Depressione e visione ayurvedica

Risultati della ricerca per

DiAlessandra Zarone

Depressione e visione ayurvedica

Depressione e visione ayurvedica

Da una prospettiva ayurvedica, al centro di noi stessi siamo sani e felici per natura. È importante, quindi,  impegnarsi in abitudini e pratiche che sostengano l’emergere della nostra essenza e che portino equilibrio a mente, corpo e spirito. La Medicina ayurvedica suggerisce yoga, tecniche di respirazione, e rimedi erboristici per affrontare la momentanea disarmonia .

Che cos’è la depressione e come si manifesta?

La depressione è caratterizzata  dalla presenza di alcuni o di tutti i seguenti sintomi, presenti continuamente nel tempo e di tale gravità che interferiscono con la vita quotidiana.

● distorsione negativa della visione del mondo/atteggiamento negativo/disperazione/pessimismo
●senso di impotenza/bassa autostima
● tristezza
● agitazione/irrequietezza/irritabilità/ansia
● cambiamenti nell’appetito/aumento di peso/perdita di peso
● difficoltà di concentrazione
● fatica/bassa energia
● sentimenti di inutilità/odio per sé stessi /senso di colpa
● isolamento
● cefalea/mal di testa /disturbi digestivi

 

Un aspetto importante nel trattamento della depressione è ristabilire un rapporto armonioso con i cicli della natura. Le routine sane includono svegliarsi al mattino, alla stessa ora, correre dovrebbe essere evitato perchè crea ansia e sconvolge la mente. I cibi dovrebbero essere freschi, esente dai residui chimici e preparati. Le sane abitudini alimentari includono stare seduti mentre si mangia, riposare dopo i pasti per dare tempo al cibo di essere digerito, masticare bene tutto il cibo e mangiare senza distrazioni (musica, televisione, cellulare). Andare a letto presto, verso le 22.00, per evitare di aggravare Vata.


Vata è il dosha più importante del sistema umano. Rappresenta il movimento e la forza vitale, la volontà di vivere. Quando una persona è depressa il Prana è soppresso.
La depressione di Vata è generata dalle esperienze che inducono paura, terrore, ansia, abitudini irregolari nell’alimentazione, lavoro eccessivo, insonnia/ sonno irrequieto, costante pressione e corsa nel fare le cose e la solitudine, che spesso può essere la causa principale, per cui è bene cercare di trascorrere più tempo con la famiglia e gli amici.  Scelte alimentari errate e l’uso di farmaci possono altresì creare una depressione Vata. Quando un individuo ha una depressione di tipo Vata, appare come molto irrequieta e avrà problemi nel mettere a fuoco gli oggetti.

 

 

Pitta è il dosha associato al metabolismo di tutte le cose: cibo, emozioni, ed esperienze. Quando le esperienze non possono essere digerite possono accumularsi nel corpo e causare le dispersioni del dosha. La persona Pitta soffre per abuso verbale e fisico, che se irrisolto nell’Infanzia, può degenerare e contribuire alla depressione futura. L’abuso è spesso una forma di rifiuto e il rifiuto è doloroso per un bambino.  Se quell’abuso è ricorrente e cronico, a lungo andare, gli stress della vita, l’eccesso di lavoro porteranno a una depressione Pitta che si manifesta con la rabbia e la violenza. Le persone affette da una depressione Pitta possono auto distruggersi lentamente. La depressione di tipo Pitta tende ad essere la più grave, e di solito richiede un’adeguata attenzione medica e un rigoroso regime   ayurvedico. Rabbia, paura del fallimento, di commettere errori o perdere il controllo, pensieri ricorrenti di suicidio sono sintomi caratteristici di questo tipo di depressione. Una lieve depressione Pitta può essere causata da delusione o mancato raggiungimento di un certo status sociale o fallimento nella raggiunta di propri obbiettivi ambiziosi, o anche una mancata promozione sul lavoro. I tipi di Pitta sono anche inclini a Sad (disturbo affettivo stagionale), un lieve tipo di depressione che si verifica in inverno.

 

Kapha è il più lento dei Dosha e ha bisogno di stimolo per essere in equilibrio. Una vita pigra e letargica, troppo sonno, porterà a una depressione Kapha. Kapha è il dosha dei tessuti e della lubrificazione. Le depressioni i Kapha possono accadere in famiglie in cui il cibo è associato al senso materiale di possesso. Gli individui con una depressione Kapha possono avere disturbi alimentari. La depressione di tipo Kapha è di solito caratterizzata da aumento di peso, pesantezza mentale, sentimenti di inutilità, sonno in eccesso e sonnolenza.

 

 

 

 

Se ti ritrovi in queste problematiche, contattami per una Consulenza in Naturopatia Olistica .

 

Le mie Consulenze sono personalizzate per ciascuna persona, attraverso la sinergia di Medicina Cinese, Ayurveda, Fitoterapia, Essenze floreali, Aromaterapia, Cromoterapia e ti consentono di :

  • Ritrovare il gusto per gli alimenti
  • Conoscere la tipologia a cui appartieni, evitando così di assumere alimenti non adatti a te.
  • Affrontare malesseri e disagi corporei dovuti a un accumulo, protratto nel tempo, di tossine, muco, stress e ansia.
  • Assumere rimedi fitoterapici senza effetti collaterali, totalmente biologici.
  • Uscire da uno schema alimentare errato.
  • Gestire stress, depressione, insonnia, ansia.
  • Migliorare l’autostima
  • Ritrovare serenità interiore e nella casa.

Inoltre….

  1. Riceverai una spiegazione dettagliata della causa principale dei problemi di salute e delle mie motivazioni di approccio al tuo riequilibrio psicofisico.
  2. Suggerirò modifiche dietetiche personalizzate, inclusi piani pasto, in base ai principi della Dietetica Cinese e dell’Ayurveda .
    Darò regolazioni specifiche dello stile di vita per migliorare la tua salute.
  3. Ti suggerirò rimedi fitoterapici e floreali, omaggiandoti di una miscela su misura per te.
  4. A tutto ciò seguirà un follow-up via email gratuito per assicurarti di avere una comprensione completa del tuo piano di trattamento.
  5. Ti proporrò strategie di gestione della salute a lungo termine.

 

DiAlessandra Zarone

Rimedi naturali per depressione e stress

Rimedi naturali per depressione e stress:

 

Ginseng

I principi attivi del Ginseng sono dei composti fitochimici detti ‘ginsenosidi’, sostanze simili a steroidi che esprimono proprietà in grado di bilanciare e contrastare gli effetti dello stress. I ginsenoidi possono avere effetti diversi che diversificano le varietà di Ginseng: ad esempio, alcuni possono stimolare il sistema nervoso centrale, altri sedarlo e altri ancora bilanciano i processi metabolici, abbassando la glicemia, migliorando il tono muscolare, stimolando il sistema endocrino per mantenere livelli ormonali appropriati.

Panax_quinquefolium,_ginseng naturopata como

 

Iperico

L’Iperico o Erba di San Giovanni o scacciadiavoli (Hypericum perforatum), è una pianta officinale del genere Hypericum con proprietà antidepressive e antivirali. Plinio e Ippocrate, somministravano l’erba nel trattamento di molte malattie. Il suo nome latino, Hypericum perforatum, deriva dal greco e significa “più che un’apparizione,” con un riferimento alla credenza popolare legata all’erba, ritenuta altamente ripugnante dagli spiriti maligni, contro i quali bastava un soffio per cacciarli.

Nella medicina popolare, l’erba è stata sempre utilizzata nel trattamento delle ferite (ha potenti proprietà antibatteriche e antivirali), nei disturbi renali e polmonari, e in ciò che noi oggi chiameremmo depressione.”Medioevo si credeva che dormire con un rametto di Erba di San Giovanni sotto il cuscino la notte di S. Giovanni (la notte prima marea di San Giovanni), facesse apparire il Santo in sogno, per dare la sua benedizione, e per impedire a chi lo vedeva di morire durante l’anno successivo.

Alcuni studi clinici randomizzati hanno dimostrato che l’Iperico ha un’efficacia paragonabile ad alcuni psicofarmaci nella cura della depressione lieve e moderata . A volte è utilizzato, associato ad altri prodotti, anche per il trattamento fitoterapico di alcune forme d’ansia. Il principio inizialmente ritenuto attivo era l’ipericina.

iperico naturopata milano

Banisteria caapi

 

Banisteria caapi, conosciuta anche come yagè, ayahuasca o capii è una pianta rampicante dagli effetti psicoattivi, appartenente alla famiglia delle Malpighiaceae, che cresce nelle regioni tropicali del Sud America. E’indicata in caso di depressione, invecchiamento e morbo di Parkinson. La pianta contiene alcaloidi armalinici noti come: armina, tetraidroarmina e armalina. Questi MAO-Inibitori vengono associati a piante contenenti dimetiltriptamina per la preparazione di bevande utilizzate per rituali sciamanici.

naturopata lecco

Desideri approfondire queste tematiche? contattami, puoi scegliere ciò che reputi sia più adatto a te :

 

DiAlessandra Zarone

Accogli la stagione invernale con i rimedi ayurvedici

Accogli la stagione invernale con i rimedi ayurvedici

Il clima invernale è la stagione in cui la natura è pronta a nutrirci. Il livello di digestione è molto alto, si ha più fame di appetito e si digeriscono meglio meglio i pasti con il gelo, quindi si nutre meglio il corpo. Oggi ti  indicherò come accogliere la stagione invernale con i rimedi  ayurvedici.

prevenzione con naturopatia alessandra zarone naturopata

Prevenzione influenza e malanni stagionali con Ayurveda e Medicina Tradizionale Cinese

Devi sapere che l’inverno è il momento per costruire e nutrire il corpo: i capelli, le unghie e la pelle. E ‘anche la stagione per l’assunzione di Rasayanas, ossia  erbe ringiovanenti , perché il fuoco digestivo in questa stagione è al suo apice, facilitando una migliore assimilazione .

In Ayurveda, il Sistema Immunitario ha tre livelli:

  • Ereditario (Sahaj)  : il grado innato di immunità con cui sei nato.
  • Stagionale (Kalaj) :livello fluttuante di immunità dovuto all’ alternarsi delle stagioni, l’età e cicli planetari.
  • Ripristinato (Yuktikrit) : livello di immunità equilibrato e permanente che può essere ripristinato seguendo una dieta ayurvedica e uno stile di vita.

Se un individuo nasce con un innato livello di immunità, ciò non può essere modificato. Ecco perché, nell’Ayurveda, siamo consapevoli di rafforzare il secondo tipo di immunità, che fluttua con le stagioni, l’età e i cicli planetari. Uno dei motivi per cui l’inverno è una stagione eccellente è dato dal fatto che si può rafforzare il sistema immunitario, grazie a un forte fuoco digestivo.

La stagione invernale è la stagione del Kapha  dosha  e si  estende dalle fredde giornate invernali, quando il terreno si ghiaccia, all’inizio della primavera, quando la neve si scioglie, la linfa si solleva e i primi  germogli spuntano nel terreno. Queste condizioni climatiche disturbano le qualità pesanti, dense, umide, appiccicose, stabili, fredde del kapha dosha. Per pacificare kapha durante la prima parte di questa stagione:

  • Cambia la tua dieta.
  • Rivolgiti a cibi più leggeri, asciutti, pungenti e riscaldanti. Non appena sono disponibili, mangia germogli di stagione, bacche, tarassaco e altre verdure primaverili, che naturalmente sostengono questo periodo di purificazione. E importante attenersi a tre pasti al giorno per evitare di esagerare.
  • Muoviti.
  • Fai cose che ti fanno alzare e uscire di casa presto.
  • Alzati prima dell’orario di kapha (dalle 6 alle 10 di mattina), e fai un po ‘di ginnastica, passeggiate o altre attività aerobiche leggere prima delle 10 di mattina. Questo programma ti aiuterà ad evitare  l’aumento di peso stagionale.Impegnati in una attività.

Ogni stagione è collegata a un dosha e l’inverno è quello in cui il dosha Vata è per lo più aggravato. Gli individui con Vata in eccesso di solito sperimentano uno squilibrio più forte durante questa stagione.

consulenze di naturopatia alessandra zarone desio mb

Prevenzione influenza e malanni stagionali con ayurveda e MTC Alessandra Zarone Naturopata Desio

  • Prova a svegliarti non più tardi delle 7:00.
  • Dopo esserti lavato i denti e pulito la lingua, fai 10-12 minuti di saluto al sole,  segui le pratiche di asana yoga.
  • L’oleazione interna è importante e si consiglia due volte al giorno con olio di sesamo, soprattutto su mani e piedi.
  • Fai una doccia calda dopo il massaggio e assumi una bevanda a base di erbe fatta di zenzero, cannella e chiodi di garofano.
  •  Evita cibi freddi e riduci al minimo l’assunzione di cibi crudi; se possibile, le verdure dovrebbero essere cotte a vapore. Cerca di avere sempre verdure di stagione, specialmente quelle con radice.
  •  Evita di bere acqua durante e dopo i pasti, sostituisci con il tè allo zenzero e al limone.
  •  Indossa indumenti caldi e un cappello, poiché il 60% del calore corporeo si perde nella testa.

 

Rimedi casalinghi per raffreddore e influenza

  1.  Prendere 3 foglie di Tulsi (basilico sacro), mescolarle con un pizzico di polvere di curcuma, 2 pizzichi di polvere di pepe nero e un pizzico di curcuma. Masticare lentamente questa miscela e ingoiare il succo.
  2. Aggiungere 1 cucchiaino di cannella in polvere ad un bicchiere d’acqua (in un recipiente con il coperchio chiuso) e portare ad ebollizione. Aggiungere un pizzico di polvere di pepe e 2 cucchiai di miele. Assumere una o due volte al giorno.
  3. Preparare 1 cucchiaino di succo di limone, succo di zenzero e miele. Bere questa mistura 2 volte al giorno, 10 minuti prima di consumare il cibo.

Se vuoi conoscere gli alimenti adatti a te, ulteriori  rimedi fitoterapici per allergie, prevenzione influenza e raffreddore,  riequilibrare il tuo intestino, aumentare l’energia vitale, prenota una Consulenza in Promozione fino al 27 Dicembre, Lunedì o Giovedì dalle 14.00 alle 17.30 previo appuntamento concordato con me   presso Associazione Culturale la Via Del Bambu’ a Desio (MB) . Contattami qui.

 

DiAlessandra Zarone

La prevenzione delle malattie croniche con Ayurveda e Medicina Tradizionale Cinese

La prevenzione delle malattie croniche con Ayurveda e Medicina Tradizionale Cinese

Ogni giorno, centinaia di milioni di persone sono affette da malattie croniche. Questi problemi persistenti possono causare angoscia,  inibire le scelte di vita e, in alcuni casi, causare problemi più gravi .
Fortunatamente, queste condizioni croniche possono essere  prevenute, mitigate o curate con metodi naturali.
La malattia cronica è un un termine generale che descrive la lunghezza di durata dei sintomi della malattia. Una malattia cronica è fondamentalmente qualsiasi malattia che ha un effetto a lungo termine sul corpo. Il nome cronico deriva dalla parola latina ‘ Chronos ‘ che significa tempo. Alcune malattie croniche, o la tendenza a contrarle sono ereditarie, alcune sono ambientali. Le persone possono nascere con una malattia cronica o si ammalano più tardi nella vita con una malattia a lungo termine.
Avere una diagnosi di malattia cronica non significa necessariamente essere per sempre intrappolati in questa malattia. Alcune malattie croniche possono  essere curate. In alcuni casi, i sintomi svaniscono nel tempo, in altri cessano bruscamente. Il metodo migliore per trattare una tale malattia è quello di alleviare efficacemente i sintomi. Le principali malattie croniche sono :

Morbo di Alzheimer, depressione, problemi cardiaci, problemi all’apparato renale, diabete, ischemia, artrite, colesterolo alto, pressione alta.

Prevenzione con Ayurveda

Ayurveda ci insegna che l’uomo ha tre qualità, chiamate dosha, queste o formano le caratteristiche importanti del prakruti, o costituzione. I dosha sono chiamati Vata, Pitta e Kapha, e tutti hanno un impatto specifico sulle funzioni corporee.
Il corpo umano è retto da forze ed energie che popolano l’intero universo e tutti gli esseri viventi compartecipano alla crescita e allo sviluppo dell’universo, formato da spazio, aria, fuoco, acqua e terra.

  • Spazio (associato con espansione
  • Aria (associata a gas, mobilità e mancanza di forma)
  • Fuoco (associato a trasformazione, calore e fuoco)
  • Acqua (associata a liquidità e instabilità)
  • Terra (associata a solidità e stabilità)

Non siamo consapevoli della profonda connessione tra noi e l’ambiente. Sebbene inizialmente siamo tutti  collegati all’interno di noi stessi alle persone che ci circondano, al nostro ambiente e all’universo,  il nostro equilibrio iniziale è spesso interrotto dai nostri stili di vita, dalle scelte alimentari, dalla  mancanza di  movimento fisico quotidiano, dalla professione che svolgiamo e dai rapporti con il mondo esterno : tutti questi fattori apportano equilibrio o squilibrio a livello psico -fisico e spirituale.

  • La salute è determinata da un equilibrio fra queste connessioni.
  • Rimaniamo sani se manteniamo l’equilibrio, interagendo con il nostro ambiente in un modo efficace e sano.
  • Ogni squilibrio provoca una mancanza di armonia e ci rende più suscettibili alle malattie.
  • Gli esseri umani sono responsabili delle loro scelte e azioni. Siamo in grado di raggiungere e mantenere una buona salute se facciamo scelte equilibrate che promuovono l’armonia .
  • Ayurveda riconduce a un equilibrio e previene il peggioramento, la cronicizzazione di disagi e malesseri, attraverso un percorso di disintossicazione, abbinato a suggerimenti per migliorare la qualità della vita, trattamenti con oli medicati a base di erbe, atti a detossificare, ringiovanire, rinforzare, dare energia laddove necessita.

In Ayurveda Samprapti, è il termine con cui definiscono le sei fasi della malattia che si cronicizza. Accumulo e aggravamento si manifestano con sintomi che tendono ad andare inosservati, come feci secche, gas, e una ridotta capacità o lieve costipazione, bruciore, indigestione e digestione pigra .

Alimentazione

  • Il cibo dovrebbe essere assunto in un luogo tranquillo, poiché l’ambiente in cui si mangia in influenza la digestione.
  • Una buona digestione è data da un ambiente calmo, sereno e piacevole.
  • E’ bene mangiare cibo preparato da mani amorevoli in modo amorevole.Il cibo dovrebbe essere assunto  con mente serena.
  • Nel consumare cibo, la mente dovrebbe essere in pace.
  • Se una persona è ansiosa, arrabbiata, disturbata o impaziente, dovrebbe evitare di assumere cibo e meditare .
  • Il cibo dovrebbe essere caldo, perché  è più facilmente digeribile del cibo freddo. L’alimento freddo indebolisce la digestione, è digerito lentamente e produce le tossine.
  • Il cibo deve essere oleoso o umido: gli  alimenti oleosi ed umidi sono più nutrienti degli alimenti asciutti, difficili da digerire ed eliminare. Tuttavia, il cibo troppo oleoso è anche difficile da digerire, in quanto è molto pesante.
  • L’ eccesso di cibo sopprime il fuoco digestivo, aumenta il dosha Kapha e aumenta il muco.
  • E’ consigliato riposare dopo i pasti. Lavorare immediatamente o entrare in contatto con forti emozioni interferisce con la digestione e fa aumentare il muco.

Prevenzione con la Medicina Tradizionale Cinese

Nella Medicina Tradizionale Cinese il cibo ha un ruolo curativo e preventivo sulla salute dell’individuo. L’osservazione del  flusso energetico degli elementi combinati con le loro proprietà Yin e Yang, permette di  individuare e correggere lo squilibrio corporeo alla radice.

  • Yang: è una forza centripeta, genera la contrazione, la densità, la pesantezza, il movimento veloce, l’alta temperatura e l’attività.
  • Yin: è una forza centrifuga, o forza Yin, crea espansione, diffusione, leggerezza, movimento più lento, bassa temperatura, e rappresenta l’energia passiva verso l’interno.

Yin e Yang sono rappresentati come un ciclo di cinque elementi terrestri o fasi:  legno, fuoco, terra, metallo e acqua.

Per la salute in generale, la medicina cinese sottolinea l’importanza di vivere in linea con i cambiamenti stagionali della natura e di nutrirsi con gli alimenti che sono predominanti per ogni stagione, perché  racchiudono in sè l’energia di quella stagione.

  • Il cibo dovrebbe essere una fonte di nutrimento e prevenzione della malattia, non dovrebbe contribuire a creare uno squilibrio interno o esterno.
  • I cinque elementi corrispondono anche a cinque sapori: dolce (terra), salato (acqua), amaro (fuoco), pungente (metallo), e acido (legno). Proprio come i cinque elementi possono aiutare o ostacolarsi l’un l’altro, i cinque sapori hanno bisogno di equilibrio per dare armonia al corpo.
  • In medicina cinese si facilita l’integrazione di tutti gli aspetti della nostra vita: stagione, clima, posizione, il tipo di attività, la condizione individuale e la costituzione.


In medicina cinese si dà importanza al rapporto tra l’uomo e la natura, visto come un insieme interattivo e inscindibile, così come i rapporti tra l’uomo e la società tra gli organi interni del corpo umano. Inoltre, la medicina cinese ritiene che la mente e il corpo siano strettamente collegati, enfatizza la correlazione tra  i fattori fisici e mentali e la  salute/ malattia.
La medicina cinese pone particolare attenzione all’importanza dell’armonia nella salute, la salute fisica di una persona dipende dall’armonia fra le funzioni dei vari organi corporei, dallo stato emotivo, dall’adattamento e dalla conformità ai diversi ambienti, all’equilibrio dinamico tra Yin e Yang. La causa fondamentale della malattia è data vari fattori interni ed esterni che disturbano l’equilibrio dinamico.


Se soffri di disagi cronici e desideri alleviarne i sintomi, o semplicemente, desideri iniziare un Programma Preventivo con alimentazione personalizzata in base alla tua tipologia, fitoterapia personalizzata, floriterapia, contattami.

DiAlessandra Zarone

Insonnia: rimedi naturali con Ayurveda e Medicina Cinese

Insonnia: rimedi naturali con Ayurveda e Medicina Cinese

Ayurveda:

Vata, Pitta e Kapha sono i tre umori che regolano tutte le funzioni fisiche del corpo.
Le tre qualità della mente sono: Animale, Raja e Tama. Tama  garantisce  un sonno sano, Raja è responsabile di un sonno interrotto e dello svegliarsi presto. Nella maggior parte delle persone, i fattori psicologici ,Raja, come ansia, rabbia, invidia, stress, eccetera, aumentano questo aspetto.
In disturbi come l’ipertiroidismo (iperattività della ghiandola tiroidea), artrite reumatoide,  sindrome premestruale e la menopausa, il dosha Vata è in eccesso.

Fattori che portano all’ insonnia:

  1. Cenare tardi e bere caffè .
  2. Guardare la TV o il computer prima di dormire.
  3. Le luci troppo vivide attivano il sistema nervoso e possono causare l’insonnia.
  4. Non vivere in sintonia con le con la natura.
  5. L’insonnia è uno dei principali motivi che causano ansia, depressione, stress.

Consigli :

Evitare di cenare troppo tardi o di coricarsi appena cenato. Consumare pasti leggeri alla sera, evitando pasti grassi speziati o pesanti nelle tre ore prima di andare a dormire. Evitare di mangiare carne la sera (la carne contiene un aminoacido: tirosina, che stimola il cervello. Evitare di bere bevande alcoliche prima di coricarsi, non bere caffè, the’ cioccolata, sostanze che contengono caffeina.
Fare in modo che le ore che precedono il momento di andare a letto siano le più rilassanti possibili, utilizzare tecniche di meditazione, ascoltare musica rilassante o leggere un buon libro, è utile altresì fare yoga, tai chi, un bagno caldo con olio essenziale di melissa, lavanda. Dormire possibilmente in una stanza silenziosa, indossare indumenti comodi, coricarsi e alzarsi più o meno sempre alla stessa ora. Coricarsi solo quando si avverte stanchezza, se ci si sveglia, non rimanere a letto, ma leggere.

Evitare di:

  •  Fare sonnellini pomeridiani
  •  Dormire in stanze o luoghi rumorosi
  • Indossare indumenti stretti
  • Sovra stimolare la mente con pensieri di lavoro, problemi non risolti, bollette da pagare ecc.
  • Evitare di litigare o di fare discussioni accese, non fare sforzi fisici o attività fisica pesante, non guardare spettacoli ad alto contenuto emotivo.
  • Nel pasto serale, includere gli alimenti caldi, umidi che infondono un’energia stabile, connessa alla terra.
  • Evitare di mangiare cibi secchi o crudi e non bere  bevande fredde.

La mancanza di sonno :

  • Influenza negativamente i nostri stati d’animo e le emozioni.
  • Aumenta il rischio di incidenti.
  • Altera la capacità cognitiva
  • Diminuisce la libido.
  • Aumenta l’incidenza della depressione .
  • Accelera l’invecchiamento nella pelle.
  • Può causare aumento di peso e obesità e rende la perdita di peso più difficile.
  • È legata al diabete, alle malattie cardiovascolari e alla mortalità precoce.

I sintomi sui Dosha

I tre dosha causano sintomi individuali nelle persone affette da insonnia:
L’aggravamento di Vata, insieme allo stress mentale, causa difficoltà ad addormentarsi
L’aggravarsi di Pitta porta al risveglio frequente. La persona può addormentarsi rapidamente, ma svegliarsi spesso con palpitazioni, dolori al corpo, e disturbi emotivi come la paura, rabbia e tristezza.
L’esasperazione di Kapha conduce a svegliarsi presto prima dell’alba e a letargia durante il giorno.

Medicina Tradizionale Cinese

La Medicina Tradizionale Cinese considera l’insonnia un sintomo e non una malattia. Scompone l’insonnia in “vera insonnia” e “insonnia transitoria”.

  1. L’insonnia vera è causata principalmente da stanchezza, lavoro eccessivo, sforzo prolungato, alimentazione scorretta, attività sessuale eccessiva, da una costituzione debole che dipende da una malattia cronica una malattia estesa.
  2. L’insonnia transitoria è di solito a causa di cambiamenti esterni o temporanei, dati dal rumore esterno, cambiamenti climatici, caffè e altri stimolanti, eccesso di cibo assunto in tarda notte, situazione emotiva stressante causata da un evento.

Inoltre:

  1. Disturbi del sonno a causa di dolore, prurito, asma o altre problematiche respiratorie non sono considerati vera insonnia. Questi problemi devono essere trattati per consentire una notte di sonno riposante.
  2. Secondo la MTC, l’insonnia è associata all’ agitazione dello Shen (lo spirito/mente). Shen è una forma di Qi. È la forma più leggera, meno sostanziale e meno stabile del Qi. Shen svolge un ruolo nelle funzioni mentali superiori associate all’intelletto e gli aspetti spirituali .

Il Cuore e lo Shen

Il cuore e lo Shen hanno una speciale relazione interdipendente. Il cuore è la residenza dello Shen e durante il sonno il cuore ospita lo Shen. Nella medicina cinese, il sonno è visto come l’ energia Yang in movimento verso l’interno per essere utilizzata impiegata da Yin. L’insonnia quindi, è una disfunzione nello scambio di Yang entrando in Yin.

Frustrazione, rabbia, rancore, tumulti emotivi ed emozioni represse possono portare alla stagnazione del Qi. Il ristagno di Qi causerà un eccesso di circolazione del sangue e ad una scarsa disponibilità di sangue al cuore – il cuore sarà denutrito e meno in grado di ospitare lo Shen. Nel corso del tempo, stagnazione del Qi provoca calore che agita il cuore e lo Shen. Il calore non permette allo Shen di stabilirsi.

Disarmonia di Stomaco

La disarmonia di Stomaco si caratterizza con abitudini alimentari irregolari : mangiare troppo tardi, mangiare con ansia, con preoccupazione o velocemente, causa la stagnazione del cibo. L’umidità e catarro sono causati da una milza debole o il consumo eccessivo di prodotti alimentari creano catarro (ricco, unto, dolce, piccante, e alcol). L’ ostruzione dello stomaco da parte del cibo (cattiva digestione) dà luogo al calore catarro che disturba lo Shen.
I sintomi includono: insonnia con gonfiore, distensione epigastrica e pienezza, reflusso acido, sonno incostante, risvegli frequenti e difficoltà a riaddormentarsi.
Gli individui con questo disturbo possono anche soffrire di vertigini, pesantezza della testa, pienezza/disagio del petto e dello stomaco, eruttazione e catarro copiosa.
La Medicina Cinese allevia il ristagno alimentare, armonizza lo stomaco, elimina il calore, il catarro e calma lo Shen.

consulto naturopatico olistico alessandra zarone naturopata desio

Sintomi tipici di insonnia a causa di ristagno di Qi e calore sono:

Difficoltà ad addormentarsi, svegliarsi ripetutamente intorno alle 2 – 4 del mattino, l’insonnia è aggravata dallo stress.
Altri sintomi associati possono essere: depressione, irritabilità, irrequietezza, malumore, mal di testa, tensione della spalla e del collo, digrignamento dei denti durante la notte, ansia con palpitazioni cardiache.
La Medicina Cinese riequilibra con una corretta alimentazione e rimedi fitoterapici specifici per rilassare il Qi di Fegato e lo Shen di Cuore.

Deficit di Milza e Cuore
Lavoro eccessivo, esaurimento fisico/mentale, preoccupazione, dieta irregolare con troppo freddo, cibo crudo creano i danni alla milza. La milza genera il sangue che nutre il cuore. Se la milza è debole può portare a una riduzione del sangue. Questa condizione può essere causata anche da una gravidanza difficile o da un lavoro difficile o da una malattia prolungata che indebolisce il corpo ed esaurisce l’energia e il sangue. Questo tipo di insonnia è caratterizzata da difficoltà ad addormentarsi e il sonno è disturbato. Una persona carente di sangue in cuore e milza mostrerà anche segni di svogliatezza, perdita di appetito,  carnagione spenta. Il trattamento di Medicina Cinese rafforzerà e nutrirà cuore e milza per promuovere la produzione di sangue e calmare lo Shen.

 Yin di Rene ed eccesso di Yang di Cuore

Lo Yin di Rene può essere impoverito da un lavoro eccessivo, eccessiva attività sessuale, riposo inadeguato. Il fuoco (Yang) del cuore può bruciare incontrollato se non equilibrato dal rene. Con troppo fuoco, lo Yin sarà letteralmente bruciato nel corso del tempo. Quando il sangue e lo Yin sono carenti lo Shen non è adeguatamente ancorato, ciò causa insonnia.
Questo è di solito causato da urti eccessivi o addirittura shock all’interno del grembo materno. Gli individui con questo disequilibrio sono spesso molto timidi,  soffrono di ansia,  preoccupazione e sono spaventati. Non sono in grado di affrontare i cambiamenti della vita e hanno difficoltà a fronteggiare nuove situazioni.
Questo tipo di insonnia è caratterizzata da frequenti risvegli, brutti sogni ricorrenti.
Il trattamento mirerà a rinforzare il Qi per alleviare la paura,  calmare lo Shen e la mente.

L’insonnia cronica

E’ caratterizzata da risveglio per tutta la notte con sensazioni di calore e sudorazioni notturne. Sintomi associati possono essere: irritabilità, vertigini, secchezza della bocca, mani e piedi caldi .
La Medicina Cinese si concentra sulla nutrizione del cuore, fegato e reni in stato Yin, sul riequilibrio di Yang, e sul calmare lo Shen.

Sonno disturbato:

Gli incubi normalmente indicano un disturbo del meridiano della cistifellea. Camminare in un labirinto, rivivere gli aspetti del nostro lavoro o le nostre relazioni in genere sono dovute ad uno squilibrio di una milza/cuore. Le persone con questo problema dicono spesso di non riuscire a spegnere la  mente.

Difficoltà ad addormentarsi:

Questo è di solito legato ad una condizione di eccesso di fegato o e cistifellea.

Svegliarsi facilmente:

Molte persone si addormentano  facilmente, ma  si svegliano più tardi e trovano difficile riaddormentarsi.  in questo caso c’è uno squilibrio di cuore/milza.
Svegliarsi in un momento specifico ogni notte: per esempio, alcune persone si svegliano regolarmente alle tre del mattino. Nella teoria della medicina cinese, l’energia del corpo (chi) circola attraverso i dodici meridiani principali su una 24 ore.
Se una persona si sveglia o ha alcuni sintomi insoliti alla stessa ora ogni giorno, è probabile che ci sia uno squilibrio nel sistema dei meridiani connessi a un determinato organo che è in funzione a quell’ora Ci sono picchi di energia nel meridiano del fegato alle 3:00 del mattino, è per questo che le persone spesso si svegliano a quest’ora. I problemi epatici possono derivare da rabbia inespressa, stress ed innescano un processo energetico di di ristagno del Qi di fegato, e un eccesso di fuoco del fegato.

Se ti ritrovi nelle problematiche descritte, prenota una Consulenza .

DiAlessandra Zarone

Le malattie del cane anziano e i rimedi naturali

Le malattie del cane anziano e i rimedi naturali

I nostri amati cagnolini, manifestano l’avanzare dell’età senile con un manto brizzolato e un lento ritmo nell’incedere .

Man mano che invecchiano, i nostri cani spesso soffrono di un deterioramento del funzionamento.
Memoria, capacità di apprendere, consapevolezza, vista e udito si deteriorano. Tutto ciò può causare disturbi nei loro cicli sonno-veglia, che li rende inquieti durante la notte, ma assonnati durante il giorno. Alcuni, ad esempio durante le loro attività quotidiane, fissano gli oggetti, vagano senza meta o abbaiano di più, hanno meno cura di sé e scarso appetito. Dimenticano comandi o abitudini che una volta conoscevano bene.Può aumentare la loro ansia e la tendenza a reagire in modo aggressivo. Le loro relazioni sociali con voi e altri animali domestici in casa possono mutare. Alcuni animali possono diventare più appiccicosi o eccessivamente dipendenti, mentre altri diventano meno interessati a ricevere coccole e affetto.

Vorrei aggiungere, però, come nota confortante, che è normale per i cani anziani perdere parte della vista e dell’udito,così come accade agli esseri umani. I cani più anziani possono sviluppare cataratte ( alternare Betula pubescens, Juglans regia, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno. Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni).

L’ Artrite si sviluppa sovente nei cani anziani, ciò potrebbe anche causare depressione ( Alternare Verbena officinalis, Hypericum perforatum, Rodhiola rosea, Sequoia gigantea, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno. Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.Oligolemento Rame -Oro-Argento( 1 fiala a settimana) per 10 giorni, irritazione (essenze floreali di Beech e Holly) quando si tenta di accarezzarlo.
Va detto che, una serie di cambiamenti nel comportamento, potrebbero essere un indicatore di invecchiamento. Questi cambiamenti potrebbero essere collegati sia a dolori artritici, sia una perdita della vista o dell’udito. Alcune modifiche di comportamentali possono essere il risultato di una disfunzione cognitiva, simile alla senilità nelle persone.

In età senile, si riscontra anche:

Un aumento di peso che aumenta il rischio di artrite.

Problemi respiratori : Alternare Echiancea, Allium sativum, Sambucus nigra, Origanum L., Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno. Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.Integratori di Vit.C e D.

Diabete : Alternare Vaccinium myrtillus, Cynara scolymus, Ficus carica,Morus nigra, Silybum marianum , Solidago virgaurea,Galega officinalis, Juniperus communis, Matricaria recutita, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno. Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

Inappetenza : Alternare Abies alba, Gentiana lutea, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

Malattie cardiache: Alternare Cornus sanguinea, Zea mais, Syringa vulgaris, Amni visnaga,Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

Ipertensione: Oligoelemento Manganese – Rame , 1 fiala al giorno per 10 giorni,ripetibile con pause di 10 giorni.

Malattie del fegato : Alternare Cynara scolymus L, Silybum marianum (L.),Taraxacum officinale Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

Problemi della pelle: Alternare Juglans regia, Calenula officinalis, Taraxacum officinale, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni. da abbinare a Oligolemento Manganese e Zolfo, da alternare, 1 fiala 1 volta a settimana, fino a milgioramento.
Riequilibrare l’alimentazione evitando conservanti. Prediligere alimenti con Omega 3 e Zinco,Vitamina E, A.

Problemi gastrointestinali: Alternare Hidrastis canadensis, Polygonum bistorta, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno. Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

Incontinenza: Alternare Uva ursi, Cupressus sempervirens L., Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

Tosse persistente e Bronchite: Verbascum thapsus, Origanum L., Pinus montana, Plantago lanceolata, Ribes nigrum, Betula pubescens, Alnus glutinosa, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni. Come prevenzione: Oligoelemento Manganese-Rame, e Rame -Oro – Argento, come prevenzione, trattamento in Autunno e Inverno, 1 fiala a settimana .

Ansia : Alternare Tilia tomentosa, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno. Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

Demenza senile: Alternare integratori di vitamina B6, B 9, B12,Omega 3, Curcumina ( Estratto Spagyrico), Essenza Floreale di Convolvolo, Ginko biloba L., Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno. Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

Malattia vestibolare, tra cui :

Vertigini : Alternare Vinca minor, Yohimbe, Alnus glutinosa, Sequoia gigantea, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.Oligoelemento Manganese-Cobalto, 1 fiala al giorno per 10 giorini

Nausea : Ficus carica, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno. Cicli di 10 giorni, ripetibile con pause di 10 giorni.

Osteoartrite: Alternare Harpagophytum procumbens, Urtica dioica, Equisetum arvense, Ribes Nigrum, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

Morbo di Addison: Zingiber officinale (Estratto Spagyrico), Borago officinalis, Eleutherococcus senticosus Mg 1 Dh 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibile con pause di 10 giorni.

Malattia di Cushing : Alternare Taraxacum officinale, Arctium lappa L, Uritica dioica, Astragalus membranaceus, Eleutherococcus senticosus, Ocimum basilicum, L., Rhodiola rosea, Withania somnifera, Glycyrrhiza glabra L., Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni. Integratori di VIt. D, K, Magnesio,Omega 3.

Cancro : Alternare: Echinacea Moench, Hypericum perforatum, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni. Uncaria tomentosa, (Estratto Spagyrico), Curcuma longa (Estratto Spagyrico):10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

Ipotiroidismo :

E’ caratterizzato da rinuncia e paura dell’autonomia.

Una sofferenza profonda che esprime un non sentirsi degni di amore.

Una vita che l’animale non accetta e si rifiuta, di conseguenza le funzioni vitali risultano bloccate.

Mancanza di forze, debolezza che indicano l’impossibilità ad agire nella vita, apatia e ritiro emotivo dalla realtà quotidiana

Insicurezza (Essenza floreale di Cerato, Mimulus).

Rimedi da alternare in cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni :

Gemmoderivati o Estratti Spagyrici di Fucus vesciculosus, Urtica dioica, Avena sativa .

Malattie renali

Alternare : Astragalus, Apium Graveolens,Solidago virgaurea L., Equisetum arvense, Glycyrrhiza glabra L., Urtica dioica, Petroselinum sativum,Tanacetum balsamita, Ruta Graveolens, Uva ursi, Pausinystalia johimbe: Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.Curcuma longa (Estratto Spagyrico):10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

I principali problemi derivanti da insufficienza renale sono:

  • Bere eccessivamente per più di un paio di giorni

  • Vomito : Ficus carica , Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno. Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.Oligoelemento Manganese-Cobalto ( 1 fiala a settimana) da alternare a Oligoelemento Zolfo ( 1 fiala a settimana) .

  • Diarrea persistente: alternare Alchemilla vulgaris, Punica granatum, L. , Rubus fruticosus, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno.Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni. Consiglio anche l’assunzione di probiotici .

Inspiegabile perdita di peso :Trigonella foenum-graecum L, Mg 1 Dh 10 gocce per due volte al giorno. Cicli di 10 giorni, ripetibili con pause di 10 giorni.

 

DiAlessandra Zarone

Menopausa e accorgimenti

Menopausa e accorgimenti

Care lettrici, in caso di Menopausa, il fai da te è sconsigliato per una serie di motivi. Alcune piante, tanto commercializzate come fossero acqua fresca, in realtà non lo sono.

Trifoglio Rosso

  1. Non assumere in caso di patologie tumorali che riguardano il seno o l’apparato genitale femminile, o anche in caso di endometriosi o presenza di fibromi all’utero.
  2. Non assumere se si utilizzano medicinali anticoagulanti, estrogeni e contraccettivi.

Cimicifuga:

 

  1. Non è indicato per le donne affette o precedentemente affette da cancro al seno o all’utero, le donne affette da endometriosi, malattie epatiche, disturbi epilettici o a rischio elevato di ictus o coaguli di sangue, allergia all’aspirina.

Provoca:

  1. ingiallimento della pelle e degli occhi
  2. forte dolore allo stomaco o crampi
  3. nausea e vomito
  4. estrema stanchezza non legata all’esercizio fisico o alla mancanza di sonno.
  5. urina scura.

Il sonno è importante per la donna che entra in menopausa o durante la menopausa, perché sia ​​gli squilibri di Vata che quelli di Pitta possono causare problemi di  sonno che peggiorano  gli squilibri della menopausa. Per mantenere entrambi i dosha in equilibrio e dormire più profondamente di notte, assicurati di essere a letto prima delle 22. 00 . È l’ora della notte in cui il sonno si fa più facile ed è più riposante. Se rimani sveglia oltre quest’ora,sarà più difficile addormentarsi e aumenterai  ogni squilibrio di Pitta, perché dalle 22.00 alle 2.00 è l’ora del dosha Pitta. L’abhyanga mattutino, o massaggio ayurvedico con olio, è estremamente importante per prevenire i problemi della menopausa.  Per entrambi i dosha Pitta e Vata, è importante non saltare i pasti e consumare il pasto principale a mezzogiorno, quando la digestione è  più forte. Prova a mangiare a alla stessa ora tutti i giorni,  vai a letto e svegliati alla stessa ora.  Assicurati di riposarti molto durante il ciclo mestruale mentre ti avvicini alla menopausa, perché questo manterrà l’equilibrio di Apana Vata ed eviterà complicazioni più gravi della menopausa.

La menopausa è nota per scatenare sbalzi d’umore, rabbia e depressione. Alcune donne dicono di sentirsi impazzire. La pre-menopausa, con i suoi estrogeni fluttuanti, è come una tempesta perfetta caratterizzata da:

  1. un  basso livello di estrogeni, che armeggia direttamente con il funzionamento della serotonina cerebrale così come la funzione cognitiva e altri sistemi tra cui il metabolismo dell’insulina e i livelli di colesterolo.

2 . mancanza di  sonno, vampate di calore, sudorazioni notturne e secchezza vaginale.

 

Circa il 75% delle donne manifesta vampate di calore durante la menopausa, rendendolo il sintomo più comune. Le vampate di calore possono verificarsi durante il giorno o di notte.

A tal proposito ti consiglio di evitare :

  1. consumo di alcol o caffeina
  2. cibo piccante
  3.  lo stress
  4. luoghi caldi
  5.  sovrappeso
  6. fumare

Alcune donne possono anche provare dolore muscolare e articolare, noto come artralgia o sbalzi d’umore.

Il calo della produzione di estrogeni può influenzare la quantità di calcio nelle ossa. Ciò può causare una significativa riduzione della densità ossea, portando a una  condizione nota come osteoporosi. Può anche renderti più sensibile ai dolori all’anca, alla colonna vertebrale. Molte donne sperimentano una perdita ossea accelerata nei primi anni dopo l’ultimo periodo mestruale.

Per mantenere le tue ossa sane:

  • Mangia cibi con molto  calcio, come prodotti caseari o verdure a foglia verde scuro.
  • Assumere integratori di vitamina D.
  • Fai movimento regolarmente.
  • Riduci il consumo di alcol.
  • Evita di fumare.

La menopausa è un aspetto naturale del ciclo di vita di una donna. È un momento in cui i livelli di estrogeni e progesterone diminuiscono. Dopo la menopausa, il rischio di determinate condizioni come l’osteoporosi o le malattie cardiovascolari può aumentare. Per gestire i sintomi,  è importante seguire  un programma alimentare sano a e fare molto esercizio fisico per evitare l’aumento di peso non necessario.

Contattami per un Programma Menopausa secondo i principi di Medicina Tradizionale Cinese, Ayurveda, Fitoterapia, Floriterapia.

 

DiAlessandra Zarone

Disarmonia di Swadhisthana chakra e disturbi femminili

Disarmonia di Swadhisthana chakra e disturbi femminili

ll surrene è talvolta coinvolto nella disarmonia di Swadhisthana chakra e nei disturbi femminili. E’ una ghiandola endocrina che, come suggerito dal nome, è situata sopra il rene. Si tratta, in realtà, di due piccole ghiandole (4-6 grammi), di forma piramidale, presenti bilateralmente a destra e a sinistra.
Le ghiandole surrenaliche sono costituite per il 90% da una zona più esterna (zona corticale) e per il 10% da una più interna (zona midollare). La zona corticale produce determinati ormoni (aldosterone, cortisolo e ormoni sessuali); la zona midollare, invece, produce altri ormoni (adrenalina e noradrenalina).
Tutti questi ormoni svolgono delle funzioni molto importanti; sono fondamentali, infatti, nelle risposte acute agli eventi stressanti e improvvisi, nello sviluppo dei caratteri sessuali, o addirittura nell’impedire una caduta per terra quando si passa dalla posizione sdraiata a quella eretta.

Le ghiandole surrenaliche, quindi, sono indispensabili per la sopravvivenza. Infatti, chi è stato sottoposto ad asportazione chirurgica di entrambi i surreni deve necessariamente effettuare una terapia sostitutiva, cioè deve prendere dei farmaci che sostituiscano, in tutto e per tutto, gli ormoni che normalmente vengono prodotti dai surreni.
Le ghiandole surrenaliche, inoltre, possono causare dei disturbi, nel caso in cui funzionino o troppo o troppo poco; le cause di queste disfunzioni sono molteplici, variano dalle condizioni più benigne a quelle più aggressive.
L’iperfunzione dei surreni si può manifestare in diversi modi. Nel caso della Sindrome di Cushing prevalgono l’obesità addominale con arti sottili, volto lunare, presenza di smagliature rosse sull’addome, ipertensione arteriosa e astenia.
L’iperproduzione di ormoni sessuali può verificarsi sia in età infantile che adulta (sindromi adrenogenitali) e, nelle donne, si manifesta con irregolarità mestruali e con la comparsa di peli in aree dove quest’ultimi normalmente non dovrebbero essere presenti.

E’ importante riportare in equilibrio queste funzioni ghiandolari, attraverso oligoterapia, fitoterapia, floriterapia, cromoterapia e alimenti adatti al riequilibrio psicofisico.

Sintomi di stanchezza surrenalica :

I sintomi includono svogliatezza e mancanza di energia, specialmente al mattino. Le persone che soffrono di affaticamento surrenalico amano anche fare un sonnellino pomeridiano per “ricaricare le batterie”. Sembrano sempre mancare l’energia di cui hanno bisogno per svolgere i compiti quotidiani della vita. Spesso bramano cibi ricchi di carboidrati, zucchero e caffeina. Un altro sintomo della stanchezza surrenalica è non riuscire a dormire abbastanza. Per qualche ragione, l’affaticamento surrenale si presenta più spesso nelle donne rispetto agli uomini. Alcuni studi dimostrano che l’affaticamento surrenalico può anche essere collegato alla fibromialgia e all’ipotiroidismo.

L’affaticamento surrenale è una condizione fisica in cui le ghiandole surrenali non sono in grado di produrre quantità adeguate di ormoni necessari per una corretta funzione del corpo. Questa mancanza di ormoni provoca cambiamenti nel metabolismo dei carboidrati, delle proteine ​​e dei grassi del corpo, nell’equilibrio dei liquidi e degli elettroliti, nel cuore e nel sistema cardiovascolare e persino nel desiderio sessuale. Il risultato di questo squilibrio comporta che l’individuo viva le normali sollecitazioni quotidiane come opprimenti, con conseguente esaurimento che non sembra mai essere alleviato, indipendentemente dal riposo. Non è possibile vedere la stanchezza surrenalica, poiché non ci sono sintomi visibili, tuttavia si tratta di una condizione paralizzante e devastante. Gli individui che soffrono di affaticamento surrenale possono sembrare e sembrare sani, ma si sentono come la loro energia e la vita sta scivolando via.

Cause di affaticamento surrenale

La causa alla base dell’affaticamento surrenale è uno stress continuo non risolto. Lo stress può essere emotivo, mentale, fisico o esterno, così come cattiva alimentazione, tossicità da metalli pesanti, shock estremi e traumi emotivi, eccessivo esercizio fisico, traumi fisici, lavoro troppo duro senza abbastanza riposo, eccessivo consumo di stimolanti come caffè, tè, tabacco e droghe, uso eccessivo di terapie cortisoniche, mancanza di sonno o infezioni. Sfortunatamente, il corpo reagisce allo stesso modo alle minacce reali e immaginarie. Per esempio, la costante preoccupazione per la fine di una relazione può causare eccessivo stress alle ghiandole surrenali con conseguente soppressione del sistema immunitario . Il pensiero ha un impatto importante sulla salute surrenale e quindi sul benessere generale. Quando il cervello interpreta un evento come minaccioso (stressante) le ghiandole surrenali iniziano a funzionare e segnalano al sistema nervoso di prepararsi a combattere o fuggire. Anche se l’evento stressante può essere finito, il corpo continua a combattere. Quando questo stato di emergenza viene mantenuto per lunghi periodi di tempo, le riserve corporee si esauriscono, il sistema immunitario e le ghiandole surrenali sono indeboliti.

Durante le prime fasi di affaticamento surrenale, il corpo produce una quantità eccessiva di cortisolo per far fronte alla costante lotta o risposta allo stress. Livelli elevati di cortisolo possono causare obesità, aumento del colesterolo e della pressione sanguigna, alterazioni della chimica del cervello che causano depressione e ansia, insulinoresistenza e osteoporosi. Se non si riesce ad affrontare lo stress, le ghiandole surrenali diventano così esauste che non sono più in grado di produrre una quantità adeguata di cortisolo o altri ormoni necessari per mantenere la normale funzione fisiologica. L’affaticamento surrenale può diventare una condizione cronica, quindi per evitarlo, in primo luogo, è importante ascoltare il proprio corpo. In caso di stanchezza, è inutile cercare di ribellarsi a ciò che il corpo sta dicendo. Bisogna fermarsi e riposare.

Medicina Cinese

In Medicina Cinese, le ghiandole surrenali fanno parte dell’elemento acqua e sono correlate all’energia dei reni che “immagazzinano l’Essenza”. L’Essenza presiede allo sviluppo, alla salute, alla riproduzione. Ciò che può essere definito genetico è sinonimo di ancestrale. Però oltre alla genetica il Qi e l’Essenza vengono influenzati dall’età e dalla salute dei genitori, dalle condizioni in gravidanza e durante il parto, dal periodo post-parto in cui si è legati con un filo invisibile al Qi materno (primi 6 mesi). Tutto ciò influisce sul Qi originario e sull’Essenza del neonato. Perciò la salute sarà influenzata in modo vario dalle circostanze. Il Qi originario e l’Essenza non possono essere accresciuti, ma possono essere conservati e integrati tramite la respirazione e l’alimentazione. Perciò per conservare l’Essenza è necessaria la moderazione: evitare di sovraffaticarsi, evitare lo stress, evitare le droghe e gli eccitanti, mangiare e fare attività fisica moderata e regolare, respirare correttamente e mantenersi mentalmente tranquilli.

I Reni controllano l’Acqua:

lo yang del rene controlla lo scarico dell’acqua in eccesso da parte della Vescica.
Lo yin consente agli organi e ai tessuti di trattenere l’acqua necessaria per mantenerli lubrificati e idratati.

Lo Yang del Rene ha il compito di promuovere l’azione :

  • Dà calore e attiva lo yang di Milza e Cuore.

Lo Yin del Rene ha il compito di promuovere il rilassamento :

  • Dà freschezza e stabilità e attiva lo yin di Fegato, Cuore e Polmone

In Psicosomatica, la paura dei reni è quella della fuga, è la paura animale di essere mangiati, di essere aggrediti, uccisi, che si tratti di un serpente, un drago o qualsiasi altra forma di vita non importa, essa è la prima paura fondamentale del corpo fisico, quella su cui si lavora in questo seminario. E questa trascina con sé tutta un’altra serie di paure che sono paure di emozioni, paure di ricordi, che sono però di tipo secondario.

Sintomi di stanchezza surrenale:

Sensazione di freddo
Ansia
Infezioni croniche di basso grado
Diminuzione del desiderio sessuale
Sudorazioni notturne
Minzione notte
Depressione
Fibromialgia
Mal di testa
Ipoglicemia
Incapacità di concentrarsi
Aumento delle allergie
Insonnia
Sensazione di testa vuota
Dolore lombare nella zona renale e sacro
Bassa pressione sanguigna
Debolezza muscolare
Scarsa memoria
Scarsa traspirazione
Sensibilità alla luce, rumore, tocco, movimento.
Sensazione totale di esaurimento
Aumento di peso o perdita.
Sentirsi sopraffatto da piccole cose
Nausea

Un approccio fitoterapico:

Il secondo chakra è chiamato Svadhishthana, che significa “dimora del sé”. È associato al colore arancione, all’elemento acqua e al senso del gusto. Questo chakra allinea la persona con gli organi procreativi, il bacino, il sacro e le piante dei piedi. I modelli di squilibrio associati a questo centro energetico sono stagnazione creativa, paura, sterilità, lussuria, inerzia e ricordi somatici inconsci.

Se desideri una Consulenza in  Naturopatia con Medicina Cinese, Fitoterapia, Floriterapia, Oligoelementi , volto alla soluzione di questi disagi psicofisici, contattami.

DiAlessandra Zarone

Dolori mestruali e visione ayurvedica

Dolori mestruali e visione ayurvedica

 

I sintomi tipici di uno squilibrio Vata durante il periodo premestruale sono ansia, tensione nervosa e sbalzi d’umore . Per Pitta, tuttavia, l’umore è più rabbia e irritazione. Kapha, come sempre, è caratterizzato da letargia.

Come ci si potrebbe aspettare, le donne con uno squilibrio Vata ottengono i migliori risultati dal riposo, dalla meditazione e da una routine regolare. Quelli con uno squilibrio Pitta rispondono meglio alla pulizia interna mensile, e quelli con uno squilibrio di Kapha trovano beneficio negli integratori a base di erbe e una dieta detossinante che riduce le impurità.

Circa il 70% di tutte le donne ha dolore e crampi durante i cicli mestruali mensili. Tuttavia, questi sintomi di solito non sono abbastanza gravi da disturbare la vita quotidiana.

Il crampo e il dolore di solito iniziano un giorno o due prima che il periodo inizi con il disagio più grave che si verifica il primo giorno delle mestruazioni.

 

Ci sono più di 150 sintomi conosciuti e alcuni dei più comuni includono depressione, gonfiore, affaticamento, scoppi d’ira, tensione al seno, dolori vaghi, emicranie mestruali e aumento di peso.

Alcune delle cause sospette sono:

  • Livello di estrogeni in eccesso nel sangue
  • Ritenzione di liquidi
  • Carenza di vitamina B6
  • Deficit di progesterone
  • Anomalia tiroidea
  • Ipoglicemia (riduzione del livello di glucosio nel sangue)
  • Carenza di serotonina

Sebbene nulla sembra curare la SPM Sindrome Premestruale, ci sono alcuni alimenti che sembrano aggravare i sintomi, mentre altri tendono ad alleviarli. Attenersi a un regime a basso contenuto di sale mentre aumenta l’assunzione di liquidi e alimenti ricchi di potassio è spesso efficace nel prevenire il gonfiore. Potresti anche provare sollievo limitando il consumo di alcol e caffeina, poiché l’alcol  può peggiorare il mal di testa e l’affaticamento della PMS e  accentuare la depressione. La caffeina, d’altra parte, è uno stimolante e può contribuire ad ansia, irritabilità e dolori al seno.

Alimentarsi nel modo corretto:

Diversi studi hanno dimostrato che una dieta ricca di calcio e vitamina B6 durante la SPM può anche aiutare a ridurre la ritenzione idrica e alleviare i cattivi stati d’animo. Le più alte fonti di calcio sono latte e prodotti a base di latte come yogurt, gelato e formaggio. Ma è bene scegliere opzioni a basso contenuto di grassi. Inoltre, è possibile ottenere il calcio da verdure come broccoli, verdure scure (come le cime di rapa), cavolo verde o rosso (crudo), cavolo riccio, pesce, prodotti di soia e tofu. Gli alimenti ricchi di vitamina B6 includono le banane; patate al forno; legumi come soia e lenticchie; carni, in particolare pollo, ma anche carne di manzo o maiale; cereali e cereali con crusca; e pesce, soprattutto salmone.

Alcune ricerche hanno suggerito che l’assunzione di integratori vitaminici o minerali può essere utile anche per alleviare il gonfiore e la depressione. Tra i più promettenti ci sono il calcio, il magnesio, la vitamina B6 e la vitamina E.

Molte donne hanno voglie di cibo durante la SPM, e le voglie di solito si concentrano su dolci e snack come gelato, cioccolato e patatine. Mangiare carboidrati complessi è probabilmente il modo migliore per allontanare quelle voglie di cibo. Questi alimenti sono una buona fonte di fibre, che aiuta a eliminare gli estrogeni in eccesso dal tuo corpo. È stato dimostrato che alti livelli di estrogeni contribuiscono alla sindrome premestruale. Inoltre, la ricerca ha scoperto che i cibi ricchi di carboidrati alleviano effettivamente tensione, ansia e sbalzi d’umore che accompagnano la sindrome premestruale.

Buone fonti di carboidrati complessi includono pane, pasta,patate, riso, mais e legumi come piselli, ceci e lenticchie.

 Ci sono cose che puoi fare a casa per sentirti meglio :

  • Ridurre il sale e il sodio nella dieta per ridurre la ritenzione di liquidi
  • Seguire una dieta equilibrata
  • Prendere integratori di calcio e magnesio durante il periodo mestruale per alleviare il dolore e i crampi
  • Ridurre l’assunzione di zucchero e caffeina
  • Evitare alcol e sigarette
  • Fare esercizio fisico come camminare per favorire la respirazione profonda
  • Fare un bagno caldo
  • Bere tè caldi e alle erbe
  • Massaggiare la schiena per rilassare i muscoli massaggiando con olii riscaldanti sull’addome

 

Se ti ritrovi nelle problematiche descritte e vuoi iniziare un Programma Naturopatico con rimedi fitoterapici della tradizione erboristica occidentale e orientale, prenota una Consulenza anche via Skype.

DiAlessandra Zarone

Rimedi ayurvedici per la Menopausa

Rimedi ayurvedici per la Menopausa:

 

La menopausa accoglie e celebra l’inizio di un periodo radioso di saggezza e grazia. I rimedi naturali ayurvedici, insieme a un’alimentazione specifica, evitano al Vata dosha bruschi cambiamenti psichici, instabilità emotiva.

Ojas- è una sostanza responsabile della costruzione del sistema immunitario, infonde stabilità e nutrimento. E il prodotto finale della nutrizione nel nostro corpo, dopo essere passato attraverso i sette strati di tessuti, tra cui l’ultimo strato dei nostri organi riproduttivi, è ojas. Il nostro sistema immunitario ci dà la capacità di tollerare il nostro ambiente esterno, così come i cambiamenti al nostro ecosistema interno. Le persone con un basso ojas sono più inclini a squilibri e malattie. Ad esempio, vampate di calore.

Tejas-As ojas aiuta a dirigere Pitta; è un’intelligenza insista in ogni  cellula del corpo ed è attraverso questa “intelligenza,”   ogni cellula comprende cosa deve fare e quando fare. Senza tejas, non vi è alcuna indicazione su dove Pitta e il calore dovrebbero fluire, in modo che possa servire al suo scopo.

Poiché gli ormoni svolgono funzioni vitali di Pitta e Kapha, è molto importante che questi due dosha, in particolare, siano bilanciati quando entrano in menopausa.

La perdita di ormoni in Menopausa

Durante la menopausa, ojas è ridotto e quindi abbiamo una minore capacità di mantenere l’equilibrio, anche nello stesso ambiente e con lo stesso fattore di stress, se ciò è associato a uno squilibrio di Vata, il nostro corpo non è in armonia e si perde il delicato equilibrio fra sistema nervoso simpatico ( funzione di autoconservazione ) e quello parasimpatico

( funzione di rilassamento), essi funzionano come sistemi opposti, ma complementari. A causa del basso ojas, durante la menopausa, aumenta il livello di cortisolo, la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca.Questo stato di stress spinge Pitta in tutto il corpo, che si prepara così ad attaccare qualsiasi minaccia.
Inoltre, questo Vata elevato, senza equilibrio, si disperde in tutto il corpo, portando il fuoco digestivo centrale, agni, lontano dalla sua sede naturale, ossia stomaco e intestini. Questo causa difficoltà di digestione e cattivo nutrimento.


Il calore che viaggia nel sistema circolatorio provoca vampate di calore, insonnia e malattie cardiache.
Anche Vata scorre verso il basso, causando secchezza vaginale, nel colon e altri tessuti più profondi, creando  l’osteoporosi.
Il tejas , anch’esso diminuito, porta a disturbi di memoria e concentrazione e a una maggiore predisposizione ai tumori.

Alcuni Kapha durante la menopausa sono bilanciati, a patto che non siano in eccesso di ama, con conseguenti  malattie cardiache.
Bisogna stare calmi, equilibrare il Vata e il Pitta al suo centro, calmando il sistema nervoso simpatico.
Rafforzare  Agni poichè, quando funziona in modo ottimale, tutto il tuo corpo funziona in modo ottimale perché è ben nutrito .

 Squilibri Vata:

  • Sbalzi d’umore
  • Pelle secca o mucose (compresa la vagina)
  • Sanguinamento scarso durante la pre-menopausa
  • Stitichezza o intestino irritabile
  • Insonnia
  • Ansia, preoccupazione, paura
  • Diminuzione della concentrazione
  • Libido ridotta
  • Perdita di massa ossea

Squilibri Pitta:

  • Vampate
  • Irritabilità
  • Sanguinamento intenso durante la pre- imenopausa
  • Eruzioni cutanee e malattie
  • Rabbia, irritazione, gelosia, critica, competitività
  • Ipertensione e malattie cardiache

Squilibri Kapha:

  • Aumento di peso
  • Sovrappeso
  • Ritenzione idrica
  • Edema
  • Depressione, tristezza, avidità
  • Diminuzione della concentrazione
  • Colesterolo alto o trigliceridi

Con l’avanzare della menopausa, le nostre ovaie vengono liberate dal loro ruolo di centri per la maturazione degli ovuli e la produzione di ormoni. I livelli di estrogeni e progesterone, i due ormoni femminili dominanti, decadono.

E necessario un approccio olistico per alleviare molti malesseri e potenziare la gioia di vivere .

Consigli :

  • Fai pace col passato e crea l’accettazione del presente e del futuro

Questo è l’elemento più importante della transizione. Non c’è nulla che aumenti  il nostro stress come rabbia, risentimento e irritazioni, specialmente del passato.

  • Prenditi del  tempo e fai pace con te stessa, con tutti quelli con cui hai incrociato nella tua vita in generale.

Salute delle ossa:

Le ossa crescono intorno ai vent’anni. Intorno ai 35 anni, si inizia a perdere lentamente la massa ossea, negli anni intorno all’ultimo periodo mestruale, assistiamo alla più grande perdita di tessuto osseo.Dato che le ossa sono un tessuto dinamico, prima si inizia a supportare le ossa, meglio è.

Il dhara kala, o membrana del colon è intimamente connesso al dhara kala delle ossa.

Quindi non è una sorpresa quando scopriamo che le malattie intestinali, come il morbo di Crohn o la colite ulcerosa, sono fattori di rischio significativi per l’osteoporosi. Anche i disturbi del colon, senza lesioni strutturali, come la sindrome dell’intestino irritabile, hanno legami con l’osteoporosi.

L’assunzione di calcio è molto importante. Gli studi clinici stanno riscontrando, che potrebbero esserci differenze nel bisogno, a seconda della dieta.

Ad esempio, la dieta a predominanza proteica dell’Occidente può richiedere più calcio poiché le proteine possono ridurre l’assorbimento di calcio.
Vi consiglio di mangiare verdure ad alto contenuto di fibre che sono anche una buona fonte di calcio, come verdure a foglia verde, in equilibrio con le proteine.
Anche i semi di sesamo sono eccellenti fonti di calcio.

Dose giornaliera di vitamina D:

Ci sono una serie di integratori, ma la fonte migliore e più nutriente è il sole poichè quando interagisce con la pelle. I tempi ideali sono il mattino presto o la  tarda serata,  durante la tarda primavera fino all’inizio dell’autunno, quando il sole ha il suo maggiore impatto.

Nel gestire la menopausa, l’Ayurveda considera lo stile di vita e le abitudini alimentari.Sebbene i sintomi di un eccesso di Vata prevalgano è necessario considerare la tipologia della singola persona, suggerendo un’alimentazione appropriata.

Esistono diversi tipi di squilibri:

  1. L’accumulo di tossine e impurità nei tessuti.
  2. Blocco dei canali di circolazione responsabili del nutrimento e della pulizia dei tessuti.
  3. Squilibrio dei processi digestivi e metabolici.
  4. Squilibrio e deterioramento della forza e della stabilità del sistema nervoso.
  5. Accumulo di stress fisico e mentale.
  6. Abbassamento del sistema immunitario.
  7. Interruzione dei ritmi biologici naturali attraverso schemi impropri relativi a cibo, sonno ed esercizio fisico.

Gli squilibri di Vata, Pitta o Kapha creano sintomi molto diversi:

 

  • Lo squilibrio di Pitta può creare vampate di calore mentre Pitta controlla il livello di digestione, metabolismo e produzione di calore nel corpo.
  • Lo squilibrio del Vata porta a più ansia, disturbi del sonno e secchezza vaginale, pelle secca e sottile, perché lo squilibrio Vata disturba il sistema nervoso e asciuga i tessuti corporei.
  • Lo squilibrio di Kapha crea sintomi di pesantezza nel corpo, depressione e rallentamento della digestione, difatti Kapha
    controlla l’accumulo di pesantezza e struttura all’interno del corpo.

 

Pulizia del corpo da tossine e impurità:

 

Secondo l’Ayurveda, il ciclo mestruale non solo aiuta a mantenere armonia nel sistema riproduttivo, ma agisce anche come pulizia interna, molto importante nel processo fisiologico . Quando le mestruazioni si fermano, il corpo perde un prezioso meccanismo di pulizia naturale. Se c’è un accumulo di tossine, le impurità si accumulano rapidamente in maggiore quantità e iniziano a creare molti dei sintomi negativi della menopausa.

L’accumulo di tossine e impurità crea sintomi indesiderati:

Localizzate nei tessuti, interrompono  la loro delicata biochimica.
Localizzate nei in canali circolatori, bloccano i processi naturali di nutrizione e di eliminazione delle scorie in tutto il corpo.

La prevenzione e i trattamenti ayurvedici:

  • Allentano le impurità che sono state incorporate nei tessuti e aiutano a liquefarle attraverso il massaggio con olii a base di erbe.
  • Ammorbidiscono e aprono i canali di circolazione e di eliminazione in modo che un nutrimento adeguato possa raggiungere i tessuti e le impurità possano essere  eliminate più facilmente.
  • Attivano il processo di eliminazione, grazie alla pulizia più accurata dell’intera fisiologia.

L’auto massaggio:

L’uso quotidiano dell’auto massaggio con olio a base di erbe fornisce un effetto profondamente lenitivo ed equilibrante per l’intera fisiologia.
Inoltre, il movimento del massaggio crea calore e sfregamento  che migliorano la circolazione e aiutano a pulire il corpo dalle di impurità. L’olio e le erbe  nutrono i tessuti, accelerando così lo sviluppo e la riparazione degli stessi.
Inoltre, le varie erbe che sono state bollite in un olio di base e l’olio stesso, sono scelti appositamente per il bilanciamento  dei tre dosha Vata, Pitta o Kapha.

Nutrizione, digestione e metabolismo:

Una corretta alimentazione mantiene l’equilibrio nel corpo mentre un’alimentazione scorretta può disturbare la digestione e portare alla creazione di tossine. La maggior parte delle impurità che si localizzano nei tessuti originariamente provengono da cibi scarsamente digeriti e indebitamente eliminati.

Nutrizione e digestione ayurvedica:

Il principio fisiologico alla base dei processi digestivi e metabolici è chiamato Pitta. Molte condizioni, tra cui alcuni sintomi della

menopausa, sono causati da un Pitta squilibrato. Questi includono:

  • La maggior parte dei disturbi della pelle, eruzioni cutanee, infiammazione.
  • Bruciore di stomaco e ulcere
  • Rabbia e irritabilità eccessive
  • Colite
  • Vampate di calore eccessive
  • Equilibri ormonali

Gestione dello stress:

Serve per mantenere un equilibrio a livello di sistema nervoso e immunitario. E’ risaputo che un eccessivo stress mentale, emotivo e fisico può peggiorare molti dei sintomi della menopausa. Lo stress peggiora la capacità del corpo di guarire se stesso. Ciò è dovuto ai cambiamenti ormonali e ad altre risposte biochimiche allo stress che aggravano il metabolismo, creano dolore e abbassano le difese immunitarie.

I disturbi del sonno spesso creati dai sintomi della menopausa aumentano la fatica, che a sua volta aumenta la suscettibilità allo stress, che a sua volta aggrava i sintomi della menopausa. La risultante è una spirale discendente.

Stile di vita e routine quotidiana:

Uno dei fattori più importanti per mantenere un’elevata resistenza allo stress e alla stabilità nel sistema nervoso è avere uno stile di vita che non
disturbi i ritmi corporei naturali. La regolarità nella nostra routine quotidiana è importante prima, durante e dopo il periodo di vita della menopausa.

Erbe Ayurvediche e riduzione dei radicali liberi:

Durante il mio Consulto suggerisco erbe appropriate per aiutare il processo di guarigione, al fine di equilibrare digestione e metabolismo e aiutare il corpo a purificarsi dalle tossine, compresi i radicali liberi.

I radicali liberi sono le più dannose di tutte le impurità, essendo estremamente irritanti per la fisiologia. La loro presenza crea e peggiora molti disturbi e può influire sui sintomi della menopausa. I radicali liberi sono un classico esempio di tossicità di tipo Pitta e possono spesso essere creati dalle  erbe sono più efficaci dopo che una persona segue

Programma Detossinante

La menopausa è un momento di grande transizione nella vita di una donna. Molti cambiamenti stanno accadendo, sia fisicamente che psicologicamente e può essere un momento molto difficile per molte donne.

Problemi diffusi in menopausa:

Il problema del peso è il risultato di uno squilibrio di Kapha, e ancora più specifico, uno squilibrio digestivo di Kapha conosciuto come “Manda Agni” o fuoco digestivo lento. Poiché i livelli di estrogeni iniziano a scendere appena prima e durante la menopausa, anche il metabolismo viene spostato, rallentando piuttosto velocemente. Salvo precauzioni, il risultato è l’aumento di peso in genere intorno alla parte centrale. Questo spiega perché la dieta e il livello di attività può rimanere lo stesso, ma il peso inizia a salire costantemente.

Anche se questo problema è comune a tutte le donne nei loro anni 40 e 50, non è detto che tutte ne soffrano. Con l’aiuto dell’ Ayurveda si può

aumentare il metabolismo della digestione, impedendo ogni ulteriore aumento di peso e riducendo i chili che si sono già accumulati.

Il miglior consiglio che posso dare su questo argomento è di fare alcuni cambiamenti permanenti nella tua  dieta e abitudini alimentari.
Sarà importante seguire un’alimentazione specifica per Kapha, al fine di aumentare il fuoco digestivo, stimolare il metabolismo e a ridurre l’aumento di peso accumulato.

Dosha Vata

Per molte donne con Vata dosha dominante, la menopausa è una sfida difficile. Quindi, spesso si sentono sopraffatte da tutto intorno a loro, sia a livello psico-emotivo che fisico. Appaiono in modo permanente “nuovi fastidi”, tutto è confuso. Quindi, specialmente a livello emotivo, ci sono forti sbalzi. Le paure e l’instabilità interiore fanno sentire molto a disagio, al punto da entrare in depressione. Fisicamente le forze lo sono ridotte, la routine quotidiana più semplice sembra un ostacolo insormontabile. Inoltre, a volte il sudore e il calore sono
accompagnati da paure e brividi. Le mestruazioni diventano più irregolari del solito, ci sarà assenza totale per diversi mesi o si presenteranno  ogni 14 giorni. L’emorragia si alterna tra molto forte a quasi assente.

I disagi più frequenti nella donna Vata:

  • Attacchi di panico e paure
  • Instabilità interiore e nervosismo
  • Depressione
  • Sbalzi emotivi
  • Insonnia
  • Esordio improvviso di intenso calore secco
  • Sensazione di freddo o brividi.
  • Tachicardie nervose
  • Secchezza vaginale
  • Pelle secca
  • Stipsi
  • Perdita di elasticità della pelle
  • Dolori alle articolazioni
  • Osteoporosi
  • Diminuzione del desiderio sessuale
  • Emicrania

Dosha Pitta

Le donne con dosha Pitta dominante soffrono principalmente di sudorazioni molto calde e umide. Il fuoco di Pitta sembra letteralmente uscire da ogni poro del corpo. Quindi, a volte i sudori improvvisi compaiono più volte per un’ora. Inoltre, anche i sudori notturni aumentano.Vi è la sensazione di calore intenso sotto la pelle o in alcune parti del corpo . Le emozioni sono roventi, con attacchi di rabbia molto forti. C’è un maggiore propensione a discutere per qualsiasi assurdità.

I disagi più frequenti nella donna Pitta:

  • Attacchi di calore con molto sudore
  • Sensazione di calore interna molto forte
  • Sudori notturni intensi
  • Rabbia
  • Diarrea improvvisa
  • Emorroidi.
  • Suscettibilità a qualsiasi commento.
  • Sanguinamento mestruale molto intenso
  • Eruzioni cutanee
  • Acne
  • Herpes
  • Vaginite
  • Intolleranza al sole
  • Alta pressione sanguigna
  • Mal di testa da tensione

Dosha Kapha

La donna con il dosha Kapha dominante soffre principalmente di aumento di peso, accompagnato da pesantezza e letargia nel corpo e nella mente. Così, l’inerzia e la fatica permanente fanno parte della vita di tutti i giorni. Solo con un’attività fisica questo stato può essere migliorato. Inoltre, aumenta la ritenzione di liquidi , le forme di edema, gonfiore generale e pesantezza alle gambe, tanto sudore, stati di malinconia, tristezza e persino depressione, il desiderio di isolarsi e la solitudine interiore è accentuata.

I disagi più frequenti nelle donne Kapha:

  • Aumento di peso
  • Pesantezza
  • Letargia
  • Apatia e inerzia
  • Affaticamento costante
  • Ritenzione idrica
  • Infezioni fungine
  • Digestione molto lenta e pesante
  • Depressione e tristezza

 

Modi per affrontare la menopausa:

Lo stile di vita olistico dell’ Ayurveda che include una dieta sana, erbe, yoga e meditazione quotidiana, può aiutare le donne ad alleviare molti dei disagi della menopausa e attraversare questo stadio naturale  della vita.

Nell’Ayurveda, la menopausa è legata all’invecchiamento, che è uno stadio della vita dominato da Vata (aria). Pertanto, i sintomi della menopausa vissuti da alcune donne sono simili ai sintomi osservati quando il Vata Dosha aumenta e sconvolge il normale equilibrio del corpo.

Vata

I sintomi della menopausa comprendono depressione, ansia e insonnia. La menopausa può anche manifestarsi come un aumento degli altri due dosha.

Pitta

Le donne con sintomi di Pitta (fuoco) sono spesso arrabbiate e soffrono di vampate di calore.

Kapha

I sintomi del Kapha (acqua) includono l’apatia, l’aumento di peso, e sentimenti di pesantezza mentale e fisica.

In sintesi 

Il trattamento ayurvedico della menopausa si concentra sul rafforzamento e ringiovanimento del sistema riproduttivo. I preparati a base di erbe sono suggeriti per regolare gli ormoni, calmare lo stress mentale e mantenere una digestione efficace.
Tonici naturali sono  consigliati  per aumentare il sistema immunitario e garantire ringiovanimento.

Se ti ritrovi nelle problematiche descritte, vorresti prevenire alcuni disagi  e desideri affrontare  la Menopausa con una corretta alimentazione, in base alla tua tipologia, con l’apporto di rimedi erboristici biologici, prenota una Consulenza Naturopatica comodamente via Skype

 

DiAlessandra Zarone

Armonia del corpo e Ayurveda

 

Armonia del corpo e Ayurveda

 

Tutte le cose nell’universo, sia viventi che non viventi, sono unite insieme. In realtà, tutto nell’universo è realtà costituito dagli stessi cinque elementi naturali : spazio, aria, fuoco, acqua e terra.
C’è una profonda connessione tra il sé e l’ambiente: inizialmente siamo collegati a noi stessi, alle persone che ci circondano, al nostro ambiente immediato e all’universo. Questa connessione equilibrata garantisce una buona salute.


Ci conserviamo sani se manteniamo l’equilibrio, interagendo con il nostro ambiente in modo efficace e salutare.Tuttavia, il nostro equilibrio iniziale è spesso interrotto dal nostro stile di vita.

Le nostre scelte su alimentazione, esercizio fisico, professione e relazioni hanno tutte le potenzialità per creare squilibri fisici, emotivi o spirituali. 

Questo squilibrio causa una mancanza di armonia e ci rende più suscettibili alle malattie.Gli esseri umani sono responsabili delle loro scelte e azioni. Siamo in grado di raggiungere e mantenere una buona salute se facciamo scelte equilibrate che promuovono l’armonia.

Prakriti e dosha:

La filosofia ayurvedica sostiene che le persone nascono con una costituzione specifica, che è chiamata prakriti. Il prakriti, stabilito al momento del concepimento, è visto come una combinazione unica di caratteristiche fisiche e psicologiche che influenzano il modo di essere di una persona.

Nel corso della vita, il prakriti di un individuo rimane lo stesso. Tuttavia, il proprio prakriti è costantemente influenzato da vari fattori interni, esterni e ambientali come il giorno e la notte, i cambiamenti stagionali, la dieta, le scelte di vita e altro ancora. L’Ayurveda pone grande enfasi sulla prevenzione della malattia e raccomanda il mantenimento della salute attraverso un’alimentazione specifica che crea equilibrio.

Esistono tre qualità, chiamate dosha, che formano il prakriti o costituzione. Questi dosha sono chiamati vata, pitta e kapha e hanno tutti un impatto specifico sulle funzioni corporee.

I dosha individuali fluiscono costantemente e il loro equilibrio dipende dal cibo, dal movimento e dalle relazioni con il mondo esterno.
Lo squilibrio dei dosha produce sintomi diversi, correlati a quel dosha .

Ad esempio, se la è persona aggressiva, avrà un Pitta dominante sugli altri dosha e potrà sviluppare un eritema pungente o una gastrite. Molti fattori possono causare squilibrio, tra cui una dieta povera, troppo o troppo poco esercizio fisico/mentale/, sostanze chimiche o germi.

Metodi di approccio ayurvedico al disagio psico-fisico:

  • Misure interne, tra cui Shodhana (detossificazione) .
  • Shamana (metodi utilizzati per migliorare la qualità della vita).
  • Misure esterne, tra cui Snehana (trattamenti con olio).
  •  Svedana (terapia a vapore erbe) e uso di paste vegetali.
  • Terapie mentali e spirituali, chiamate Daivya Chikitsa.
  • Assunzione di erbe, tra cui rasa shashtra (l’uso di varie formulazioni di erbe e minerali).

Maggiori informazioni su doshas:

Ogni dosha comprende due dei cinque elementi di base, ciascuno con qualità specifiche. Questi elementi sono:

  • Spazio (associato all’espansività).
  • Aria (associata a gassosità, mobilità e mancanza di forma).
  • Fuoco (associato a trasformazione, calore e fuoco).
  • Acqua (associata a liquidità e instabilità).
  • Terra (associata a solidità e stabilità).

Inoltre, ogni dosha è associato a una specifica struttura corporea o forma ed è collegato a certi tratti della personalità. L’Ayurveda collega anche ogni dosha a particolari tipi di problemi di salute.

Qual è lo stato normale dei tridosha?

Quando i tridosha sono equilibrati, l’individuo sperimenta la salute a tutti i livelli: mentale, fisico e spirituale.

L’Ayurveda considera salute:

  • Felicità: senso di benessere.
  • Emozioni – stati emotivi equilibrati in modo uniforme.
  • Funzioni mentali: buona memoria, comprensione, intelligenza e capacità di ragionamento.
  • Sensi – corretto funzionamento di occhi, orecchie, naso, gusto e tatto
    Energia: abbondante energia mentale e fisica.
  • Digestione: facile digestione di cibo e bevande.
  • Eliminazione – eliminazione normale dei rifiuti: sudore, urina, feci e altro.
  • Corpo fisico: tessuti, organi e sistemi corporei sani.

Squilibrio

Lo squilibrio naturale è dovuto al tempo e all’età. Vata, Pitta e Kapha aumentano e diventano predominanti durante la propria vita, durante una stagione e durante certe ore del giorno. Ad esempio:

  • Vata è predominante durante l’ultima parte della propria vita, durante la stagione autunnale e durante il tardo pomeriggio, così come durante l’ultima parte della notte e l’ultima parte della digestione.
  • Pitta è predominante durante la mezza età, durante la stagione estiva, a mezzogiorno, a mezzanotte e durante la parte centrale della digestione.
  • Kapha è predominante durante l’infanzia, durante la stagione primaverile, nella tarda mattinata, nella prima parte della sera e durante la prima parte della digestione.

Gli squilibri non naturali dei dosha possono essere causati da:

  • Alimentazione inappropriata
  • Stile di vita inappropriato,
  • Trauma (come un incidente d’auto),
  • Virus, parassiti, ecc.

Mentre alcuni di questi elementi sono al di fuori del nostro controllo, il tipo di stile di vita che noi viviamo e i cibi che mangiamo sono sotto il nostro controllo.

L’energia di Kapha (terra) è responsabile della stabilità, della struttura, dell’immagazzinare, della crescita. Kapha controlla la forza, le dimensioni,

il tasso di crescita del corpo e memorizza le informazioni in mente. Tipicamente, quando l’energia di kapha viene disturbata, il corpo inizia a

ingrassare immagazzinando più grasso, inspessendo tessuti e sangue e trattenendo fluidi corporei extra. Ciò porta allo sbilanciamento dell’energia vata. Di conseguenza, gli squilibri creano funzioni compromesse e inefficienti che portano a malattie e disagi.

Sintomi tipici; il corpo diventa pesante, opaco, lento e soffocante con muco.

Malattie correlate allo squilibrio di kapha:

  • Allergie / Muco
  • Asma
  • Raffreddori
  • Colesterolo
  • Diabete
  • Edema
  • Crescita (indesiderata) come i tumori.
  • Obesità

Tutti i disturbi relativi al kapha devono essere affrontati con un’alimentazione appropriata.

Spesso quando l’energia di kapha viene disturbata, anche vata viene disturbata.

 

L’energia Pitta (fuoco) è responsabile della fornitura di “calore” per l’elaborazione delle funzioni nel corpo. Tutte le funzioni metaboliche,

cataboliche e altre funzioni di elaborazione, va sottolineato che le informazioni nella mente sono eseguite da pitta. Quando l’energia di pitta

(dosha) è squilibrata, il principale “fuoco” digestivo e persino un “fuoco” cellulare possono essere disturbati. Le funzioni di elaborazione come la

rottura del cibo, l’assorbimento dei nutrienti e il metabolismo a livello cellulare sono compromesse. Questo porta ad esaurimento di forza e secchezza nel corpo che può alterare il bilancio energetico vata.

Le malattie scatenate dallo squilibrio di Pitta sono:

  • Infiammazione articolare
  • Diarrea
  • Febbre
  • Mal di testa
  • Bruciore di stomaco
  • Ipertensione
  • Infiammazioni (interne o esterne)
  • Malattie della pelle

Kapha è in genere il più grande dei tipi di corpo. Fisicamente, hanno fianchi larghi / spalle; folti capelli ondulati; buona resistenza fisica.

Mentalmente, i tipi di kapha tendono a imparare lentamente, ma hanno grandi ricordi. Dal punto di vista emotivo, tendono ad essere molto

leali, stabili e affidabili – sono spesso indicati come “rocce” in una relazione.

In mancanza di equilibrio, gli individui kapha hanno una tendenza alla congestione sinusale, cattiva circolazione e digestione pigra che può

facilmente portare all’obesità. Per aiutare a migliorare la circolazione, possono fare un massaggio stimolante del corpo secco, chiamato

garshana, eseguito con guanti di seta grezza – è possibile utilizzare una spugna luffa come sostituto. Il massaggio aiuta a sbarazzarsi del peso in eccesso di acqua ed è una cura naturale per la cellulite.

Le sei fasi del disequilibrio :

Fase uno: accumulo

La malattia inizia con l’accumulo di uno o più dosha. I tre dosha, vata, pitta e kapha, sono tre aspetti del corpo mentale che governano il

funzionamento del corpo. Quando i tre dosha sono in equilibrio, la persona gode di buona salute. Tuttavia, attraverso un’alimentazione squilibrata, lo stile di vita e l’esposizione a stress e fattori ambientali, uno o più dosha possono perdere equilibrio. Nel primo stadio di questo squilibrio  il dosha aumenta in quantità,ossia “accumula”.

Nella prima fase, il dosha si accumula nella sua sede naturale . Ad esempio, il dosha vata può accumularsi nel colon, nei nervi o negli spazi vuoti e nei canali del corpo. Pitta dosha può accumularsi nel tratto digestivo, negli occhi o nella pelle. Il kapha può accumularsi nel torace e nelle sostanze fluide del corpo, come i liquidi articolari e il sistema circolatorio.

Fase due: aggravamento

Mentre la fase uno comporta un cambiamento quantitativo nei dosha, questa fase comporta un cambiamento qualitativo nei dosha. Nella

seconda fase il dosha acquisisce la tendenza a diffondersi dalla sua sede normale. Questo cambiamento interno qualitativo può rovinarsi e diventare anomalo.

Terza fase: diffusione

Ora il dosha esce dalla sa sede naturale e inizia a circolare nel corpo. Non ci sono ancora sintomi specifici. Tuttavia, nella terza fase possono

esserci sintomi vaghi e non specifici di basso grado, come  dolori transitori o malessere lieve. La persona può lamentare stanchezza o lieve depressione, o dire “Non mi sento bene”.

Fase quattro: localizzazione

In questa fase il dosha ora si localizza in un tessuto fuori dalla sua sede principale e inizia a interrompere la funzione di quel tessuto (dhatu) o

organo.

Ci sono diversi fattori che determinano dove si localizzerà il dosha disseminante. Uno è un’anomalia nei canali micro circolatori (srotas) in quel

tessuto. Ad esempio, se vi è un restringimento dei vasi sanguigni o dei canali linfatici in un’area del corpo, il dosha può stabilirsi lì e iniziare a

interrompere il funzionamento dei tessuti circostanti.

Il secondo fattore sono le tossine digestive chiamate ama:è il prodotto della digestione squilibrata ed è descritto come una sostanza appiccicosa che può facilmente ostruire i canali micro circolatori del corpo. Il dosha disseminante porta ama insieme ad esso, e l’ama appiccicosa diventa “bloccata” in un punto in cui gli srotas si restringono. Allora l’ama appiccicosa, insieme al dosha viziato, diventa un terreno fertile per la malattia in quella zona.

Ad esempio, se il kapha dosha, che è pesante e freddo, si è accumulato e disseminato, può localizzare, insieme con ama, nei canali della testa e del collo. Nella Quarta Fase, questo inizierà ad essere vissuto come una gola irritata o una sensazione di pesantezza nella testa.

Fase 5: manifestazione

In questa fase la malattia si manifesta nella sua forma completa, chiaramente identificabile. Il funzionamento dei tessuti è interrotto dal

complesso di ama mescolato con il dosha squilibrato. Nell’esempio di kapha dosha e ama localizzato nella testa e nel collo, la gola irritata e pesantezza nella testa è ora vissuta come  raffreddore, mal di gola, sinusite, attacco allergico.

Fase Sei: cronicità

In questa fase, la malattia diventa così incorporata nei tessuti che i meccanismi naturali di riparazione del corpo non sono in grado di

capovolgerla. Quindi l’interruzione del funzionamento diventa un disturbo permanente o a lungo termine. Ad esempio, il disturbo da kapha potrebbe diventare sinusite cronica o perenne o rinite.

Se ti ritrovi nei disagi descritti e vuoi intraprendere un percorso naturopatico volto alla prevenzione e alla risoluzione in modo naturale di disagi e disturbi, prenota una Consulenza Personalizzata.

 

DiAlessandra Zarone

Prevenzione dei disequilibri Vata in Ayurveda

Prevenzione dei disequilibri Vata  in Ayurveda

L’Ayurveda  si occupa degli squilibri Vata con rimedi naturali e  si concentra sul benessere  esso fisico, psicologico e spirituale. L’Ayurveda considera la disintossicazione come una parte primaria del trattamento. I rimedi ayurvedici decontaminano tutto il corpo, bilanciando le tre energie (vata, pitta e kapha). L’aggravamento del Vata indebolisce il sistema nervoso.

I disturbi del dosha Vata  includono anche i disturbi emotivi.
Nell’antico sistema indiano di medicina ayurvedica, un certo numero di piante sono state descritte per usi specifici per una serie di disturbi mentali, tra cui emicrania, epilessia, convulsioni, isteria, paralisi, perdita di memoria (Alzheimer), insonnia, ansia, morbo di Parkinson, follia,depressione, ecc. Le formulazioni ayurvediche contengono sia la singola pianta o una miscela di rimedi vegetali e sono dimostrati molto utili contro tali disturbi.
I materiali vegetali prescritti per questi problemi vanno dalle erbe agli alberi perenni con varie parti di piante, alla pianta intera, radici, gambo, corteccia, foglie, fiori, frutti ai semi. La struttura chimica di queste piante includono acidi grassi a catena lineare, terpenoidi, steroidi, flavonoidi, alcaloidi, peptidi, ecc.

Quando le droghe sintetiche non sono efficaci o mostrano effetti collaterali gravi, è la medicina delle piante che porta sollievo. Molte delle specie di piante distribuite in tutto il mondo, hanno qualche azione farmacologica sul corpo.

Il cervello ha 100 miliardi di cellule nervose (neuroni) e ognuna di esse si connette con molte altre per formare reti di comunicazione. Queste cellule nervose hanno il compito di far pensare, imparare, ricordare, vedere, ascoltare e annusare. Le cellule cerebrali  elaborano e memorizzano le informazioni per comunicare con altre cellule.
Mantenere tutto funzionale, richiede grandi quantità di energia e ossigeno . Una volta che il sistema è disturbato, inizia ad apparire una serie di disturbi del cervello umano, ad esempio Morbo di Alzheimer, morbo di Parkinson, malattia di Huntington, depressione, epilessia, schizofrenia, ansia, ecc. Queste malattie sono caratterizzate da un disturbo molto complesso nella funzione cerebrale .

Sintomi di squilibrio Vata:

  • Asma
  • Insonnia
  • Mal di testa
  • Sciatica
  • Mal di schiena lombare
  • Artrite reumatoide
  • Sistema nervoso squilibrato
  • Mestruazioni dolorose
  • Costipazione e gas
  • Depressione
  • Paura
  • Ansia

Fattori responsabili dell’aumento di Vata:

  • Mangiare troppi cibi amari, astringenti e pungenti come cavoli, cavolfiori, broccoli, germogli, fagioli, frutta secca, funghi e cibi crudi.
  • Viaggiare troppo
  • Stare svegli fino a tarda notte o non dormire affatto.
  • Mangiare cibo spazzatura, cibi surgelati e cibo che è stato cotto al microonde.
  • Eccessiva esposizione a livelli elevati di rumore o suoni elevati.
  • Troppa televisione e esposizione eccessiva ai computer o qualsiasi altro tipo di dispositivi elettrici.
  • Indulgere in troppe attività sessuali.
  • Immaginazione eccessiva, lavoro eccessivo o troppo sport.
  • Prendere troppe medicine, ricostituenti e stimolanti.
  • Soppressione di impulsi naturali come minzione, defecazione, starnuti, tosse, lacrime ecc.
  • Emozioni come paura e dolore.

 

Altri sintomi causati dall’eccesso di Vata nel corpo sono:

Dolori articolari, costipazione, pelle secca, perdita di memoria, palpitazioni, insonnia, rigidità dei muscoli, perdita di peso, perdita di forza, emicrania, vertigini, tremori, dolore e

paura ecc.

Metodi naturali di riequilibrio della mente ( Vata Dosha):

Con il passare del tempo, vengono reintrodotte nuove tecniche nel campo medico che includono guarigione a base di erbe, yoga, meditazione, naturopatia, digitopressione, ecc. È dimostrato che le erbe hanno proprietà eccellenti nel trattamento di panico e ansia, senza causare effetti collaterali . Limone è ottimo per alleviare lo stress e l’ansia. Le radici di Kava sono usate per l’ansia e sono anche ben note nel trattamento dell’ insonnia. La Passiflora viene usata come rimedio per l’ansia .
I Cinesi utilizzano il Ginseng da molto tempo per l’ansia e sistema immunitario.
La Cannabis sativa è solitamente affumicata e può essere mangiata per alleviare l’ansia. Le persone di tutto il mondo sono consapevoli di questo  sollievo ma a volte abusano del rimedio. La Valeriana è usata in tutto il mondo come un sedativo naturale, è usata per l’insonnia e gli attacchi di panico. È anche un lieve antidolorifico.
Il Ginkgo biloba e l ‘Iperico perforatum hanno proprietà neuroprotettive e sono utili per migliorare la memoria .

L’Ayurveda descrive l’uso di centinaia di piante individualmente o in combinazione per il trattamento di disturbi legati al cervello.

Alimentazione riequilibrante per la Mente:

Quando si tratta di pacificare Vata, il modo in cui mangiamo potrebbe essere altrettanto importante di quello che mangiamo. Scegliamo di mangiare in un ambiente tranquillo, in cui possiamo offrire la nostra piena attenzione all’atto di essere nutriti. Assicurarsi che i cibi siano  che siano ben cotti, serviti caldi e guarniti  con olio o burro chiarificato. Infine, poiché Vata richiede nutrimento regolare, è meglio evitare il digiuno.

L’alimentazione dovrebbe essere costituita da cibi integrali appena cotti, di consistenza morbida o pastosa, ricchi di proteine e grassi, conditi con una varietà di spezie riscaldanti e serviti caldi . Questi alimenti calmano il Vata, lubrificando e nutrendo i tessuti, preservando l’umidità e mantenendo il calore, il tutto sostenendo la corretta digestione e l’eliminazione delle scorie.

Evitare i rimedi chimici:

La maggior parte delle droghe mentali sintetiche agiscono nel cervello e producono effetti euforici. A volte causano anche danni dovuti a convulsioni, ictus e effetti tossici diretti sulle cellule cerebrali. Un cervello è in disordine a causa di un consumo ripetuto di droghe, è soggetto a cambiamenti nella funzione di più circuiti cerebrali (che controllano stress,  processo decisionale, piacere, controllo degli impulsi, memoria, apprendimento e altre funzioni). Questi cambiamenti rendono più difficile per chi ha una dipendenza, sperimentare il piacere, in risposta a ricompense naturali, come il cibo, interazioni sociali positive, sesso, ecc. Se stai attraversando un momento difficile e ti ritrovi nei disagi descritti o vuoi prevenire tali disturbi, contattami per una Consulenza personalizzata in Alimentazione Ayurvedica e rimedi naturali.

 

DiAlessandra Zarone

Menopausa precoce e rimedi naturali

Menopausa precoce e rimedi naturali

Il termine menopausa, dal greco menos, mese, mestruo, e pausis cessazione, può essere associata a disturbi quali leucorrea, menometrorragie, vampate di calore, sudorazione, palpitazioni, ipertensione arteriosa, emorroidi, artrosi, osteoporosi, inquietudine, ansia, apatia, gelosia, frigidità.

Si tratta di un disagio che interessa persone sensibili, insicure, ansiose e con bassa autostima, che vivono nel terrore di rimanere incinta, conducono una vita stressante, per alcune la menopausa precoce è accolta con  sollievo  da una vita di mestruazioni dolorose. Donne che vivono in modo conflittuale la sessualità, traumi psichici, periodi prolungati di malattia e carenza di denaro,vivono costantemente preoccupate.

I principali disagi sono:

  • disturbi del sonno
  • secchezza vaginale
  • alterazioni del tono dell’umore
  • difficoltà di concentrazione
  • aumento di peso
  • riduzione dei capelli e aumento dei peli sul viso

In tali circostanze, sarebbe bene assumere uno stile di vita meno stressante, dedicare più tempo a sè stesse.

Alimentazione

E importante curare l’alimentazione, verdura e frutta ricche di vitamine A e C,legumi,calcio , mandorle, noci, verdure a foglie verdi, pesce, olio di sesamo.

Un ottimo trattamento naturale consiste nell’associare un corretto stile  alimentare a rimedi fitoterapici e rimedi floreali .

Se stai attraversando questo delicato momento della tua vita, ti ritrovi nei disagi descritti e sei interessata a un Programma Naturopatico, prenota una Consulenza.

 

La visione auyurvedica

La menopausa è il culmine di tutti e tre i dosha del corpo della donna. Le mestruazioni stesse sono pitta, la donna può aumentare di peso durante questo periodo, il che indica uno squilibrio di kapha. Poiché la donna può diventare lunatica e soffrire di insonnia, durante la menopausa, c’è una forte predominanza del vata dosha.

  • I sintomi della menopausa di tipo Vata tendono a includere depressione, ansia e insonnia.
  • Le donne con sintomi tipo Pitta sono spesso arrabbiate e soffrono di vampate di calore.
  • I sintomi di tipo Kapha includono svogliatezza, aumento di peso e sensazione di pesantezza mentale e fisica

Ti offro un Programma Ayurvedico Olistico, utilizzando varie erbe e minerali, trattamenti e alimentazione adatta, in cui la sinergia con  le erbe ti aiuterà a gestire i sintomi della menopausa e i disagi che essa provoca. I fitoestrogeni  si collegano ai recettori degli estrogeni del corpo , in modo da consentire agli ormoni di funzionare correttamente. Quando il corpo è ostruito da scorie o Ama, gli ormoni non possono  funzionare correttamente e si verificano i sintomi della menopausa. Le erbe raccomandate variano da persona a persona a seconda del dosha in squilibrio e dei sintomi predominanti nel disagio.

La visione della Medicina Cinese

A seconda della sua natura, una donna svilupperà sintomi diversi.

Se il rene yin è già debole prima della menopausa (e quindi lo yang è più forte), questo evento favorirà l’ascesa dello yang, accentuando lo squilibrio. Una donna in questo caso sperimenterà irritabilità, vampate di calore e una diminuzione delle secrezioni vaginali. La pelle diventerà secca. Il rene yin non sarà più in grado di inumidire il corpo, e lo yang allora disturberà l’energia del cuore, causando calore, ansia.

Anche il rene yin è legato al midollo, quindi il suo indebolimento influisce anche sulla struttura ossea.

Alcune donne, il cui yang è debole, possono manifestare sintomi diversi. L’indebolimento dello yin avrà ripercussioni sull’energia yang. Il freddo nel corpo domina, causando dolore alla schiena e alle articolazioni, gonfiore o perdita di libido.

La pre-menopausa e la menopausa sono periodi di vita che vengono percepiti in modo diverso dalle donne. Alcune possono sentire una mancanza di energia, una certa stanchezza o addirittura depressione. Nella medicina cinese, questo tipo di emozione è legata al Rene, che ospita la volontà. Un rene indebolito diminuirà la forza di volontà, la motivazione e la creatività di una persona. Il sangue è una sostanza yin. Con la cessazione del ciclo, lo yin diminuisce e anche il sangue. Il fegato che gestisce sulla circolazione del sangue nel corpo. Un volume più basso di sangue può danneggiare il fegato e bloccare la sua energia. Essendo il Fegato l’organo legato alla rabbia, la persona tenderà a cedere più facilmente al nervosismo. La pre-menopausa e la menopausa possono quindi essere fonte di irritabilità a causa  del fegato.

Ti offro la possibilità di seguire una dieta adatta, in base ai dettami della Medicina Tradizionale Cinese, che prevede di eliminare alimenti che influiscono sullo yin, come caffè o alcol.

 

 

 

 

 

 

DiAlessandra Zarone

Benessere in sinergia

Benessere in sinergia

 

Buongiorno a tutti.

Oggi vi spiegherò cosa intendo per Benessere in sinergia.

Un percorso Benessere, riequilibrante e duraturo, è tale quando abbraccia più discipline in sinergia perfetta fra loro. Ho scelto di abbinare discipline antiche, utilizzate da millenni. Questo è il caso di Dietetica Cinese, Fitoterapia, Floriterapia, Ayurveda, Aromaterapia, Cromoterapia, Vastu sono la formula vincente per un riequilibrio a 360 gradi. Si tratta di un percorso che ti consentirà di :

  • Ritrovare il gusto per gli alimenti
  • Conoscere la tipologia a cui appartieni, evitando così di assumere alimenti non adatti a te.
  • Affrontare malesseri e disagi corporei dovuti a un accumulo, protratto nel tempo, di tossine,  muco, stress e ansia.
  • Assumere rimedi fitoterapici senza effetti collaterali, totalmente biologici.
  • Uscire da uno schema alimentare errato
  • Risolvere problemi stagionali ricorrenti ( allergie, bronchite, raffreddore ecc.)
  • Affrontare i cambiamenti del tuo corpo in modo sereno ( menopausa, andropausa)
  • Migliorare il sistema immunitario
  • Gestire stress, depressione, insonnia, ansia.
  • Migliorare l’autostima
  • Prevenire un invecchiamento precoce
  • Ritrovare serenità interiore e nella casa

 

Premetto che non intendo  in alcun modo sostituire il parere medico ma coadiuvarlo evitandoti malattie fastidiose, grazie a un programma di prevenzione, personalizzato e su misura. Il mio intento è permettere alle persone di riscoprire il gusto di vivere, in modo armonico con la natura e con se stessi.

Potrai riscoprire un punto di vista più naturale di vivere, imparando a ritagliarti il tempo per auto curarti, attraverso metodi naturali e tecniche semplici.

 

La Dietetica Cinese:

Gli alimenti possono correggere un determinato stato d’animo. Ti offro la possibilità di riequilibrare il tuo stato emotivo, attraverso l’associazione corretta di determinati cibi, come prescritto nella Dietetica Cinese.
L’Alimentazione Cinese è un aspetto del complesso terapeutico proprio della Medicina Tradizionale Cinese. La Dietetica Cinese si occupa dello sfruttamento a fini terapeutici degli alimenti siano essi assunti in forma unica o in combinazioni con altri alimenti.

Ayurveda:

L’ Ayurveda si occupa da tutti i punti di vista del benessere delle persone, nel loro aspetto fisico, psichico e spirituale e si occupa delle patologie tanto quanto dello stato di salute normale. Lo scopo è quello di aiutare le persone malate a curarsi, e le persone sane a mantenere il proprio benessere e prevenire le malattie.  Alla base dell’ Ayurveda c’è la conoscenza dei tre elementi : Vata, Pitta e Kapha, che regolano tutto il cosmo e pervadono ogni cosa; è proprio la disarmonia di questi tre elementi o “umori” all’interno dell’organismo umano che dà origine alla malattia.

detox e ayurveda studio naturopatico donadoni

 

Fitoterapia:

La fitoterapia moderna si basa, principalmente, sulle conoscenze provenienti dalle tre grandi medicine: fitoterapia della Medicina Tradizionale Cinese, fitoterapia della Medicina Ayurvedica e la Fitoterapia Occidentale. I preparati fitoterapici hanno rappresentato nei secoli il principale strumento terapeutico per diverse medicine tradizionali quali quella cinese e araba .

detox e ayurveda studio naturopatico donadoni

La Floriterapia Psicosomatica:

La Floriterapia psicosomatica non si propone come alternativa al medico o allo psicologo, si occupa di riequilibrare tutti quegli atteggiamenti emozionali negativi che possono, alla lunga, favorirli. La Floriterapia psicosomatica propone una lettura simbolica del corpo e delle sue malattie. I disturbi che ci affliggono non sono mai eventi casuali, bensì ”messaggi “ di un un preciso malessere interiore.
Non occorre essere malati o avere dei particolari problemi per ricorrere a me, in quanto Naturopata, basta semplicemente voler sperimentare un modo diverso di concepire il benessere psicofisico ed il rapporto con il mondo esterno.

 

Il Vastu:

Il Vastu è stato definito ‘lo Yoga della casa’ per la sua origine indiana e la sua applicazione permette di ottenere degli ambienti abitativi armoniosi che irradiano benessere e favoriscono l’equilibrio, la serenità e il successo personale in ogni settore della vita. Il Vastu afferma che nello spazio abitato ritroviamo tutte le energie che ritroviamo nell’universo, sia positive che negative e che lo spazio abitato non è nient’altro che la manifestazione esteriore e visibile di chi siamo noi interiormente, dei nostri punti di forza e dei settori che dobbiamo migliorare che stanno bloccando il nostro successo.

 

Le mie consulenze sono della durata di un’ora e mezzo, il costo è 60 euro.

Prenota ora una Consulenza nel mio Studio a Desio, oppure comodamente via Skype.

DiAlessandra Zarone

Fertilità : Medicina Cinese, Ayurveda e Rimedi Naturali

Fertilità : Medicina Cinese, Ayurveda e Rimedi Naturali

Uno dei capitoli dei testi classici che meglio descrive il processo di creazione della vita e della formazione dell’essere umano è il cap. 8 del Ling Shu intitolato “Le radici dello Shen”. Le prime tre frasi di questo testo recitano:“ Il Cielo (Tian) in me è De (Virtù). La Terra (Di) in me è Qi (Energia). Quando De scorre e Qi si diffonde, è la Vita.

Fertilità : Medicina Cinese, Ayruveda e Rimedi Naturali studio naturopatico donadoni

Il primo testo conosciuto e ben datato che parla dello sviluppo embriologico dell’uomo
non è un testo di medicina, bensì di filosofia, lo Huainan zi, che risale al II secolo a.C.

Nel Tao Te Ching ( scritto da Lao Tse, il padre fondatore del taoismo, dice: “ Il fatto che sopraggiungano gli esseri viventi denota Jing (Essenze).” “Il senza forma produce la forma”. Nell’unione sessuale l’uomo e la donna si scambiano l’essenza (Jing).

Fertilità : Medicina Cinese, Ayruveda e Rimedi Naturali studio naturopatico donadoniAttraverso l’atto sessuale si provocano delle potenti vibrazioni energetiche nell’universo e nel qi cosmico. Se quest’ ultimo entra nell’unione uomo-donna, allora e solo allora si avrà il concepimento. L’unione fisica e spirituale delle energie maschile e femminile consente l’incarnarsi di un’anima, ovvero lo sviluppo di una nuova individualità che si muoverà secondo il cammino tracciato per la sua crescita personale e spirituale.
L’uomo, formato dagli influssi del Cielo e della Terra tramite la mediazione di un uomo e di una donna, ha in sé, fin dal primo istante tutti gli e elementi biologici e psichici che formeranno la sua identità di essere adulto.

Nel capitolo 7 dello Huainan zi, si legge “Al primo mese l’essere vivente è un impasto. Al secondo mese è un gomitolo. Al terzo mese è un feto. Al quarto mese vi sono delle carni. Al quinto mese vi è l’animazione muscolare. Al sesto mese vi sono le ossa. Al settimo mese l’organismo è compiuto. All’ottavo mese si muove. Al nono mese scalpita. Al decimo mese vede la luce”. Nella misura in cui si organizza la forma corporale, i Cinque organi prendono forma”.

Numerologia e Simbolo:

Uno è il numero che simboleggia l’indistinto, il prima dello yin/yang, unità iniziale e permanente dell’Uno che diviene molteplice e che poi all’Uno ritorna in ogni suo elemento individuale. Al secondo mese, a partire da un centro, l’ammasso di Soffi si organizza e l’aspetto è quello di un gomitolo; la forma si precisa. Il numero Due è uno sviluppo, un’accentuazione del numero Uno, è il simbolo dell’alternan­za yin/yang.
Al terzo mese è un feto: l’embrione fa sentire la sua pre­senza come peso. Tre, armonia risultante dall’unione della coppia Cielo/Terra, yin/yang,padre/madre, fonda­mento di ogni animazione sensibile; Tre, è il numero dei Soffi che presiede alla formazione di un nuovo essere, indipendente come nuovo nato, ma vivente nella dipen­denza della sua origine parentale.

Fertilità : Medicina Cinese, Ayruveda e Rimedi Naturali studio naturopatico donadoni

Al quarto mese vi sono delle carni, che sono l’aspetto terrestre dell’uomo, la massa che i Soffi qi, animano: inizia la formazione della struttura.
Quattro, espansione orientata nelle quattro direzioni, origine delle limitazio­ni, fondamento di tutte le forme.
Al quinto mese si sviluppa l’aspetto yang di mobilità e tensione: compaiono i muscoli, i tendini e i nervi. I tendini e i nervi sono l’aspetto visibile ed il mezzo di una animazione che ha il suo principio nascosto nel seme umano e la cui crescita progressiva porta l’uomo a risalire verso la luce del giorno.
Al sesto mese si forma l’ossatura, che è l’aspetto terre­stre, l’aspetto yin. Così è completato il secondo periodo di tre mesi in cui l’organizzazione dell’uomo in muscoli, tendini, nervi, ossa si è formata. La distinzione e la visi­bilità aumentano.
Per la grande importanza attribuita al numero Sette, il settimo mese esprime la pienezza dell’energia ed il com­pimento organico. Il numero Sette è il simbolo dello scoppio della vitalità dei Soffi del Cielo sulla Terra e del­la formazione tramite il Cielo/Terra dell’uomo vivente. Al settimo mese vi è il completamento organico. Al nono mese l’uomo vuole uscire alla luce e perciò scalcia e si agita. Nove è la perfezione dell’essere umano che vuole venire alla luce. Completati i nove mesi, all’inizio del deci­mo avviene la nascita.
La nascita comporta l’incontro del nuovo nato, prodot­to del Cielo/Terra nella sua animazione interna, con le forze esterne del Cielo/Terra aria, luce, calore.

Fertilità : Medicina Cinese, Ayruveda e Rimedi Naturali studio naturopatico donadoni

I fattori che determinano l’infertilità sono:

Età – fertilità di una donna inizia diminuire dopo i 32 anni, nell’uomo la fertilità maschile diminuisce progressivamente dopo i 40 anni

  • Il fumo aumenta significativamente il rischio di infertilità. Il fumo può anche compromettere gli effetti di cure per la fertilità. Una donna rimane incinta, se fuma, ha un rischio maggiore di aborto spontaneo.
  • Il consumo di alcol – la gravidanza di una donna può essere seriamente compromessa da qualsiasi quantità di consumo di alcol. L’abuso di alcol può ridurre la fertilità maschile. Un consumo moderato di alcol non ha mostrato di ridurre la fertilità nella maggior parte degli uomini, ma ricuce la fertilità negli uomini che hanno già un basso numero di spermatozoi.

 

Fertilità : Medicina Cinese, Ayruveda e Rimedi Naturali studio naturopatico donadoni

  • Essere obesi o in sovrappeso – nei paesi industrializzati in sovrappeso / obesità e la sedentarietà si trovano spesso ad essere le principali cause di sterilità femminile. Un uomo in sovrappeso ha un rischio maggiore di avere spermatozoi anomali.
  • Disturbi alimentari – le donne che diventano seriamente sottopeso a causa di un disturbo alimentare possono avere problemi di fertilità.
  • Essere vegan – un vegano rigoroso deve assicurarsi che l’assunzione di ferro, acido folico, zinco e vitamina B-12 siano adeguate, in caso contrario la fertilità può essere a rischio.
  • Palestra – una donna che fa esercizi fisici per più di sette ore alla settimana può avere problemi di ovulazione.
  • Una vita sedentaria può abbassare la fertilità negli uomini e nelle donne.
  • Infezioni sessualmente trasmesse ,ad esempio la clamidia, può danneggiare le tube di Falloppio .
  • L’esposizione ad alcune sostanze chimiche – alcuni pesticidi , erbicidi , metalli ( piombo) e solventi sono stati collegati a problemi di fertilità in entrambi gli uomini e le donne .
  • Lo stress mentale – studi indicano che l’ovulazione femminile e la produzione di sperma può essere influenzata dallo stress mentale .
  • Se almeno un partner è stressato, è possibile che la frequenza dei rapporti sessuali si riducano, con conseguente minore possibilità di concepimento.
  • Insufficienza ovarica precoce – le ovaie della donna smettono di funzionare prima che lei abbia 40 anni .
  • Sindrome dell’ovaio policistico – le ovaie della donna hanno un funzionamento anomalo,di conseguenza ci saranno alti livelli di androgeni . Circa il 5 % al 10 % delle donne in età riproduttiva sono colpite da questo problema,definito Sindrome di Stein-Leventhal .
  • Iperprolattinemia – se i livelli di prolattina sono alti e la donna non è in stato di gravidanza o l’allattamento,ciò può influenzare l’ovulazione e la fertilità .
  • Scarsa qualità degli ovuli- gli ovuli che sono danneggiati o si sviluppano anomalie genetiche che non permettono di sostenere una gravidanza .Le  donne in età più avanzata sono maggiormente a rischio.
  • Ipertiroidismo
  • Ipotiroidismo
  • Condizioni croniche quali AIDS o cancro
  • Sperma anormale :è responsabile di circa il 75% di tutti i casi di infertilità maschile.
  • Numero di spermatozoi basso ( bassa concentrazione ) – l’uomo eiacula un minor numero di spermatozoi , rispetto ad altri uomini . La Concentrazione dello sperma deve essere di 20 milioni di spermatozoi per millilitro di liquido seminale . Se il conteggio è sotto di 10 milioni vi è Una concentrazione di spermatozoi bassa ( subfertilità ) .
  • Non vi è sperma – quando l’uomo eiacula non ci sono spermatozoi nel liquido seminale .
  • Mobilità degli spermatozoi bassa ( motilità )
  • Infezione testicolare
  • Cancro ai testicoli
  • Chirurgia testicolare
  • Surriscaldamento dei testicoli: saune frequenti, vasche idromassaggio, bagni molto caldi , indumenti stretti può avere lo stesso effetto su alcune persone .
  • Varicocele – questa è una vena varicosa nello scroto che può causare lo sperma surriscaldamento.
  • Ipogonadismo – la carenza di testosterone può portare a un disturbo dei testicoli.
  • Parotite – questa infezione virale di solito colpisce i bambini piccoli. Tuttavia, se si verifica dopo la pubertà ,può influenzare la produzione di
    sperma.
  • Fibrosi cistica – La fibrosi cistica è una malattia cronica che colpisce gli organi come il fegato, i polmoni, pancreas e intestino. Si interrompe
    l’equilibrio del sale del corpo.
  • Radioterapia – la radioterapia può mettere in pericolo la produzione di sperma. La gravità di solito dipende da quanto vicino ai testicoli è stata
    finalizzata la radiazione.
  • Alcune malattie – le seguenti malattie e condizioni sono a volte legati ad abbassare la fertilità nei maschi: anemia, sindrome di Cushing, la
    malattia del diabete, della tiroide.
  • Colesterolo alto
  • Sostanze chimiche contenute nei detergenti intimi- alchil dimetil benzalconio cloruro ( ADBAC ) e cloruro di didecil dimetilammonio ( DDAC )
  • Paracetamolo

Fertilità : Medicina Cinese, Ayruveda e Rimedi Naturali studio naturopatico donadoni

 

La visione ayurvedica:

Secondo l’Ayurveda, l’infertilità si verifica quando il tessuto riproduttivo di una persona , rimane privo di nutrizione . Ciò può essere causato da cattiva digestione e da tossine nel corpo . Alcune cause di sterilità secondo Ayurveda sono :

  • Ansia
  • Depressione
  • Insonnia
  • cibo piccante e salato

Fertilità : Medicina Cinese, Ayruveda e Rimedi Naturali studio naturopatico donadoni

 

L’importanza dell’alimentazione:

Eliminare cereali sottoposto a trattamenti chimici, zuccheri e amidi dalla dieta. Assumere più carboidrati ricchi di nutrienti , verdure, frutta e le patate dolci e zucca.

Se desideri iniziare un programma volto alla fertilità, comprensivo di una dieta corretta, in sinergia a rimedi fitoterapici e Floriterapia, contattami.

fertilità, riequilibrio sessuale con ayurveda  e floriterapia studio naturopatico donadoni

 

 

DiAlessandra Zarone

Riequilibrio sessuale e fertilità con l’Ayurveda

I fattori che determinano l’infertilità sono:

infertilità e ayurveda

  • Età – fertilità di una donna inizia diminuire dopo i 32 anni, nell’uomo la fertilità maschile diminuisce progressivamente dopo i 40 anni.
  • Il fumo aumenta significativamente il rischio di infertilità. Il fumo può anche compromettere gli effetti di cure per la fertilità. Una donna rimane incinta, se fuma, ha un rischio maggiore di aborto spontaneo.
  • Il consumo di alcol – la gravidanza di una donna può essere seriamente compromessa da qualsiasi quantità di consumo di alcol. L’abuso di alcol può ridurre la fertilità maschile. Un consumo moderato di alcol non ha mostrato di ridurre la fertilità nella maggior parte degli uomini, ma riduce la fertilità negli uomini che hanno già un basso numero di spermatozoi.
  • Essere obesi o in sovrappeso – nei paesi industrializzati in sovrappeso / obesità e la sedentarietà si trovano spesso ad essere le principali cause
    di sterilità femminile. Un uomo in sovrappeso ha un rischio maggiore di avere spermatozoi anomali.
  • Disturbi alimentari – le donne che diventano seriamente sottopeso a causa di un disturbo alimentare possono avere problemi di fertilità.
  • Essere vegan – un vegano rigoroso deve assicurarsi che l’assunzione di ferro, acido folico, zinco e vitamina B-12 siano adeguate, in caso contrario la fertilità può essere a rischio.
  • Palestra – una donna che fa esercizi fisici per più di sette ore alla settimana può avere problemi di ovulazione.
  • Una vita sedentaria può abbassare la fertilità negli uomini e nelle donne.
  • Infezioni sessualmente trasmesse, ad esempio la clamidia, può danneggiare le tube di Falloppio .
  • L’esposizione ad alcune sostanze chimiche – alcuni pesticidi, erbicidi, metalli ( piombo) e solventi sono stati collegati a problemi di fertilità in entrambi gli uomini e le donne .
  • Lo stress mentale – studi indicano che l’ovulazione femminile e la produzione di sperma può essere influenzata dallo stress mentale . Se almeno un partner è stressato, è possibile che la frequenza dei rapporti sessuali si riducano, con conseguente minore possibilità di concepimento.
  • Insufficienza ovarica precoce – le ovaie della donna smettono di funzionare prima che lei abbia 40 anni.
  • Sindrome dell’ovaio policistico – le ovaie della donna hanno un funzionamento anomalo, di conseguenza ci saranno alti livelli di androgeni . Circa il 5 % al 10 % delle donne in età riproduttiva sono colpite da questo problema,definito Sindrome di Stein-Leventhal .
  • Iperprolattinemia – se i livelli di prolattina sono alti e la donna non è in stato di gravidanza o l’allattamento ,ciò può influenzare l’ovulazione e la fertilità .
  • Scarsa qualità degli ovuli- gli ovuli che sono danneggiati o si sviluppano anomalie genetiche che non permettono di sostenere una gravidanza .Le donne in età più avanzata sono maggiormente a rischio.
  • Ipertiroidismo
    Ipotiroidismo
  • Condizioni croniche quali AIDS o cancro
  • Sperma anormale : è responsabile di circa il 75% di tutti i casi di infertilità maschile.
  • Numero di spermatozoi basso ( bassa concentrazione ) – l’uomo eiacula un minor numero di spermatozoi , rispetto ad altri uomini . La concentrazione dello sperma deve essere di 20 milioni di spermatozoi per millilitro di liquido seminale . Se il conteggio è sotto di 10 milioni vi è una concentrazione di spermatozoi bassa ( subfertilità ) .
  • Non vi è sperma – quando l’uomo eiacula non ci sono spermatozoi nel liquido seminale.
  • Mobilità degli spermatozoi bassa ( motilità )
  • Infezione testicolare
  • Cancro ai testicoli
  • Chirurgia testicolare
  • Surriscaldamento dei testicoli:saune frequenti, vasche idromassaggio, bagni molto caldi , indumenti stretti può avere lo stesso effetto su alcune persone .
  • Varicocele – questa è una vena varicosa nello scroto che può causare lo sperma surriscaldamento.
  • Ipogonadismo – la carenza di testosterone può portare a un disturbo dei testicoli.
  • Parotite – questa infezione virale di solito colpisce i bambini piccoli. Tuttavia, se si verifica dopo la pubertà ,può influenzare la produzione di sperma.
  • La fibrosi cistica – La fibrosi cistica è una malattia cronica che colpisce gli organi come il fegato, i polmoni, pancreas e intestino.
  • Radioterapia – la radioterapia può mettere in pericolo la produzione di sperma. La gravità di solito dipende da quanto vicino ai testicoli è stata finalizzata la radiazione.
  • Alcune malattie – le seguenti malattie e condizioni sono a volte legati ad abbassare la fertilità nei maschi: anemia, sindrome di Cushing, la
  • malattia del diabete, della tiroide.
  • Colesterolo alto
  • Sostanze chimiche contenute nei detergenti intimi- alchil dimetil benzalconio cloruro ( ADBAC ) e cloruro di didecil dimetilammonio ( DDAC ).
  • Paracetamolo

Secondo l’Ayurveda, l’infertilità si verifica quando il tessuto riproduttivo di una persona , rimane privo di nutrizione . Ciò può essere causato da cattiva digestione e da tossine nel corpo .

Alcune cause di sterilità secondo Ayurveda sono :

  • Ansia
  • Depressione
  • Insonnia
  • Cibo piccante e salato

Secondo l’Ayurveda, una persona soffre di infertilità ha bisogno di seguire una dieta rigorosa .

Se desideri iniziare un programma volto alla fertilità, comprensivo di una dieta corretta, in sinergia a rimedi fitoterapici e Floriterapia, prenota ora .

 

Il consulto è delle durata di un’ora.

Lo Studio Naturopatico Donadoni aderisce alla legge sulla Privacy italiana e dal GDPR – Regolamento Generale sulla Protezione Dati, in vigore in tutti i paesi dell’Unione Europea dal 25 maggio 2018 (in inglese General Data Protection Regulation, ufficialmente regolamento UE n. 2016/679)

Paghi solo: € 70,00

 

DiAlessandra Zarone

Zafferano

Zafferano

Lo zafferano vero (Crocus sativus), rimedio per Alzheimer e altre patologie, è una pianta della famiglia delle Iridaceae, coltivata in Asia minore e in molti paesi del bacino del Mediterraneo. In Italia le colture più estese si trovano nelle Marche, in Abruzzo e in Sardegna; altre zone di coltivazione degne di nota si trovano in Umbria e in Toscana. Dallo stimma trifido si ricava la spezia denominata “zafferano”, utilizzata in cucina e in alcuni preparati medicinali.

Zafferano,rimedio per Alzheimer,dolori, mestruazioni,depressione studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com

Zafferano e Mitologia Greca

Il termine greco “krókos” significa filo con allusione ai lunghi stami che caratterizzano questa pianta. Noto fin dai tempi della preistoria, si pensa fosse originario di Grecia e Asia minore, dato che veniva usato nell’antica Grecia, a Roma e nelle terre bibliche. Teofrasto ci ricorda che nei letti nuziali si spargevano i suoi stami odorosi.

Zafferano,rimedio per Alzheimer,dolori, mestruazioni,depressione studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com
Secondo una leggenda Croco era un giovane perdutamente innamorato della pastorella Smilax; egli fu trasformato da Venere in questo fiore. Per altri Croco fu ucciso da Mercurio e dal suo sangue uscì il croco. Gli antichi chiamavano questa pianta “Panacea dei vegetali” o “Re dei vegetali”.

Zafferano nella Storia

Fu quasi sicuramente introdotto in Europa dagli Arabi nel X secolo, sebbene una leggenda narri che furono i Fenici a portarlo in Spagna, la nazione che viene tradizionalmente associata alla produzione di questa spezia. L’uso dello zafferano si è diffuso soprattutto in presenza di società con un’aristocrazia colta in grado di apprezzarne le qualità culinarie e una classe di schiavi o contadini che potesse sopportare le fatiche legate alla sua coltivazione; questi fattori spiegano la sua ascesa negli imperi romano, ottomano e mongolo e il suo relativo declino in tempi recenti. Si trovava anche sulle tombe come fiore di buon auspicio; divenne poi simbolo di bellezza giovanile, ma insieme assurge a emblema di impazienza, speranza e amicizia nelle avversità.

Zafferano,rimedio per Alzheimer,dolori, mestruazioni,depressione studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com

Si dice che fosse germogliato quando Paride si accinse a formulare il suo famoso giudizio sulla bellezza delle dee. I Romani, con la loro tipica stravaganza, lo usavano per ricoprire strade e sentieri, creando letteralmente un tappeto dorato per imperatori e principi, e si dice che, quando i soldati di Alessandro Magno entrarono nella valle del Kashmir, trovarono una tale quantità di crochi dello zafferano che persero la testa dalla gioia e ruppero le righe. Secondo il geografo e storico inglese del XVI secolo Richard Hakluyt, lo zafferano fu introdotto in Inghilterra di contrabbando per opera di un pellegrino che, tornando dalla Spagna, ne nascose un fiore nel suo bastone rischiando la vita, poiché questo tesoro spagnolo era gelosamente custodito per legge.

Zafferano,rimedio per Alzheimer,dolori, mestruazioni,depressione studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com

Zafferano nella Bibbia

Si cita questa pianta aromatica e odorosa anche nel “Cantico dei Cantici” “Giardino chiuse tu sei, sorella mia, sposa, giardino chiuso, fontana sigillata. I tuoi germogli sono un giardino di melagrane, con i frutti più squisiti, alberi di cifro con nardo, nardo e zafferano,cannella e cinnamomo con ogni specie d’alberi da incenso; mirra e aloe con tutti i migliori aromi”.

Zafferano,rimedio per Alzheimer,dolori, mestruazioni,depressione studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com

Zafferano e  proprietà riequilibranti 

Secondo recenti studi lo zafferano pare avere diverse proprietà e benefici nei confronti dell’organismo umano; le proprietà dei principi attivi in esso contenuti hanno effetti benefici sulla parte del sistema nervoso responsabile del tono dell’umore e questa azione è stata testata in ambito clinico su persone affette da lieve stato di depressione dando esito positivo.

Zafferano,rimedio per Alzheimer,dolori, mestruazioni,depressione studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com
Le proprietà della zafferano si sono dimostrate utili anche in caso dei sintomi tipici della sindrome premestruale come gli sbalzi di umore e la tensione nervosa. Grazie alle ottime proprietà antiossidanti dei carotenoidi in esso contenuti anche la memoria e la capacità di apprendimento traggono benefici dall’assunzione della preziosa polverina; è allo studio l’ipotesi che lo zafferano sia in grado di inibire il deposito di alcune proteine presenti nel cervello umano quando si è in presenza della malattia di Alzheimer.

Zafferano,rimedio per Alzheimer,dolori, mestruazioni,depressione studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com
Già nell’antichità lo zafferano con le sue proprietà rappresentava un ottimo rimedio per diversi disturbi; in alcuni testi medici risalenti all’antica Persia già venivano sottolineati i suoi benefici rispetto alla modulazione del sistema respiratorio e alle infiammazioni dello stomaco.

Nello zafferano sono presenti la vitamina A, molte del gruppo B e la vitamina C; inoltre questa preziosa piantina è uno degli alimenti più ricchi di sostanze carotenoidi come il Licopene e la Zeaxantina. Il classico colore giallo acceso dello zafferano è dovuto alla crocina, mentre il tipico profumo si deve invece alla presenza di un’altra sostanza chiamata safranale.

Lo zafferano è conosciuto fin dall’antichità come rimedio per tutti i dolori, senza la pretesa di essere una medicina universale, è comunque una soluzione naturale per molti problemi di salute del nostro tempo.
In Oriente, lo zafferano è stato generalmente usato per trattare una moderata depressione; aveva la reputazione di portare allegria e la saggezza. Per questo motivo, si dice che ha proprietà afrodisiache per le donne.

Zafferano,rimedio per Alzheimer,dolori, mestruazioni,depressione studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com
In Marocco, lo zafferano è parte di un rimedio tramandato di madre in figlia ancora usato per alleviare il mal di denti dei bambini, per uso esterno è un analgesico per le gengive.

Il rocus sativus lenisce la tosse e allevia il raffreddore. La dose giusta per bevande calde è da 0,5 g di 1 g per litro di acqua .

Nei massaggi : allevia il dolore , in particolare nelle infiammazioni della bocca . Viene utilizzato in polvere, puro o diluito con miele e applicato direttamente in bocca .

Zafferano,rimedio per Alzheimer,dolori, mestruazioni,depressione studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com

Nei brodi : stimola la digestione ( la giusta dose : 1 g per litro )

In pillole : laboratori utilizzano un estratto dalla parte superiore del pistillo che ha effetto sui neurotrasmettitori ed ha funzione antidepressiva naturale .

Se vuoi approfondire le tematiche emerse, contattami per un Consulto Naturopatico

DiAlessandra Zarone

Riequilibrio alimentare, leggi naturali e salute

Dietetica Cinese, leggi naturali e salute

 

Nell’antica Cina, l’Alimentazione  era molto importante  per vivere in uno stato di salute. Le leggi naturali erano formulate in modo da spiegare i fenomeni osservati sia nel mondo materiale, sia nel mondo spirituale, e in modo da stabilirne le correlazioni. Non si ebbe mai una separazione tra mondo materiale e immateriale, almeno non nel senso in cui la intendiamo noi. In quell’epoca il mondo era visto come un’interazione di spiriti e demoni, di poteri e forze della natura.

consulto di dietetica cinese studio naturopatico donadoni
Come in tutte le culture non “protette” dalla tecnologia, i popoli antichi rispettavano e temevano le forze della natura: il caldo che porta la siccità, in estate, i tifoni, le maree, la collera degli dei nel tuono. Era normale invocare gli spiriti protettori e placare i demoni.
La terra, il fuoco, il cielo e l’acqua erano delle divinità. Occorreva essere consapevoli dei loro segnali, se si voleva sopravvivere.
Questi popoli cominciarono a osservare e raccogliere le esperienze, che si trasmisero di generazione in generazione. Studiarono i cicli della natura, il corso delle stelle e i cambiamenti meteorologici; osservarono questi fenomeni naturali in relazione agli esseri
umani, con i loro sentimenti e i loro modi di pensare, i loro sogni e le loro malattie.
i cinque elementi si palesano in tutte le manifestazioni cosmiche: le direzioni dello spazio, le stagioni, il clima, le stelle, le piante e gli animali, i minerali e i sedimenti rocciosi, gli esseri umani. I sensi, gli organi e i tessuti sono assegnati agli elementi come le emozioni e le qualità mentali. Gli elementi sono forze che si mantengono reciprocamente in equilibrio, che si creano reciprocamente, che reciprocamente

si trasformano e si limitano.

consulto di dietetica cinese studio naturopatico donadoni

I cinque elementi

Legno:

Nel corpo, il Legno si manifesta nel Fegato e nella Cistifellea, nei muscoli e nei tendini, negli occhi e nelle lacrime. Il Fegato e la Cistifellea producono le emozioni che si attribuiscono al Legno: l’irritabilità, la rabbia, la furia e la follia. La depressione e la rassegnazione spesso nascono da un disordine del Legno. Altre conseguenze fisiche dello squilibrio dell’elemento Legno sono le malattie degli occhi e i disturbi della vista, compresi miopia e astigmatismo.

Fuoco:

Il Fuoco `e l’unico elemento che si incarna in quattro organi:
Cuore, Intestino Tenue, Pericardio o Governatore del Cuore, e Triplice Riscaldatore.
Il Fuoco si manifesta nella lingua e nella parola, e governa i vasi sanguigni: capillari, arterie e vene. Il suo fluido corporeo `e la traspirazione. Se in una persona l’elemento Fuoco è equilibrato, l’estate porta gioia e pienezza.
Si tratta di persone dotate di un equilibrio interno grazie al quale padroneggiano gli eventi. Sanno quando parlare e quando tacere. Gioiscono senza esagerare. Sono in grado di guidare gli altri, ma sanno quando `e il momento giusto per frenare. I loro occhi risplendono. Conoscono la bontà e la magnanimità, e hanno buon gusto.

consulto di dietetica cinese studio naturopatico donadoni
Terra

La tarda estate è il momento in cui la natura compie la transizione dalla fase yang alla fase yin. Nelle persone, la Terra si esprime attraverso la compassione, l’identificazione, la simpatia e un sentimento di amore e di unione con il proprio ambiente – basato sul fatto di essere benvenuto e in casa propria dovunque ci si trovi in un dato momento,le persone con un elemento Terra debole sono insicure e spesso chiedono attenzione e affetto. Le persone con un elemento Terra squilibrato spesso mancano di compassione; sembra che rifiutino le relazioni interpersonali e che non

siano toccate dagli altrui problemi.

consulto di dietetica cinese studio naturopatico donadoni

Metallo

Il Metallo è l’opposto del Legno. Come il Legno si chiama “giovane yang”, il Metallo
incarna il “giovane yin”. La sua direzione `e l’ovest; il clima secco; il tempo è la sera.Il Metallo simbolizza l’energia concentrata, l’essenza che mantiene unito l’universo.il Metallo è il padre, ed è responsabile della struttura, del supporto e della concentrazione su ciò che è essenziale.L’elemento Metallo rappresenta il nostro rapporto con l’universo – la nostra “connessione con il cielo”.

Le capacità  complementari di assorbire ed espellere o lasciare andare sono alla base della salute fisica e mentale.

Un segnale di squilibrio dell’elemento Metallo è un inadeguato collegamento con l’ambiente circostante. Le persone che soffrono di questo squilibrio sono spesso solitarie e in disparte. Un’esagerata preoccupazione per il futuro rappresenta un segnale di squilibrio dell’elemento Metallo. I disturbi del Metallo inducono anche a una visione pessimistica della vita, a una mancanza di speranza.

consulto di dietetica cinese studio naturopatico donadoni

Acqua

La stagione dell’Acqua `e l’inverno, la stagione delle giornate brevi e delle lunghe notti.L’energia ancestrale rappresenta la qualità e la quantità delle varie energie che si ereditano dai genitori e dagli antenati. Il rene `e considerato l’organo di deposito
dell’energia ancestrale. I Reni provvedono alla costante purificazione dell’organismo attraverso l’acqua, e questa `e una delle loro funzioni più importanti.

consulto di dietetica cinese studio naturopatico donadoni

Alimentazione

 

L’alimentazione deve essere equilibrata anche in rapporto all’energia stessa degli alimenti.

  • Troppo Yang, cioè alimenti caldi in natura e temperatura, o troppo energetici, consumano lo Yin.
  • Cibi eccessivamente Yin, di natura fredda o crudi, renderanno difficile la digestione e le trasformazioni operate dallo Yang dell’organismo.
  • I cibi e le bevande sono ricevuti, elaborati, assorbiti, trasportati, separati e, per quanto riguarda gli scarti, eliminati dai visceri Yang stomaco,
    intestini, vescica e vescica biliare.
  • Le sostanze energetiche sono prodotte, trasformate, regolate e immagazzinate dagli organi Yin polmone,cuore, milza, fegato e rene.
  • L’alimentazione può intervenire efficacemente nel trattamento di molte malattie.

consulto di dietetica cinese studio naturopatico donadoni

Yin e Yang

  • E’ considerata Yin una persona introversa, pallida, pigra, tranquilla, che parla a voce bassa e lentamente. Le malattie Yin interessano preferibilmente l’interno e la parte bassa del corpo, saranno croniche e con sintomi come freddolosità, sudorazione, urinazione e leucorrea abbondanti e di colore chiaro, polso debole e lento. Per curarle saranno indicati cibi Yang.
  • E’ considerata Yang una persona estroversa, iperattiva, che parla sonoramente, rapidamente, di colorito acceso. Le malattie Yang interessano l’alto e l’esterno del corpo, con segni e sintomi come polso rapido, agitazione, urine e feci scarse e di odore forte. Per curarle saranno indicati cibi Yin.

consulto di dietetica cinese studio naturopatico donadoni

Le nature di un alimento

  • calda
  • tiepida
  • fresca
  • fredda
  •  neutra

consulto di dietetica cinese studio naturopatico donadoni

I sapori sono:

  • piccante
  • dolce
  • acido
  • amaro
  • salato

La natura di un alimento è la sua capacità, una volta assunto, di indurre nell’organismo un effetto riscaldante, intiepidente, rinfrescante, raffreddante.

consulto di dietetica cinese studio naturopatico donadoni

 

Se desideri un’alimentazione personalizzata in base alla tua tipologia, prenota un Consulto .

DiAlessandra Zarone

Rimedi naturali per la donna

Rimedi naturali per la donna

La parola frigidità è generalmente utilizzata per riferirsi ad un ridotto desiderio sessuale nelle donne. Questo termine viene utilizzato in modo  improprio per descrivere una donna che è fredda o non corrisponde alle avances del proprio partner.

La persona è spesso inconsapevole di non avere desiderio sessuale, ciò è connesso a problemi più grandi che devono essere discussi.

Le problematiche della sfera intima sono causate principalmente da fattori emotivi e fisici.

floriterapia per frigidità studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com

Le cause emotive :

  • la paura della gravidanza
  • la violenza sessuale
  • problemi di comunicazione
  • depressione, nervosismo
  • la paura di malattie da trasmissione sessuale
  • la mancanza di fiducia
  • dolore durante il rapporto sessuale
  • stanchezza
  • secchezza vaginale
  • scarso rendimento sessuale maschile
  • effetti collaterali da assunzione di farmaci
  • alcol
  • insonnia
  • squilibrio ormonale e infezione

La mancanza di una equilibrata libido femminile, la mancanza di godimento durante l’amore, il dolore durante il rapporto e la secchezza vaginale sono alcuni dei sintomi principali che caratterizzano la frigidità femminile. Per riequlibrare la sessualità femminile,  il metodo migliore è quello di utilizzare trattamenti naturali.

floriterapia per frigidità studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com

Alimentazione consigliata:

E’ utile integrare nella dieta ostriche, soia, avocado, semi di zucca, olio di sesamo, olio d’oliva, uova, noci e germogli . Prediligere un’alimentazione ricca di zinco e vitamina C .

floriterapia per frigidità studio naturopatico donadoni www.blognaturopatia.com

Le essenze floreali

Sono l’ideale per affrontare le questioni emotive legate al sesso e sentirsi a proprio agio con la sessualità . Le essenze floreali sono un ottimo balsamo per guarire il trauma sessuale e per migliorare la nostra confidenza con questo potente aspetto di noi stessi .

Una corretta alimentazione, abbinata a rimedi ayurvedici in sinergia con essenze floreali consentono alla donna di ritrovare equilibrio e serenità.

 

floriterapia psicosomatica per frigidità www.blognaturopatia.com

 

Se sei interessata a questa problematica, prenota ora una consulenza in Alimentazione Ayurvedica, Fitoterapia e Floriterapia, per chi è distante, anche comodamente via Skype.

floriterapia psicosomatica per frigidità www.blognaturopatia.com

DiAlessandra Zarone

Ritrovare l’autostima con le essenze floreali

Ritrovare l’autostima con le essenze floreali

 

Possedere poca autostima può condurre le persone a diventare depresse, a credere sempre meno al proprio  potenziale, o a tollerare situazioni di abuso.

Ecco alcune essenze che aiutano a risollevarsi, prodotte da noi, secondo il metodo originale del Dottor Edward Bach.

 

essenze per autostima studio anturopatico donadoni inverigo como

 

Ranuncolo, Bouton D’Or, Buttercup

  • Poca autostima che si esprime con timidezza e insicurezza, poca sicurezza nell’esprimere sentimenti e convinzioni interiori.
  • Inconsapevolezza delle proprie capacità, svalutazione di se stessi, complessi di inferiorità dovuti alla non consapevolezza del proprio valore.
  • Questa essenza è indicata per  persone che se non corrispondono agli standard che la società presuppone, diventano complessate. È importante che non si giudichino gli standard convenzionali di conseguimento e di successo, ma   riconoscere ed accettare la propria unicità e irripetibilità di individuo. Questa insicurezza e sottovalutazione fa in modo che si assumano atteggiamenti per attirare l’attenzione degli altri e la loro approvazione, quindi si diventa dipendenti dal giudizio altrui. Oppure può succedere che si inibiscano i propri desideri ed aspirazioni per vergogna, timidezza, paura del fallimento.

essenze per autostima studio anturopatico donadoni inverigo como

  • Utile anche in caso di handicap fisici che si vivono come complessi. Buttercup è l’essenza floreale che aiuta l’anima a comprendere e sostenere la sua bella luce interiore che diviene una fonte di guarigione e pace. Consente di accettare il valore della propria vita, della propria vocazione o del proprio stile di vita. Per chiha queste caratteristiche:
  • Non sentirsi all’altezza degli altri e degli standard sociali.
  • Per chi si sminuisce, non crede nel proprio valore, timidezza nel mostrare le proprie doti con gli altri.
  • Per il bambino che ha scarsa stima di sè, soprattutto quando si sente di poca importanza per la propria famiglia.
  • Tendenza continua a mostrarsi come un bambino piccolo e vulnerabile.
  •  Per le donne che considerano inferiori il ruolo tradizionale femminile in base ai modelli della società attuale.
  • Per accettare il proprio destino soprattutto quando si pensa di non aver raggiunto una posizione sociale importante.
  • Per  sentirsi più fiduciosi e degni di avere qualche cosa da esprimere quando si comunica con gli altri.
  • Per coloro che credono  che il proprio lavoro o il proprio contributo “non contino”
  • In menopausa quando ci si sente prosciugate, senza valore, con scarsa stima di sè stessi perchè si ha un’immagine di sè di donna vecchia.

Mauve

L’Essenza Floreale di Malva si rivela utile quando …

  • Si devono accettare i processi di trasformazione che si manifestano nel corso dell’esistenza, in particolare quelli legati all’invecchiamento.
  • Su un altro piano, sviluppa la fiducia e la cordialità nelle persone timide. Permette di superare l’insicurezza e la tendenza a rinchiudersi in se stessi.
  • Quest’essenza viene consigliata a chi si sente a disagio nella vita sociale.

essenze per autostima studio anturopatico donadoni inverigo como

Acacia

  • Serve a risvegliare l’alba di un nuovo giorno, utile per ritrovare interesse intorno alla persona demotivata.
  • Dissipa le nuvole di negatività mentale.
  • Sviluppa il senso di consapevolezza dell’essere vivi.
  • Rende grati della vita e delle benedizioni che si riversano continuamente sull’esistenza.
  • Aiuta a combattere apatia, monotonia, il senso di sfinimento, la depressione.

essenze per autostima studio anturopatico donadoni inverigo como

Strawberry:

 

  • Dà forza.
  • Percezione di sé.
  • Senso di sé e autostima.
  • Radicamento.
  • Affidabilità.
  • Serve per lasciare l’infanzia nel passato.
  • Dona equilibrio.
  • Dona leggiadria.
  • Consente di essere pienamente presenti e sentirsi nel proprio corpo.

Indicato per:

  • Sensi di colpa.
  • Mancanza di autostima.
  • Sentirsi indegni.
  • Sentirsi immeritevoli.
  • Sentirsi irresponsabili.
  • Percepirsi sradicati.
  • Per insicurezza di sé.
  • Violenza verbale ricevuta dai genitori a danno del piano emotivo.
  • Ipersensibilità psichica.
  • Continuo confronto con gli altri e desiderare di essere come gli altri, vissuti e percepiti come migliori di noi.

consulto di floriterapia vribrazionale psicosomatica studio anturopatico donadoni inverigo

 

Ti ritrovi nelle tipologie comportamentali descritte? Prenota ora una Consulenza personalizzata, nel nostro Studio oppure via Skype, in Floriterapia Vibrazionale Psicosomatica e potrai ricevere direttamente i benefici di queste Essenze Floreali.

consulto di floriterapia vribrazionale psicosomatica studio anturopatico donadoni inverigo

DiAlessandra Zarone

Avena, rimedio naturale per insonnia ed altre patologie

Avena, rimedio naturale per insonnia ed altre patologie:

L’avena comune (Avena sativa) è un rimedio naturale per insonnia ed altre patologie . Fa parte della famiglia delle Poacee (o Graminacee) ed è la specie più nota del genere Avena.

E’ un cereale appartenente alla famiglia delle Graminacee; conosciuta sin dai tempi antichi sia per l’alimentazione umana che per il foraggio del bestiame viene oggi particolarmente apprezzata per le sue proprietà e benefici per la salute dell’organismo umano.

Avena_sativa Studio Naturopatico Donadoni Inverigo

L’origine dell’avena è incerta e la sua provenienza è contesa tra India, Cina ed Egitto.

Le vitamine presenti la B1, B2, B3, B5 e B6 per quanto riguarda il gruppo B ed a cui si aggiungono la vitamina K e J, mentre, in piccolissima quantità, troviamo la vitamina E.

È utile come integratore a chi soffre di insonnia, depressione e disordini dell’appetito.
Questo perché contiene due alcaloidi: la gramina, un composto indolico che pare agire sul recettore del neurotrasmettitore acido gamma-amminobutirrico o GABA; e l’avenalumina, che sembra agire positivamente sul metabolismo delle catecolammine.
Regola il colestrolo attraverso la presenza di alcuni composti steroidei : triterpenoidi e saponine chiamati avenacine e avenacosidi A e B.
A dosi alte può dare luogo a cefalea, soprattutto localizzata nella zona della nuca, per l’elevato contenuto di vitamina B12.
Tra le sostanze minori, troviamo l’avenina, con proprietà tonificanti, apporta benefici alla ghiandola tiroidea, e la auxina, una sostanza vegetale simile agli ormoni.
Recenti studi hanno avvalorato la tesi che sostiene le proprietà benefiche dell’avena nei confronti della riduzione del colesterolo “cattivo” e la conseguente prevenzione per quanto riguarda il morbo di Parkinson e l’Alzheimer; il suo basso indice glicemico invece lo rende un alimento adatto per i soggetti diabetici.

Avena_sativa_naturopata como

Uno studio condotto sui fiocchi d’avena e pubblicato sul British Journal of Nutrition, ha dimostrato come l’assunzione di avena sin dai primi mesi di vita sia in grado di ridurre il rischio di diventare asmatici addirittura del 66%.

I fiocchi di avena, insieme a quelli di altri cereali e frutta secca, vengono utilizzati nella preparazione del muesli.
La farina di avena può essere utilizzata insieme a quella di frumento, o da sola per fare biscotti e altri prodotti da forno.

Avena_sativa naturopatia lecco

Se desideri un Consulto Naturopatico volto alla prevenzione delle patologie descritte, contattami.

DiAlessandra Zarone

Disturbi uterini e rimedi naturali

 Disturbi uterini e rimedi naturali:

E’ possibile risolvere problematiche di Endometriosi, tramite i rimedi naturali. Secondo la Medicina tradizionale Cinese, l’Endometriosi si deve a un’alterazione del Sistema Circolatorio e dei tessuti legati a Fegato e Rene. La terapia quindi mira alla regolarizzazione del ciclo mestruale, alla mobilizzazione dell’energia di Xue e alla tonificazione di Yin di Fegato e di Jing di Rene.

Endometriosis_naturopatia como

Di cosa si tratta:

L’Endometriosi è caratterizzata dalla presenza di tessuto uterino (l’endometrio, appunto, la parte interna della cavità uterina) in altre sedi. Generalmente, le sedi più frequenti rimangono in ambito pelvico. Quindi possiamo trovare presenza di tessuto endometriosico (uterino) a livello della zona delle ovaie, della vagina, delle tube, anche se è possibile ritrovarlo in sedi extrapelviche, soprattutto a livello intestinale. E’ molto raro, ma si può trovare anche a livello delle coane (cavità) nasali.

Cosa accade:

L’endometrio fuori sede risponde anch’esso agli stimoli ormonali, per cui durante il ciclo mestruale sanguina. L’Endometriosi può causare alterazioni mestruali, dolore durante i rapporti e sterilità. In termini medici si definisce come Dolore Infiammatorio Pelvico Cronico (Chronic Pelvic Inflammatory Disease) che si presenta soprattutto durante il ciclo mestruale, ma anche durante l’ovulazione. Il sintomo per il quale, però, più spesso riscontrato è la dispareunia, il dolore durante il rapporto sessuale che è presente fino al 70% dei casi. Considerando il fatto che il tessuto endometriosico si può ritrovare anche nella vescica e nell’intestino, possono essere presenti  anche delle cistiti fastidiose o la sindrome del colon irritabile. L’irritabilità del colon di per sè produce tutta una serie di sintomi emotivi accessori: nervosismo, stato di costrizione e di insoddisfazione profonda. Inoltre, se l’Endometriosi è legata all’aspetto mestruale, possono essere presenti tutti i sintomi della sindrome premestruale. Di conseguenza, ci saranno estrema tensione nervosa e stati di vera e propria depressione.

naturopatia como

Il significato psicosomatico dell’Endometriosi:

Il timore di concepire un bimbo e/o di concepire se stessa come donna.
Lo sviluppo da parte dell’organismo di tessuto endometriale al di fuori della sede uterina ruota intorno al tema della paura. Una paura dovuta a una profonda insicurezza della donna, che teme di perdere ciò che la tiene in equilibrio, in particolare il partner.L’endometrio fuori sede può essere letto anche come una fuga dal concepimento, portandolo in luoghi dove esso non può avvenire. Può anche essere presente la paura di non saper essere donna, moglie e madre al contempo. Può essere interpretato anche come difficoltà a crescere, a uscire dall’adolescenza e diventare donna adulta.

naturopatia como endometriosi

Donne con tratti psicologici adolescenziali che vivono l’uomo come l’eroe che le viene a salvare e con cui formare una coppia “chiusa”, centrata su se stessa e in qualche modo autosufficiente sia rispetto alle relazioni con l’esterno che alla creazione di una eventuale prole. Queste donne hanno di solito un legame di dipendenza sia dalla madre che dal partner. La donna malata di endometriosi è una donna bisognosa d’affetto e di conferme, che investe le sue energie femminili nel posto sbagliato (da qui l’endometrio che cresce dove non dovrebbe crescere), quindi una donna che si svaluta, per niente cosciente delle proprie capacità.

rimedi naturali per endometriosi naturopatia como

Il tempo da dedicare a se stesse è la chiave per acquisire sicurezza.
Se desideri affrontare questa problematica ed eliminare i disagi che ne conseguono, prenota ora una Consulenza Naturopatica o un consulto in Alimentazione Cinese, che ti consentirà di ritrovare il tuo benessere naturale, con il validissimo aiuto di una alimentazione appropriata, in sinergia a rimedi erboristici e floreali.

DiAlessandra Zarone

Le proprietà della Graviola – Annona muricata

In  questo articolo vedremo le proprietà della Graviola.

La Graviola, pianta indigena delle regioni della foresta pluviale, è una latifoglia, albero sempreverde che produce fiori e frutti. Gli alberi crescono in zone con elevata umidità e inverni temperati caldi, tra cui Cuba, Messico, Sud America, America Centrale e Caraibi. latino, Annona Muricata. I nomi comuni associati con Graviola includono: Soursop ,Guanzate, Corossol, zampa zampa brasiliano, Guanavana.

 

naturopata como

La Graviola appartiene alla specie muricata di alberi, che è classificato nella suddivisione Annona della famiglia albero Annonaceae. La designazione Soursop è in realtà il nome del frutto prodotto dalla Graviola. Il frutto appare in grandi forme, a forma di cuore con un giallo-verde, la pelle bianca e appuntita interno carnoso. Proprio come dice il nome del frutto è piuttosto acida con un gusto che ricorda un mix di fragola e ananas. Non diversamente da altri tipi di frutta, Soursop contiene vitamine e minerali essenziali che rendono un sano aggiunta alla dieta di nessuno.

 

 

Le proprietà della Graviola

Il principio attivo di questa frutto guarisce in caso di infezioni fungine, infezioni batteriche e parassiti intestinali. Abbassa la pressione sanguigna e nel trattamento della depressione e lo stress. Ciò è dimostrato in esperimento scientifico pubblicato nel dicembre 2008 del “Journal of Dietary Supplements” condotto dai ricercatori statunitensi Lana Dvorkin-Camiel e Julia S. Whelan, è emerso che la Graviola è efficace contro i parassiti Leishmania braziliensis, Leishmania panamensis, Nippostrongylus braziliensis, Artemia salina e Trichomonas vaginalis, così come contro il virus Herpes simplex.

 

La Graviola ha proprietà antinfiammatorie, è utile in caso di diabete, come dimostra uno studio pubblicato sulJournal of traditional Alternative African Medicine del 2008 Nel test su ratti diabetici, gli autori dello studio hanno determinato che la Graviola può aiutare a controllare il diabete abbassando i livelli di zucchero nel sangue.
La Graviola può aiutare a combattere l’herpes simplex virus -1 (il virus che causa l’herpes labiale), secondo uno studio di laboratorio pubblicato nelJournal of Ethnofarmacology nel 1998.
La Graviola è un rimedio naturale per depressione e febbre, favorisce il rilassamento, stimola la digestione, è utile nel trattamento dell’artrite.

naturopata lecco

 

Contiene un alto livello di carboidrati e fruttosio, che è uno zucchero naturale. Livelli significativi di vitamine B1, B2 e C .

 

Proprietà benefiche dei semi, dei decotti e del succo di Graviola e loro utilizzo nel mondo

Le popolazioni indigene fanno uso da sempre di questa pianta:
I semi di Graviola polverizzati sono usati come astringenti della pelle, per uccidere cimici e pidocchi e per ridurre gli spasmi muscolari. Decotti a base di foglie di Graviola sono utilizzate per una vasta gamma di rimedi trattamento, alcuni dei quali comprendono: Alleviare il dolore da artrite, ridurre l’infiammazione delle articolazioni, ridurre l’infiammazione nei passaggi nasali e delle vie respiratorie nel suo complesso, come tranquillante o sedativo, per trattare la pelle in caso di eczema.
Il succo del frutto Graviola o Soursop è spesso usato come un diuretico. Le persone che risiedono all’interno del Sud America, le regioni America Centrale e Messico utilizzano anche il succo per lo scorbuto e la dissenteria.
In Messico, la Colombia, il Venezuela, e Harar (Etiopia), è spesso utilizzato per dessert come unico ingrediente, o come Agua Fresca, una bevanda; in Colombia e Venezuela, è un frutto per fare succhi,mescolato con il latte.
In Indonesia sirsak, la Graviola è l’ingrediente base per un dolce. Graviola è anche un ingrediente comune per la produzione di succhi di frutta freschi che vengono venduti dai venditori di cibo di strada.
Nelle Filippine, si chiama guyabano, e deriva dallo spagnoloGuanabana. Si mangia maturo, o viene usato per fare succhi di frutta, frullati o gelati. A volte, usano la foglia per intenerire la carne. In Vietnam questo frutto è chiamatoMang Cau Xiemnel sud, o Mang CAU a nord, ed è usato per fare frullati, o mangiato fresco.
In Cambogia, questo frutto è chiamato tearb barung, letteralmente “crema di frutto di mella occidentale.”In Malesia, è conosciuto durian Belanda e in Malesia orientale in particolare tra i Dusun, popolo di Sabah, è conosciuto localmente comelampun.Comunemente si mangia crudo, quando maturo, o utilizzato come uno degli ingredienti in Ais Kacang o Ais Batu Campur. Di solito i frutti sono presi dall’albero quando maturano e vengono lasciati maturare in un angolo buio.Ha un fiore bianco con un profumo molto gradevole, soprattutto al mattino.
Per le persone in Brunei Darussalam questo frutto è popolarmente conosciuto come “Durian Salat”, ampiamente disponibile e facilmente piantato.

 

blog naturopatia

 

Controindicazioni della Graviola

Gli studi dimostrano che gli alcaloidi presenti nella Graviola potrebbero avere effetti nocivi sul sistema nervoso. Una classe di sostanze chimiche presenti naturalmente, alcaloidi sono per lo più costituito da atomi di azoto.
In un rapporto pubblicato nel Movement Disorders Journal nel 2002, per esempio, gli scienziati hanno determinato che gli alcaloidi estratti da graviola possono alterare la funzione e la sopravvivenza delle cellule nervose e – a sua volta – forse contribuire allo sviluppo di disturbi del movimento simile al morbo di Parkinson.
Dati gli effetti potenzialmente nocivi del consumo di graviola, è fondamentale consultare il proprio medico prima di utilizzare gli integratori che contengono questa erba.

DiAlessandra Zarone

Consulto Naturopatico Olistico

studio naturopatico milano

Consulto Naturopatico Olistico

Il Consulto Naturopatico è il momento più importante della disciplina naturopatica perché permette di comprendere quale tecnica o disciplina può essere più efficace ed utile per giungere allo stato di benessere e salute.
Potrai riscoprire un punto di vista più naturale di vivere, imparare a ritagliarsi il tempo per auto curarsi attraverso metodi naturali e tecniche semplici per risvegliare la gioia di vivere.
Quando si parla di Consulto Naturopatico, non si parla tanto di diagnosi, cura, malattia, che restano di competenza della medicina ufficiale, quanto di una guida lungo un percorso personale che consenta di raggiungere quello stato di benessere cui tutti aspiriamo.
Ti aiuterò a potrà ricreare la sintonia con l’andamento ciclico delle stagioni attraverso un rapporto corretto con il cibo, il sonno, l’attività lavorativa e così via.
Il mio intento è aiutarti a ridurre il livello di stress , ciò è fondamentale e ti suggerirò come migliorare la tua vita nel quotidiano, migliorando il rapporto con te stesso e gli altri.
Potrai recuperare un rapporto armonico con il tuo corpo, prevenire quei disturbi che altrimenti rischiano di degenerare in patologie vere e proprie.

Non intendo in alcun modo sostituire il parere medico, ma coadiuvarlo, evitandoti  di incorrere in malattie fastidiose, tramite una prevenzione naturale ed efficace.
Il Naturopata è un consulente del benessere, una persona che si è preparata opportunamente per permettere alle persone che ad esso si rivolgono, di riscoprire il gusto di vivere, in modo armonico con la natura e con se stessi.
Non occorre essere malati o avere dei particolari problemi per ricorrere ad un naturopata, basta semplicemente voler sperimentare un modo diverso di concepire il benessere psicofisico ed il rapporto con il mondo esterno.

Una precisazione:

In quanto Naturopata, iscritta al Registro Operatori in Discipline Bionaturali Regione Lombardia (nr 449), in base al CODICE ETICO che seguo pedissequamente, e che ti invito a leggere, solo tramite una Consulenza approfondita potrò stabilire  quale rimedio del repertorio fitoterapico sia indicato alle tue esigenze e quali  trattamenti, essenze, olii, alimenti suggerirti.

Le mie Consulenze sono personalizzate per ciascuna persona, attraverso la sinergia di Medicina Cinese, Ayurveda, Fitoterapia, Essenze floreali, Aromaterapia, Cromoterapia e ti consentono di :

  • Ritrovare il gusto per gli alimenti
  • Conoscere la tipologia a cui appartieni, evitando così di assumere alimenti non adatti a te.
  • Affrontare malesseri e disagi corporei dovuti a un accumulo, protratto nel tempo, di tossine, muco, stress e ansia.
    Assumere rimedi fitoterapici senza effetti collaterali, totalmente biologici.
  • Uscire da uno schema alimentare errato
  • Risolvere problemi stagionali ricorrenti ( allergie, bronchite, raffreddore ecc.)
  • Affrontare i cambiamenti del tuo corpo in modo sereno ( menopausa, andropausa)
  • Migliorare il sistema immunitario
  • Gestire stress, depressione, insonnia, ansia.
  • Migliorare l’autostima
  • Prevenire un invecchiamento precoce
  • Ritrovare serenità interiore e nella casa

Inoltre….

  • Riceverai una spiegazione dettagliata della causa principale dei problemi di salute e delle mie motivazioni di approccio al tuo riequilibrio psicofisico.
  • Suggerirò modifiche dietetiche personalizzate, inclusi piani pasto, in base ai principi della Dietetica Cinese e dell’Ayurveda .
  • Darò regolazioni specifiche dello stile di vita per migliorare la tua salute.
  • Ti suggerirò rimedi fitoterapici e floreali, omaggiandoti di una miscela su misura per te.
  • A tutto ciò seguirà un follow-up via email gratuito per assicurarti di avere una comprensione completa del tuo piano di trattamento.
    Ti proporrò strategie di gestione della salute a lungo termine.

 

  1. Le mie Consulenze On Line si svolgono in Via Verdi 74, 20832 Desio (MB), previo appuntamento, da lunedì a sabato dalle 15.00 alle 18.30.

  2. Consulenze e trattamenti corporei presso La Via Del Bambu’, Via Garibaldi , 265, Desio (MB), previo appuntamento, il lunedì dalle 14.00 alle 17.30 e il giovedì dalle 14.00 alle 17.30.

 

  1. Consulenze e Trattamenti corporei presso Associazione Afrodite, Milano, previo appuntamento, il sabato dalle 15. 30 alle 18. 30 corso di Porta Nuova 38 (MM3 Turati, MM2 Moscova).

 

 

 

Consulto Naturopatico online via Skype

Cosa devi fare per richiedere la tua Consulenza Online?

  1. Acquista la tua Consulenza online  QUI .
  2. Dopo l’acquisto ti ricontatterò via email per fissare data e ora,in base alla tua disponibilità.
  3. La durata della consulenza è di 60 minuti e si svolgerà tramite videochiamata su Skype ( clicca qui per scaricare Skype).

Perchè ho ideato Consulenze online?

 

  1. Permettere a qualsiasi persona di rivolgersi a me, eliminando il problema delle distanze.
  2. Farti risparmiare tempo e denaro in spostamenti, restando comodamente a casa .

Il bello delle consulenze naturopatiche online è che possono essere svolte ovunque e in qualsiasi momento. La qualità della Consulenza  online non è diversa da quando vedo i clienti  faccia a faccia.

Durante la sessione on line  ci sarà:

  • Spiegazione  dettagliata della causa principale dei problemi di salute e delle mie motivazioni terapeutiche.
  • Modifiche dietetiche personalizzate, inclusi piani pasto .
  • Suggerimenti specifici dello stile di vita per migliorare la salute.
  • Supplemento di rimedi fitoterapici .
  • Follow-up via email gratuito per assicurarti di avere una comprensione completa del tuo piano di trattamento.
  • Strategie di gestione della salute a lungo termine.

 

Paghi solo: € 70,00 

A Natale regalati o regala Armonia,  prenota una Consulenza in Promozione, da GIOVEDI’ 6 DICEMBRE A GIOVEDI’ 27 DICEMBRE, a sole 39,90 euro  presso Associazione Culturale La Via Del Bambu’ a Desio oppure via Skype, previo appuntamento concordato con me.

Paghi solo € 39,90

 

Compila il modulo sottostante per indicarci la tua preferenza :

 

Leggi l’informativa sulla privacy per l’autorizzazione al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi della legge sulla Privacy italiana e dal GDPR – Regolamento Generale sulla Protezione Dati, in vigore in tutti i paesi dell’Unione Europea dal 25 maggio 2018 (in inglese General Data Protection Regulation, ufficialmente regolamento UE n. 2016/679)

 

DiAlessandra Zarone

CromoFlowerTherapy (Trattamento o Miscela)

curarsi con i chakra

CromoFlowerTherapy (Trattamento o Miscela)

La CromoFlowerTherapy è un metodo da noi ideato, volto alla pulizia dei corpi sottili, dei chakra e loro riequlibrio, attraverso una sinergia di miscele floreali e Aromaterapia e Cromoterapia.

Il trattamento dura un’ora. Per chi è impossibilitato dal fare un trattamento, può richiedere una miscela personalizzata da applicare sui chakra.

Qualche cenno informativo:

Il primo chakra, Muladhara, in sanscrito,”Sostegno della base”, è legato all’elemento terra, al colore rosso. Terra intesa come prima materia, condensazione primaria di un’energia libera che racchiude infinita potenza primordiale e creatrice. La terra è l’elemento di sostegno che dà fiducia poichè fornisce un solido appoggio su cui costruire la nostra vita. Al concetto di terra è connesso anche il concetto di alimentazione, accoglienza, equilibrio, armonia, solidità, stabilità, sicurezza, concretezza, ricchezza. Al primo chakra governa gli organi sessuali, le gambe, le ossa, i piedi, il coccige, le funzioni escretorie, il naso. E’ associato al diritto di esistere e di avere tutto ciò che serve alla sopravvivenza psico- fisica, da questo chakra dipendono:

1. Il bisogno di cibo, sesso, sonno.
2. Il bisogno di conoscenza e curiosità intellettuali.
3. Il bisogno di autoconoscenza ma anche il bisogno di esplorare l’infinito, le esperienze mistiche.Quando questo chakra si blocca,il sostegno di base viene a mancare e si assiste a un crollo delle vitalità, sterilità, rigidità, durezza, instabilità, aridità, impotenza, rifiuto per i rapporti sessuali.

Se vi trovate in uno di questi disagi e volete sciogliere blocchi, permettendo all’energia di fluire, se desiderate accrescere il livello di energia nel vostro organismo, riacquisire fiducia in voi stessi e ritrovare stabilità emotiva, posso proporvi una miscela adatta.
Il secondo chakra Svadhistana in sanscrito significa dolcezza, è collegato all’elemento acqua e al colore arancio,corrisponde filogeneticamente alla coscienza vegetale. Collegati al secondo chakra : genitali, gonadi, utero, ovaie, milza, colon, reni, intestino crasso, colon, vescica, lingua. Ad esso è connesso il desiderio per la vita, il desiderio sessuale, la sua energia consente di operare le scelte che permettono il superamento dello stato precedente, attraverso il potere trasformativo della relazione tra il mondo interiore ed esteriore. Quando questo chakra è bloccato, l’individuo si sente bloccato, indebolito, isolato, iperemotivo, depresso, esposto a bruschi sbalzi di umore, perde la fiducia in se stesso, manifesta una paura ossessiva per la morte e per le malattie, attacchi di panico, stati di dipendenza da cibo, alcool, sesso, colite, cistite, vaginite, disturbi circolatori, disfunzioni ormonali, cisti ovariche. Tutto ciò è risolvibile attraverso le mie miscele floreali.

ll terzo chakra, Manipura, che significa in sanscrito: gemma rilucente, è localizzato tre dita sopra l’ombelico, nella zona del plesso solare, è caratterizzato dall’elemento fuoco, e dal colore giallo, rappresenta il simbolo della vita sociale e familiare. Il suo calore serve a plasmare e trasformare, raccoglie in sè l’energia illuminante e trasformatrice della coscienza, la volontà, ad esso sono connessi energeticamente: il sistema nervoso centrale, lo stomaco, il fegato, i reni, le ghiandole surrenali,l’intestino tenue, la milza, il pancreas, i condotti biliari, gli ormoni insulina e adrenalina,gli occhi. Questo chakra incarna la volontà personale volta alla realizzazione del progetto animico, è pensiero in azione, è il centro del potere e della capacità di distinguere ciò che è giusto da sbagliato in senso personale e non assoluto. Quando accade un blocco, l’individuo va incontro a una serie di disfunzioni organiche, a invidia, irritabilità, crudeltà, odio, inerzia, timidezza, passi, la viltà, la paura di agire.

Il quarto chakra, Anahata, significa in sanscrito: ciò che risuona senza essere colpito”. Situato nel petto dietro allo sterno, rappresenta l’elemento aria, crea un legame con tutte le creature.Quando questo chakra si blocca, la persona è depressa, in preda ad orgoglio ed egoismo, entra in un circolo vizioso. Gli organi che ne risentono sono: cuore, polmoni, bronchi, trachea, sistema immunitario, pelle, ghiandole endocrine, timo, malattie autoimmuni e degenerative, depressione, nevrosi, ossessioni mentali, avarizia, ipocrisia, irascibilità, sensi di colpa, crollo della speranza, gelosia, ipercriticismo. E possibile dissolvere le emozioni negative del cuore, restuisce al consapevolezza della forza dell’amore, del saper dare e accogliere amore,la profondità dei sentimenti, la generosità.

Il quinto chakra, Vissuddha, che in sanscrito significa “il purissimo”, situato nella gola, rappresenta l’elemento etere, collegato al colore azzurro chiaro. Rappresenta la capacità di comunicare, le funzioni vitali, la laringe, i linfonodi salivari, i polmoni, la gola, la mascella, il mento, la bocca, paratiroide e tiroide. Il blocco di questo chakra, causa otiti, influenza, angina, balbuzie, raucedine, nodo alla gola, problemi alle corde vocali, ipo e ipertiroidismo, incapacità di tradurre in pratica il pensiero, di relazionarsi, in modo equilibrato, di abbandonarsi al sentimento.

Il sesto chakra, Ajna, significa in sanscrito:” conoscere”, è il luogo psichico connesso al colore viola e blu scuro. Ajna è la sede della creatività .Connesso al cervello, al cranio, al senso, alla vista, all’ipofisi. L’Ipofisi sederne una quantità di ormoni che raggiungono e attivano le altre ghiandole: la Tiroide, le Surrenali, le ghiandole sessuali. Il buon funzionamento energetico di questo chakra è indispensabile per il funzionamento dell’intero organismo, corpo e mente. Le disfunzioni del sistema endocrino sul piano fisico si manifestano con una scarsa consapevolezza, con l’incapacità di percepire il proprio intuito, perdita di memoria, blocco decisionale.

Il settimo chakra, Sahasrara, che in sanscrito significa”Il loto dei mille petali”, è associato al colore bianco, è al centro della coscienza superiore e della spiritualità. In questa zona è attiva la ghiandola Pineale o Epifisi, che produce l’ormone Melatonina. L’Epifisi è un supercontrollore endocrino. Questo chakra è connesso alle aree superiori del cervello,alle cortecce associative cerebrali, dove si svolge la sintesi e il superamento della polarità destra-sinistra, dove avviene l’unità superiore del pensiero trascendente.E’ la sede della coscienza del Sè, consente di entrare in contatto con la coscienza collettiva e di utilizzare il proprio sapere in modo armonioso. Quando Sahasrara è bloccato o debole, la persona è in totale squilibrio psico-fisico.

Lo Studio Naturopatico Donadoni aderisce alla legge 14 gennaio 2013, n. 4 comma 1

 

Paghi solo: € 60,00

 

Chiedi maggiori informazioni o prenota questo trattamento:

 

Leggi l’informativa sulla privacy per l’autorizzazione al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.lgs 196 del 30 giugno 2003

Lo Studio Naturopatico Donadoni aderisce alla legge 14 gennaio 2013, n. 4 comma 1.

 

DiAlessandra Zarone

Trattamento Craniosacrale

terapia cranio sacrale como lecco

Trattamento Craniosacrale

In cosa consiste:

La tecnica Craniosacrale è una pratica di contatto profondo con il sistema della persona che ha il potenziale di facilitare la connessione con la saggezza guaritrice intrinseca del corpo.

Questa disciplina opera allo scopo di preservare, consolidare e favorire lo stato di salute e benessere della persona, considerata nella sua globalità somatica: fisica, emozionale ed energetica.

È un approccio olistico che promuove la salute, cooperando con le risorse presenti nel sistema dell’essere umano.

Questa tecnica, prevede un tocco molto leggero dell’operatore sulle ossa craniche e sulla colonna vertebrale, alla ricerca di un “contatto” con il ritmo cranio-sacrale che andrà assecondato e stimolato.

La mia personalizzazione della tecnica, prevede l’applicazione di essenze floreali, oli essenziali e cromoterapia, lungo i meridiani della Medicina Tradizionale Cinese, nei punti in cui ci sono restrizioni, disarmonie, blocchi.

Il craniosacrale è in grado di apportare benefici a tutti i livelli: da semplice trattamento anti-stress, esso può essere in grado di riequilibrare la postura, i muscoli, l’apparato gastroenterico e di migliorare la respirazione.

Ha un effetto antidolorifico sui dolori osteoarticolari, sulla sciatalgia, il mal di schiena, sui traumi da parto, sui colpi di frusta, sulle emicranie. Rilasciando le tensioni nascoste nel sistema fasciale può migliorare la scoliosi, le vertigini e problemi dell’articolazione mandibolare.

 

Nata dalle intuizioni dell’osteopata William Garner Sutherland,

.

Un po di storia.

Craniosacrale

Ancora studente alla facoltà di osteopatia, Sutherland scoprì che il cranio e tutto ciò che contiene è progettato per il movimento respiratorio.

In cinquant’anni di ricerche Sutherland continuò ad approfondire l’esplorazione di quello che oggi è chiamato il Sistema Respiratorio Primario, arrivando a definire un sistema a molti livelli che respira autonomamente a partire da una potenza più profonda che agisce all’interno dei fluidi corporei. Sutherland chiamò “Respiro della Vita” questa forza che ci anima. Il ritmo vitale della respirazione polmonare diventò secondario rispetto alla Respirazione Primaria, un movimento involontario che anima tutte le cellule del nostro corpo, intese come un’unità di funzione.

Siamo costituiti al 70 % da liquidi, la nostra vita embrionale si forma nei fluidi e la nostra salute nasce dalla loro libera espressione.

Se consideriamo i fluidi del corpo come un organismo unico possiamo comprendere l’idea che il nostro corpo dei fluidi (il sangue, la linfa, il liquido cefalorachidiano, la matrice fluida intra ed extra cellulare) sia attraversato da correnti e maree.

E’ così che la lesione, il disagio, la stessa malattia, si manifestano come una limitazione alla libera circolazione fluida e un’alterazione dei nostri ritmi innati.

 

Il connubio cranio sacrale con la floriterapia psicosomatica e la MTC :

Secondo Dietmar Kramer, l’involucro di materia grezza dell’uomo è il corpo fisico, dal punto di vista esoterico è costituito da sette corpi di cui tre compongono la parte immortale dell’uomo. Il corpo eterico penetra il corpo fisico e lo sovrasta di uno o due centimetri, esso è il portatore della forza vitale. Il corpo astrale è il portatore delle nostre emozioni e solitamente sovrasta il corpo fisico da cinque a dieci centimetri, in esso hanno origine i sentimenti negativi e positivi. Secondo Edward Bach le emozioni negative si sviluppano quando la personalità non è in armonia con il suo sé superiore. Bach trovò trentotto piante che incarnano trentotto caratteristiche archetipiche della psiche, e che possiedono esattamente quella vibrazione che a noi manca nel momento in cui ci troviamo in uno stato negativo. Assumendo la relativa essenza floreale mediante la vibrazione introdotta dalla pianta, viene ripristinato il contatto interrotto con il sé superiore e l’emozione negativa si dissolve. Il corpo mentale è il portatore dei pensieri che si sviluppano in forma di energia ed indipendentemente da qualsiasi sentimento. Sul corpo astrale si può agire con i fiori di Bach e così anche sul corpo fisico poiché come disse Edward Bach le malattie nascono da una disarmonia tra corpo e mente, la mente esprime un disagio sul piano fisico e per ripristinare l’armonia è necessario risalire alla causa, al problema sorto al corpo mentale. Sul corpo astrale ossia sul piano emotivo si può agire anche con l’aromaterapia. Dietmar Kramer ha studiato le relazioni tra fiori di Bach ed oli essenziali. Interessanti comparazioni krameriane tra gli oli essenziali ed i fiori di Bach.

La risoluzione del conflitto psiche-soma attraverso le vibrazioni cromatiche applicate alla terapia cranio sacrale:

Sul piano astrale, la malattia appare come un deficit di vibrazioni. Aggiungendo dall’esterno la vibrazione mancante ( per esempio in forma della giusta essenza floreale di Bach), viene ripristinato il contatto con il Sé superiore. Lo stesso accade anche somministrando in modo mirato gli oli essenziali. I sintomi da trattare si dissolvono anche nel caso in cui venga applicato un colore “mancante” sui punti dell’agopuntura. Tale colore mancante può essere definito il colore personale del meridiano.
Rosso scuro : In caso di indolenza e mancanza di energia ( per mettere in moto la
volontà )
Rosa scuro : In caso di senso di vuoto interiore, perchè attualmente la persona
non è in grado di vedere nessuna chiara meta.
Rosa chiaro : In caso di forte tensione interiore
Rosso arancio: In caso di stanchezza costante e di grandi difficoltà mattutine ad
iniziare la giornata.
Arancione: Durante le fasi di tristezza e depressione senza motivo esterno
evidente.
Giallo scuro:In caso di insoddisfazione
Giallo verde: In caso di indolenza nei confronti del lavoro
Verde: In caso di grandi sbalzi d’umore
Turchese chiaro: Durante le fasi di tristezza e depressione ( si tende a sognare ad
occhi aperti)
Blu scuro: In caso di forte impazienza e frenesia, e di forti tensioni muscolari.
Viola scuro: In caso di forti stati di tensione interiore in seguito a disperazione e
alla mancanza di vie di uscita.

Paghi solo: € 70,00

 

Chiedi maggiori informazioni o prenota questo trattamento:

 

Leggi l’informativa sulla privacy per l’autorizzazione al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.lgs 196 del 30 giugno 2003

Lo Studio Naturopatico Donadoni aderisce alla legge sulla Privacy italiana e dal GDPR – Regolamento Generale sulla Protezione Dati, in vigore in tutti i paesi dell’Unione Europea dal 25 maggio 2018 (in inglese General Data Protection Regulation, ufficialmente regolamento UE n. 2016/679).

 

DiAlessandra Zarone

CONSULTI E TRATTAMENTI

 Consulto Naturopatico ComoConsulto Naturopatico Olistico

Il Consulto Naturopatico è il momento più importante della disciplina naturopatica perché permette di comprendere quale tecnica o disciplina può essere più efficace ed utile per giungere allo stato di benessere e salute.

Parlando con il naturopata si potrà pertanto ricreare la sintonia con l’andamento ciclico delle stagioni attraverso un rapporto corretto con il cibo, il sonno, l’attività lavorativa e così via….


Riequilibrio sessuale e fertilità 

infertilità e ayurveda

Secondo l’Ayurveda, l’infertilità si verifica quando il tessuto riproduttivo di una persona , rimane privo di nutrizione . Ciò può essere causato da cattiva digestione e da tossine nel corpo .

Alcune cause di sterilità secondo l’ Ayurveda sono :

  • Ansia
  • Depressione
  • Insonnia
  • Cibo piccante e salato

Secondo l’Ayurveda, una persona soffre di infertilità ha bisogno di seguire una dieta rigorosa .

Se desideri iniziare un programma volto alla fertilità, comprensivo di una dieta corretta, in sinergia a rimedi fitoterapici e Floriterapia, prenota ora .

 


 

Flower Mmassaggi comoassage

E’ rivolto a chi desidera sciogliere le emozioni che non si riescono ad esprimere e manifestare completamente vengono trattenuti dal corpo che li trasforma in tensione fisica ed armature posturali. Il nostro corpo si modifica, si irrigidisce e perde progressivamente la sua naturale fluidità e sensibilità. Il Massaggio Psicosomatico, con l’aiuto di tecniche di respiro, permette l’allentamento delle tensioni fisiche e lo scioglimento dei blocchi emotivi, che impediscono la percezione del nostro sé corpo-mente…

 

 


terapia cranio sacrale como lecco

Trattamento Craniosacrale

La tecnica Craniosacrale è una pratica di contatto profondo con il sistema della persona che ha il potenziale di facilitare la connessione con la saggezza guaritrice intrinseca del corpo.

Questa disciplina opera allo scopo di preservare, consolidare e favorire lo stato di salute e benessere della persona, considerata nella sua globalità somatica: fisica, emozionale ed energetica.

È un approccio olistico che promuove la salute, cooperando con le risorse presenti nel sistema dell’essere umano.

Questa tecnica , prevede un tocco molto leggero dell’operatore sulle ossa craniche e sulla colonna vertebrale, alla ricerca di un “contatto” con il ritmo cranio-sacrale che andrà assecondato e stimolato.

La mia personalizzazione della tecnica, prevede l’applicazione di essenze floreali, oli essenziali e cromoterapia, lungo i meridiani della Medicina Tradizionale Cinese, nei punti in cui ci sono restrizioni, disarmonie, blocchi.

Il craniosacrale è in grado di apportare benefici a tutti i livelli: da semplice trattamento anti-stress, esso può essere in grado di riequilibrare la postura, i muscoli, l’apparato gastroenterico e di migliorare la respirazione.

 


massaggio inverigo

Massaggio bioenergetico aroma-floriterapico

E’ rivolto a coloro che desiderano sciogliere blocchi e tensioni, stress, disagi emotivi a livello psico-somatico. La mia personalizzazione di questa tecnica consiste nell’applicare sul corpo essenze floreali, acque di gemme, cromoterapia e oli essenziali, utilizzati in modo sinergico, in aggiunta a tecniche di massaggio bioenergetico…

 


massagio craniosacrale milano como

Trattamento Craniosacrale Cromoterapico Vibrazionale

Questo speciale trattamento è nato dalla mia personale sinergia/sintesi fra la Terapia Cranio Sacrale, la Floriterapia Psicosomatica di Kramer e la Medicina tradizionale cinese (MTC)
La tecnica cranio-sacrale è un massaggio olistico che prevede un tocco molto leggero dell’operatore sulle ossa craniche, sulla colonna vertebrale, sui diaframmi del corpo e sugli arti, alla ricerca di un “contatto” con la “respirazione” cranio-sacrale, che andrà assecondata e stimolata a riequilibrarsi e bilanciarsi.
Il trattamento è in grado di apportare benefici a tutti i livelli: da semplice trattamento anti-stress, esso può essere in grado di riequilibrare la postura, i muscoli, l’apparato gastroenterico e di migliorare la respirazione, la pressione del sangue “rilasciando” le tensioni “memorizzate” nel sistema fasciale a seguito di traumi fisici e psicologici.

 


consulto naturopatico

 Consulto Ippocratico

Per la medicina antica, alla base dei temperamenti umani era la teoria dei quattro umori, che nasce per spiegare lo stato di equilibrio o di squilibrio del corpo, individuando in esso la causa dello stato di salute o di malattia.
Secondo tale dottrina, nel corpo circolano quattro umori…

 


consulenza naturopatia

Consulto Alchemico-Spagyrico

Uno degli strumenti “olistici” del naturopata è l’applicazione del concetto alchemico nella comprensione della persona nella sua totalità.

In questo consulto la simbologia e l’analogia sono fondamentali. «Tutto ciò che è in alto è come ciò che è in basso, tutto ciò che è in basso è come ciò che è in alto. E questo per realizzare il miracolo di una cosa sola da cui derivano tutte le cose, grazie ad un’operazione sempre uguale a se stessa…

 


consulto di dietetica cinese

Consulto di Dietetica Cinese

La dietetica cinese è un aspetto del complesso terapeutico proprio della Medicina Tradizionale Cinese. La dietetica cinese si occupa dello sfruttamento a fini terapeutici degli alimenti siano essi assunti in forma unica o in combinazioni con altri alimenti o con rimedi propri della farmacologia cinese e nell’ambito della medicina tradizionale cinese, ha un’importanza fondamentale. Nelle corti imperiali dell’antichità il dietologo era di importanza inferiore solo al medico ed era tenuto nella massima…

 


ayurveda como

Consulto Ayurvedico

Ayurveda è una parola composta da ayur, durata della vita o longevità e veda conoscenza rivelata. Molti traducono erroneamente l’ayurveda come scienza della vita. In realtà è un sistema medico molto vasto e complesso comprendente aspetti di prevenzione, oltre che di cura, che permetterebbero, se applicati rigorosamente, di vivere più a lungo, migliorare la propria salute e rispettare il proprio corpo…

 


come usare i fiori di bach

Consulto di Floriterapia Vibrazionale Psicosomatica

Analogamente a quanto avviene in altre medicine naturali, anche i Fiori di Bach, i Fiori Himalayani, i fiori Californiani, i fiori Australiani, i fiori Alaskani e molti altri, esplicano la loro azione curativa sul paziente visto come un individuo completo e non limitandosi alla cura della malattia o dei suoi sintomi.

La loro azione si rivolge specificamente allo stato emozionale della persona, quindi può senz’altro…

 


curarsi con i chakra

CromoFlowerTherapy (Trattamento o Miscela)

La CromoFlowerTherapy è un metodo da noi ideato, volto alla pulizia dei corpi sottili, dei chakra e loro riequilibrio, attraverso una sinergia di miscele floreali e Aromaterapia e Cromoterapia.
Il trattamento dura un’ora. Per chi è impossibilitato dal fare un trattamento, può richiedere una miscela personalizzata da applicare sui chakra

 


 


dieta stati d'animo naturopatia como

Riequilibrio degli stati d’animo con MTC  e Floriterapia 

Gli alimenti possono correggere un determinato stato d’animo.

Ti offro la possibilità di riequilibrare il tuo stato emotivo, attraverso l’associazione corretta di determinati cibi, come prescritto nella Dietetica Cinese. La Dietetica Cinese è un aspetto del complesso terapeutico proprio della Medicina Tradizionale Cinese. La dietetica cinese si occupa dello sfruttamento a fini terapeutici degli alimenti siano essi assunti in forma unica o in combinazioni con altri alimenti.


Programma Detox con miscela floreale

naturopatia como detox

Le piante alleate in un Programma Detox sono il  carciofo, l’ortica e il tarassaco, note per la loro attività depurativa la quale sostiene la funzionalità di organi emuntori come il fegato, i reni la pelle e l’intestino. Non dimentichiamo però betulla, pilosella e uva ursina piante alleate delle vie urinarie e della circolazione linfatica. Non dimentichiamo però che non tutte le erbe posso andare bene per tutti!.

Tutto ciò in sinergia con le essenze floreali:

I Fiori non aiutano la persona a reprimere gli atteggiamenti negativi, bensì a trasformare questi ultimi nel loro lato positivo, stimolando il potenziale di autoguarigione e aiutando il corpo a liberarsi dalla malattia o dallo stress.

DiAlessandra Zarone

CHI SIAMO

Studio Naturopatico Donadoni

Il compito principale del Naturopata è permettere di ritrovare la salute attraverso rimedi naturali e trattamenti olistici.

 

Lo Studio Naturopatico Donadoni si trova a Via Verdi,74 – 20832 Desio (MB) –

Consulenze e trattamenti anche presso Centro Benessere Kundalini ,Piazza Don Giussani 7 208232 Desio (Mb)

Alessandra e Davide vi aiuteranno a :

  • Sostenere le forze auto-guaritrici dell’organismo

  • Identificare e risolvere  la causa del disagio o della malattia

  • Riequilibrare la persona

  • Fungere come insegnante del corretto stile di vita

  • Prevenire le malattie ritrovando l’equilibrio con i cicli della natura

 

 

Contatti veloci

 

 

Visualizza la pagina consulti e trattamenti 

 


 

Alessandra Zarone

 

Diploma in Naturopatia Psicosomatica presso Riza, Milano, con una tesi dal titolo: “Dagli antichi erbari alla floriterapia: influsso greco-romano e celtico in Edward Bach, druido e medico di Myddvai”, con votazione 30 e lode.

Nel Dicembre 2012 mi sono specializzata in Floriterapia conseguendo un Master in Floriterapia Psicosomatica, condotto dalla Dott.ssa Marilena Zanardi .
Sono iscritta al Registro Operatori in Discipline Bionaturali Regione Lombardia (nr 449). Vedi REGISTRO+OPERATORI+25-04-2018 pag 26
 

 

Posso aiutarti a risolvere i seguenti disagi psico-fisici:


 

Davide Donadoni

Facilitatore craniosacrale dal 2008, si è diplomato in Naturopatia Psicosomatica presso Riza con tesi “Dall’Alchimia alla Floriterapia: vibrazioni micro e macrocosmiche da Paracelso a Cornelius Agrippa, Edward Bach, Dietmar Kramer.”

Ha approfondito gli studi con un master in floriterapia psicosomatica, sperimentando la floriterapia in chiave psicosomatica con l’utilizzo di fiori Himalaiani, Australiani, Californiani, Bach.

Posso aiutarti a risolvere i seguenti disagi psico-fisici:

 

Lo Studio Naturopatico Donadoni aderisce al trattamento dei dati coperti e tutelati dalla legge sulla Privacy italiana e dal GDPR – Regolamento Generale sulla Protezione Dati, in vigore in tutti i paesi dell’Unione Europea dal 25 maggio 2018 (in inglese General Data Protection Regulation, ufficialmente regolamento UE n. 2016/679).

DiAlessandra Zarone

TESTIMONIANZE

I  questa sezione sono condivise le nostre esperienze nel campo della concezione naturopatica, della prevenzione e del riequilibrio della persona attraverso i trattamenti sul corpo, la Floriterapia ed il Consulto Naturopatico Olistico, in cui la sinergia fra Ayurveda, Medicina Cinese, Aromaterapia e Cromoterapia, danno risultati straordinari.

Il percorso verso il ritrovamento del benessere è unico e speciale per ognuno ed i trattamenti che possono andare bene per una persona apparentemente con le stesse problematiche, possono essere molto diversi tra loro.

Qui sotto descriviamo, in forma di breve racconto, alcuni casi risolti con l’approccio naturopatico.

 

Leggi le esperienze dei casi risolti

 

tristezza e ansia naturopatia

Scarsa autostima e depressione

Un uomo di giovane età mi contatta per risolvere alcune problematiche che ora descriverò.
In lui vi è un forte senso del dovere  e il desiderio di aiutare gli altri, non ha amici, ha paura dell’incerto…

 

 

 

medicina naturale problemi cardiaci

Problemi cardiaci e dolori articolari

Una signora anziana, sulla settantina, mi chiede aiuto per problemi cardiaci, infiammazione gastro-intestinale, gonfiori, stipsi, atonia digestiva, aerofagia, emicrania, ansia, dolori articolari.

Ha il fegato affaticato, visibile anche dal colorito giallastro e dalle impurità…

 

 

 

 

bronchite naturopatia

Bronchite, sinusite e mal di gola

Un giorno vengo contattata da una signora affetta da bronchite da tre settimane, ha catarro giallo molto denso, e non migliora, ha sinusite, mal di gola.

Inoltre ha artrosi alle mani, sudori continui a causa della menopausa, le è stato asportato l’utero.
Le consiglio quanto segue:

Le indico cosa assumere per rafforzare il sistema immunitario…

 

 

 

 

 

 

menopausa medicina naturale

Dolori articolari, depressione e menopausa

Una signora di mezza età mi contatta perché accusa dolori articolari, ha forti dolori anche alla schiena, si sente depressa perché è come se fosse invecchiata di vent’anni senza accorgersene…

 

 

 

Altri casi  risolti:

 

Susanna, 50 anni, soffriva di fibromi uterini, depressione e aveva poca energia. Era disoccupata e aveva perso interesse per tutto. Grazie a una pulizia da tossine e muco e una corretta alimentazione in base alla Medicina Cinese e Ayurvedica, Susanna ha eliminato i fibromi e risolto gradualmente le sue problematiche.


Roberto, 55 anni soffriva di dolori continui alle ginocchia, si sentiva stanco e accusava senso di appesantimento. Nell’arco di 4 mesi ha risolto le sue problematiche.


Milena, 48 anni non riusciva a dimagrire, si sente imprigionata in un matrimonio che non le dà felicità, è depressa e sta attraversando la menopausa. Grazie a Floriterapia e rimedi erboristici, abbinata a una corretta alimentazione, è riuscita a perdere peso e ritrovare armonia di coppia.


Luigi 54 anni soffriva di sinusite cronica, aveva dolori all’addome, colite, fumava e beveva alcolici, attraverso una corretta alimentazione in sinergia con Ayurveda, Floriterapia e fitoterapia, ha risolto le sue problematiche.


Barbara, 55 anni, ha avuto un infarto, soffre di insonnia, ansia e depressione, grazie a Floriterapia, Fitoterapia e corretta alimentazione, ha affrontato e risolto ciò che le creava disturbo.


Carlo, 45 anni, è sovrappeso, soffre di psoriasi, dermatite, iperidrosi e colite. Attraverso una riequilibrio alimentare in sinergia con rimedi erboristici, ha gradualmente risolto le sue problematiche.


Simona, 27 anni, vive il rapporto con il cibo in modo scorretto, si abbuffa continuamente e sfoga sul cibo tutta la sua rabbia per essere stata abbandonata dal compagno, accusa forti dolori durante il ciclo,  soffre di insonnia, si sente depressa, non esce di casa, si sente brutta. Attraverso un programma detossinante, in sinergia con Floriterapia, Ayurveda e Fitoterapia, Simona ritrova il peso forma, e anche i vari malesseri si allontanano gradualmente.


DiAlessandra Zarone

Scarsa autostima e forte senso del dovere

Scarsa autostima e depressione. Come l’approccio della naturopatia ha risolto il problema.

tristezza e ansia naturopatia

Un uomo di giovane età mi contatta per risolvere alcune problematiche che ora descriverò.
In lui vi è un forte senso del dovere e il desiderio di aiutare gli altri, non ha amici, ha paura dell’incerto, dice che non riesce a controllare gli eventi, non ha stima si sé, ha fastidi sul corpo, cefalea, apatia, è depresso. Da quanto mi racconta, comprendo che la sua è una cefalea da controllo, che colpisce fronte e tempie, cerca di scacciare i pensieri, non si rilassa mai perché sente che se si rilassasse non riuscirebbe ad allontanare i pensieri. Trascorre la vita in casa, svolge un lavoro dal computer.

 

La scarsa autostima e l’ansia

La sola persona con cui si sfoga è la madre. Mi racconta di avere anche dolori alle gambe, dietro le spalle e ai polpacci. Non frequenta amici perché teme di essere ferito emotivamente e continua a chiedersi se deve o non deve fare una determinata cosa.
Ha inoltre timore di dare fastidio all’interlocutore. E ‘molto ansioso. La notte fatica ad addormentarsi e la mattina non riesce ad alzarsi, ogni volta che ha pensieri, i dolori si manifestano.

 

Lo studio alchemico-spagyrico paracelsiano

Dal mio studio alchemico-spagyrico paracelsiano, egli è stato concepito sotto il segno del Capricorno, sotto influsso di Saturno, con luna in terza decade: sotto influsso di Giove.
Ha la Luna in terza decade, ossia sotto influsso di Giove, che è il pianeta dell’autorità e della giustizia, ciò simboleggia le capacità psicologiche, la ricerca dell’ ottimismo e dell’ armonia, tendendo a prosperare sul piano materiale. Giove rappresenta la gioia di vivere, la generosità , la crescita spirituale, mentale e fisica.

 

Gli apparati più vulnerabili

Gli apparati più vulnerabili sono infatti: l’apparato scheletrico, milza, epifisi, sotto influsso di Saturno, l’apparato metabolico, il fegato e l’ipofisi (sotto influsso di Giove).
Saturno è associato all’elemento Terra, Giove è associato all’elemento Aria. Saturno è associato all’umore melanconico, in cui domina l’elemento Terra. Giove associato all’umore sanguigno, in cui domina Aria.

 

L’analisi ippocratica dei quattro umori

Nell’analisi ippocratica dei quattro umori, risulta appartenere:

1. Al temperamento Malinconico (terra-freddo-secco tipico di Saturno): a livello psicologico, chi ha questo temperamento dominante si preoccupa di non commettere errori verso gli altri, è di carattere introverso, riservato, dà l’impressione di essere persona molto timida che si guarda attorno con ansietà. E’ indolente e si lascia andare, senza essere un vero pigro, perché non manca di costanza, incline alla tristezza. L’anima soffre nella prigionia nel corpo, manca di slancio, è incline alla depressione, per cui occorre portare luce e leggerenza con i seguenti integratori:

  • Oligoelemento di Fosforo, assunzione: 1 fiala al mattino a digiuno ,per un mese.
  • Oligoelemento di Litio: 1 fiala al pomeriggio, per un mese, lontano dai pasti.

Gli consiglio di evitare radici, di assumere poco sale e di mangiare molto cavolo nero.

2. La persona risulta anche avere caratteristiche del temperamento Sanguigno (caldo-umido tipico di Giove), quindi consiglio anche:

E 63, ditta Alma, per ansia : 9 gocce per due volte al giorno, lontano dai pasti, per un mese:

Bardana, ditta Nuova Astrum purificante fegato:30 gocce, due volte al giorno, lontano dai pasti,per un mese

Salsapariglia, Nuova Astrum anti dolorifico: 30 gocce, due volte al giorno, lontano dai pasti, per un mese.

Artiglio del Diavolo Nuova Astrum, per dolori articolari: : 30 gocce ,due volte al giorno, lontano dai pasti, per un mese.

Ribes Nigrum Nuova Astrum, per cefalea: 30 gocce,due volte al giorno, lontano dai pasti, per un mese.

A livello floriterapico vibrazionale, consiglio le seguenti essenze : Down To Earth ,Well Being , Aspen ,Centaury, Impatiens, Rock Water, White Chestnut, Buttercup, Bluebell.

Dopo qualche tempo, la persona dice di sentirsi meglio.

 

Richiedi una consulenza su questo argomento. Basta un semplice click!

 

Leggi l’informativa sulla privacy per l’autorizzazione al trattamento dei tuoi dati personali ai sensi del D.lgs 196 del 30 giugno 2003

In base alla normativa in materia di privacy, si informa l’utente che questo sito web non utilizza cookie di profilazione al fine di inviare messaggi pubblicitari mirati, tuttavia utilizza cookie per l'analisi della navigazione nel sito. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Ok" permetti al loro utilizzo.

Chiudi