trattate, prenota una Consulenza Naturopatica in Studio o via Skype, in omaggio una miscela floreale adatta a te.

DiAlessandra Zarone

Ortica, rimedio naturale

Ortica, rimedio naturale 

Ortica è un rimedio naturale. E’ una pianta erbacea perenne e spontanea, frequente nei luoghi incolti, tra siepi, ruderi e macerie.
Ortica è  nota fin dall’antichità per le sue proprietà astringenti e per la polarità d’azione a livello delle pelvi. Nel secolo xvi viene utilizzato nella leucorrea e nelle metrorragie.

364_Urtica_dioeca naturopatia como

Proprietà curative dell’Ortica :


Ha azione diuretica, depurativa, antiinfiammatoria intestinale, normalizza il cuoio capelluto. Una pianta dalle molte proprietà poiché contiene proteine, zolfo, calcio, ferro e potassio. Ha azione  emostatica. Le sue radici bollite per mezz’ora nel latte sono un efficace rimedio contro i calcoli biliari; i cataplasmi di foglie pestate curano le ferite.
Il decotto d’ortica è mano santa contro tosse e raffreddori, come ricordava già Catullo.

Urtica_dioica_001 naturopatia como

La lozione di radici tritate in acqua e aceto, serve per per arrestare la caduta dei capelli ed eliminare la forfora. I biscotti fatti con semi pestati e lavorati con farina di segale, miele e acqua frenano l’incontinenza; i fiori a loro volta curano catarri, idropisia.

Ortica e Plinio il Vecchio:

L’ortica ha anche un’altra virtù già ricordata da Plinio: quella di eccitare alla voluttà e di facilitare i parti. In realtà il naturalista latino si limitava a scrivere che il seme bevuto con la sapa apriva l’utero in caso di contrazioni isteriche, mentre le foglie sfregate sui genitali spingevano le femmine dei quadrupedi riluttanti ad accoppiarsi: forse perché li infuocavano .

Castore Durante dice che…

Castore Durante, medico e botanico rinascimentale, credeva alle sue virtù afrodisiache: “Le frondi delle ortiche, cotte in vino e bevute provocano l’orina, purgano i lombi e eccitano venere”.

CastoreDurante_HerbarioNuovo_naturopatia como

Se desideri approfondire le tematiche emerse, prenota un consulto naturopatico o un Programma Detox.

DiAlessandra Zarone

Rimedi naturali per il morbo di Crohn

Rimedi naturali,  cause e suggermenti:

Il morbo di Crohn e’ provocato dal fumo, infezioni virali e batteriche, alterazioni della flora intestinale e possono influire fattori psicosomatici, come stress, traumi, allergie alimentari. La malattia può essere gestita modificando le abitudini errate e adottando un giusto regime alimentare per cui: non fumate, limitate il consumo di alcol, mangiate una grande quantità di frutta e verdura che sono facilmente digeribili e sono delicati per il colon e l’intestino; consumare molte fibre, in modo da contrastare la stitichezza e consentire alle viscere di funzionare correttamente; seguire una dieta povera di grassi, ridurre lo zucchero, rimanere attivi, praticando un regolare esercizio fisico che mantiene il corpo bilanciato, brucia le calorie, aumenta l’energia e aiuta la digestione.

Apparato digestivo

Alcuni esempi di rimedi naturali:

 

 

Morbo di crohnLa vite comune o vite euroasiatica (Vitis vinifera L., 1753). In Oceania in Australia e Nuova Zelanda. Oltre alle note proprietà diuretiche, rinfrescanti, dietetiche e antinfiammatorie, le foglie e i viticci raccolti durante l’estate sono ritenuti un ottimo depurativo del sangue, particolarmente adatto ai sofferenti di gotta e artrosi, mentre i fiori e i frutti spesso sono utilizzati per aromatizzare le tisane.

 

Morbo di CrohnLa liquirizia (Glycyrrhiza glabra L., 1758). La tradizione popolare attribuisce alla radice di liquirizia diverse proprietà digestive, antinfiammatorie, depurative, diuretiche e protettive della mucosa. Le foglie dalle proprietà cicatrizzanti, antibatteriche e antinfiammatorie vanno usate fresche.

Morbo di Crohn cipollaLa cipolla (Allium cepa L.). Nel medioevo le cipolle avevano grande importanza come cibo, tanto che erano usate per pagare gli affitti e come doni. I medici prescrivevano le cipolle per alleviare il mal di capo, per curare i morsi di serpente e la perdita dei capelli. Il suo contenuto in quercetina , aiuta a ridurre l’infiammazione.

Morbo di crohn altea comuneL’altea comune (Althaea officinalis L., 1753).La sua ricchezza di mucillagini la rende adatta per trattare le mucose irritate.

  • morbo di crohn primulaOlio di Primula: È stato verificato che gli acidi grassi essenziali hanno la capacità di ridurre i livelli di prostaglandina. L’olio di Primula è ricco di questo acido linoleico.

 

Se ti interessa approfondire questo argomento o chiedere informazioni rispondi a questo articolo, oppure contattami comodamente anche da casa tua tramite skype per un consulto naturopatico nel quale possiamo prevenire e risolvere il tuo problema.

 

In base alla normativa in materia di privacy, si informa l’utente che questo sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari mirati, tuttavia utilizza cookie per l'analisi della navigazione nel sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Ok" permetti al loro utilizzo.

Chiudi